INTER-VILLARREAL 2-4

Amichevoli: l’Inter cade 4-2 contro il Villarreal

Successo del Sottomarino Giallo a Pescara grazie a Pedraza (doppietta), Coquelin e Jackson: inutile le reti di Lukaku e D’Ambrosio

  • A
  • A
  • A

Allo stadio Adriatico di Pescara l’Inter perde 4-2 l’ultima sua amichevole prestagionale contro il Villarreal. La formazione spagnola passa in vantaggio al 28’ con un gran gol di Pedraza all’angolino. I nerazzurri trovo il momentaneo 1-1 con Lukaku (36’), ma sono costretti a soccombere a cavallo dei due tempi sotto i colpi di Coquelin (43’) e ancora di Pedraza (48’). Il subentrato D’Ambrosio tenta di riaprire i conti al 66’, ma Jackson firma il poker a 9’ dalla fine.

L’Inter finisce ko contro il Villarreal nell'ultima amichevole estiva prima dell’inizio del nuovo campionato. Buon approccio da parte dei vicecampioni d’Italia: al 18’, cross tagliato di Dumfries dalla trequarti, il pallone attraversa tutta l’area e arriva dalle parti di Gosens, che colpisce al volo di piatto, con il pallone sbatte a terra e scavalca Rulli, ma finisce alto sopra la traversa non di molto. È tuttavia il Sottomarino Giallo a portarsi in vantaggio, alla mezz’ora, al primo tiro in porta: su un cross dalla destra, Dumfries interviene di testa ma la sua deviazione finisce dalle parti di Pedraza che, posizionato quasi al limite dell’area, colpisce al volo di mezzo esterno mancino e la traiettoria risulta imprendibile per Handanovic all’angolino. Svantaggio immeritato per i nerazzurri, che infatti trovano la forza per agguantare il pari al 36’: buono spunto di Gosens, che arriva sul fondo e dalla sinistra mette in mezzo un bel pallone morbido, l’uscita di Rulli non è impeccabile, la sfera lo scavalca e Lukaku vince il duello aereo con il suo diretto marcatore, per l’1-1 a porta vuota.

Nemmeno il tempo di esultare, che il Villarreal torna avanti poco prima dell’intervallo: errore in uscita di Asllani, che consente ad Alex Baena di effettuare un traversone verso Coquelin, che colpisce tutto solo a botta sicura. Al 48’ Pedraza scatta sulla sinistra, brucia Skriniar in velocità e scaglia una botta forte verso il secondo palo che vale il tris, nonché la doppietta personale. Il subentrato D’Ambrosio sfrutta il cross dalla sinistra di Di Marco per dimezzare le distanze, ma Jackson chiude definitivamente il match all’81’, nonostante una prima respinta di Handanovic. Risultato finale: 4-2.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti