qui fiorentina

Fiorentina, Italiano: "10 minuti regalati ci sono costati la Coppa Italia"

Le parole del tecnico della Viola al termine della finale di Coppa Italia: "Abbiamo fatto una grande gara, siamo molto dispiaciuti ma non possiamo mollare"

  • A
  • A
  • A

Vincenzo Italiano e la Fiorentina non riescono nell'impresa di riportare a Firenze la Coppa Italia che manca da 22 anni. All'Olimpico Nico Gonzalez illude, poi Lautaro la ribalta con un 2-1 per l'Inter che fa male alla Viola: "Siamo partiti molto bene anche dopo il primo gol - ha commentato a fine partita il tecnico viola -, poi abbiamo concesso la ripartenza dell'1-1 che potevamo evitare. L'Inter poi è finalista di Champions e ha un campione del mondo in attacco che si è inventato il secondo gol. Nella ripresa abbiamo messo in grande difficoltà l'Inter, ma con grande rammarico non è bastato. Abbiamo giocato alla pari contro una squadra strepitosa, ma non possiamo mollare perché abbiamo un'altra finale".

Nel finale di stagione della Fiorentina c'è la finale di Conference League: "Siamo abituati ad archiviare subito e ripartire. Quando si lotta e gioca col cuore non si perde mai, ok la coppa la alza l'Inter ma torniamo a casa con grande onore a preparare la prossima finale. Cercheremo di fare qualche errore in meno contro il West Ham, ma con questo spirito faremo una grande partita".

La Fiorentina ha concesso qualcosa di troppo in fase difensiva nel primo tempo, pagando le scelte: "In una gara secca il margine di errore è minimo perché vieni castigato - ha proseguito Italiano -. Prima del pareggio avevamo concesso niente, poi ci siamo disuniti 10 minuti e l'Inter ne ha approfittato. Il dettaglio fa la differenza a questo livello e ha portato l'Inter a vincere la coppa. Non abbiamo una brutta figura, anzi, abbiamo giocato bene però abbiamo regalato 10 minuti che ci sono costati la coppa. Siamo dispiaciuti".

Sulle scelte di formazione: "Cabral è reduce da un buon momento, si sacrifica e aiuta anche se non fa gol. Vero che ha trovato pochi spazi e ha faticato, ma non è facile contro questi difensori. Lui e Jovic hanno avuto qualche occasione, siamo stati poco lucidi e lo abbiamo pagato. Lui come Jovic ci hanno trascinato per tutto l'anno e la fiducia è meritata".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti