Vecchi:"Inter mancata nel 2° tempo"

Il successore di De Boer: "Bisogna uscire da questa negatività"

  • A
  • A
  • A

E' dispiaciuto Stefano Vecchi per la sconfitta di Southampton che compromette le residue speranze di qualificazione ai sedicesimi. "Probabilmente la qualificazione è compromessa - ha spiegato - ma nel calcio tutto può accadere, così come in campionato". Sulla partita: Siamo mancati nel secondo quanto quando ci hanno schiacciato molto, mentre nel primo tempo siamo riusciti a ripartire bene. Bisogna uscire da questa negatività".

Vecchi ci ha sperato per 45', ma nella ripresa la squadra è crollata una volta subito il pareggio. "Oggi la squadra ha fatto una prestazione buona dal punto di vista dell'ordine e dello spirito contro una squadra fisica con buone doti di palleggio. Gli abbiamo dato del filo da torcere ma mentre nel primo tempo siamo stati bravi a riaprtire bene, nel secondo tempo abbiamo perso palloni decisivi. E poi dovremmo cercare un po' di palleggio nella metà campo avversaria o sei sempre sotto pressione e spendi tanto. Abbiamo dato tanto sotto l'aspetto fisico, dobbiamo metterci più qualità e volume di gioco. Non ho avuto molto tempo per lavorare dal punto di vista tattico e mentale, ci sarà poco tempo anche per domenica. Dal punto di vista piscologico abbiamo cercato di darci coraggio già oggi e lo abbiamo visto come i ragazzi sono scesi in campo. Purtroppo siamo calati un po' nel secondo tempo perdendo anche qualità di gioco che la squadra pure dovrebbe avere. Siamo mancati nel secondo quanto quando ci hanno schiacciato molto, mentre nel primo tempo siamo riusciti a ripartire bene. Nel secondo tempo questo non c'è stato e quando sei sotto pressione se controlli male la palla diventa difficile uscire".

Sulla prova di Banega. "Ha grande personalità e qualità, oggi per larghi tratti di gara lo ha fatto vedere. E' un po' calato alla fine, l'ho tenuto comunque in campo per le sue capacità di palleggio, quando lo abbiamo pescato tra le linee abbiamo creato qualcosa di importante. Come tutti dobbiamo cercare di crescere ma ha dato tutto come gli altri".
Vecchi ha fiducia nella squadra. "Questa squadra è piena di qualità, ora bisogna solo riuscire a trasmettere un po' di fiducia se no anche il minino errore ti condanna come oggi. Bisogna uscire da questa negatività e trovare un po' di collettivo per gestire meglio le gare".

"Un libro per lavorare sulla testa dei giocatori? Il Manuale di Coelho regalato ai ragazzi della Primavera può essere ancora utile, non serve un miracolo, ma solo intraprendere la strada giusta e niente è impossibile. Probabilmente la qualificazione è compromessa ma nel calcio tutto può accadere, così come in campionato".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments