COPPA ITALIA

Coppa Italia: Torino avanti, tris al Palermo. La Spal beffa l'Empoli

I granata si qualificano ai sedicesimi: soffrono nel primo tempo e dilagano nel secondo contro i rosanero: Radonjic è il trascinatore nel 3-0 granata. Beffa per i toscani: i ferraresi passano nei supplementari 2-1

  • A
  • A
  • A

Il Torino rischia nel primo tempo, contro un Palermo voglioso e affamato, ma passa il turno nei 32esimi di Coppa Italia. Le parate di Milinkovic-Savic e le grandi giocate del neoacquisto Radonjic sono decisive per i padroni di casa, che vincono 3-0 e sfideranno il Cittadella. Empoli beffato nei supplementari: i toscani, neutralizzati in più occasioni da Alfonso, subiscono la rete della sconfitta nell'ultimo minuto dell'extra-time: è 2-1.

TORINO-PALERMO 3-0  
Un Torino a due volti, con qualche difficoltà nel primo tempo e una ripresa di alto livello, passa il turno in Coppa Italia ed elimina il Palermo, che domani accoglierà Eugenio Corini come nuovo allenatore. L'avvio del match è di marca rosanero, con Brunori decisamente ispirato: l'attaccante, miglior realizzatore italiano nell'anno solare, costringe Milinkovic-Savic a una grande parata. Palermo potenzialmente vicino al gol al 16', ma Elia calcia male. Il Toro fatica a fornire palloni buoni a Sanabria, ma ha in Radonjic la sua luce: il serbo, ex Olympique Marsiglia, sfiora il gol in due occasioni e fornisce palloni interessanti ai compagni. Uno scenario che si ripete nella ripresa, dopo un brivido iniziale causato da Floriano (para Milinkovic): è proprio Radonjic a ispirare la rete di Lukic, che insacca in tap-in l'1-0 al 54'. L'esterno offensivo si vede annullare dal Var la rete personale cinque minuti più tardi, ma riesce subito a rifarsi: colpo di testa vincente e raddoppio granata al 73', con esultanza polemica nei confronti dell'arbitro. Genio e sregolatezza per Radonjic. Efficacia immediata invece per Pellegri: l'ex Genoa e Milan entra e insacca il 3-0 su assist di Singo (79'). La partita è indirizzata e il Toro deve solo limitarsi a controllare la palla: tris al Palermo, ai sedicesimi incontrerà il Cittadella. In palio, l'ottavo di finale contro il Milan campione d'Italia.

EMPOLI-SPAL 1-2 dts
Grande equilibrio nell'altra sfida della serata, con la Spal che beffa l'Empoli nell'ultimo minuto dei tempi supplementari. La gara, molto tattica in avvio, si sblocca alla mezz'ora: Bajrami sfiora il gol con un ottimo diagonale, deviato in corner da Alfonso. Il portiere dei ferraresi, cresciuto nelle giovanili dell'Inter, è l'eroe dei suoi e al 39' evita l'autorete di Arena, che era intervenuto per anticipare Destro. La prima occasione degli ospiti arriva al 59': l'ex La Mantia si trova a tu per tu con Vicario, ma spara alto. Errore anche per Zanellato, con un tiro a giro impreciso, mentre l'Empoli continua ad impegnare Alfonso: il portiere è nuovamente impeccabile su Bajrami. Il muro della Spal cede all'80' e solo con un tap-in: l'estremo difensore biancazzurro respinge ancora sulla conclusione del numero dieci toscano, ma il neoacquisto Cambiaghi è lesto a ribadire in rete. 1-0 Empoli, che dura solo due minuti: un tiro a giro di Dickmann fulmina Vicario ed è tutto da rifare per i padroni di casa. Il Castellani spinge i suoi beniamini e Parisi sfiora il gol nel recupero, ma si va ai supplementari, dove i toscani sfiorano il gol con Baldanzi e protestano per un possibile rigore. L'Empoli conduce le danze nell'extra-time, nonostante i tanti giovani della prolifica Primavera toscana in campo, ma al 120' arriva la beffa: Arena insacca di testa il 2-1 della Spal. Sono quindi i ferraresi a passare il turno, vincendo in rimonta. Ora attendono la vincente di Genoa-Benevento.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti