PARLA L'AD

Inter, Marotta: "C'è delusione, ma nessun obbligo di scudetto per Conte"

L'ad nerazzurro: "Possiamo fare meglio, siamo autocritici ma restiamo ottimisti"

  • A
  • A
  • A

L'eliminazione prematura dall'Europa ha lasciato il segno in casa Inter. Per i nerazzurri di Conte ora l'obiettivo principale resta il campionato, ma l'ad Beppe Marotta - pur non nascondendo l'amarezza per il percorso deludente in Europa - ha calmato le acque: "Restiamo ottimisti, il ciclo è iniziato lo scorso anno e possiamo migliorare. C'è amarezza e delusione, ma lo scudetto non è obbligatorio per Conte. Dobbiamo migliorare e lo stiamo facendo".

"Dobbiamo migliorarci per forza. Io sono dentro, valuto il lavoro fatto e dico che l'anno scorso abbiamo raggiunto traguardi importanti. Ora stiamo continuando, siamo ancora dentro a due competizioni da onorare. Ma tutto il lavoro dell'area tecnica sta producendo miglioramenti anche in chiave futura. Non siamo in costruzione e c'è autocritica per quanto fatto finora, ma resta l'ottimismo e sappiamo che ci sono margini di miglioramento". Infine su Eriksen: "Non ne abbiamo parlato - ha confidato Marotta parlando dell'incontro con Conte dopo l'eliminazione dalla Champions -. Fa parte della rosa, è a disposizione e tocca all'allenatore valutarne l'impiego".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments