IL CASO

Lite Conte-Agnelli: il giudice sportivo non decide, Procura Figc apre un'inchiesta

Convocato il quarto uomo Daniele Chiffi. Un turno di stop a Brozovic e Alex Sandro. Quest'ultimo salterà la finale con l'Atalanta

  • A
  • A
  • A

Nessuna decisione da parte del giudice sportivo, ma si muove la Procura della Figc in merito alla lite tra il tecnico dell'Inter Antonio Conte e il presidente della Juve Andrea Agnelli, tra dito medio e insulti, avvenuta durante la semifinale di ritorno di Coppa Italia di martedì sera all'Allianz Stadium. "Il Procuratore Federale Giuseppe Chiné ha aperto un’inchiesta relativa al comportamento di dirigenti e tesserati della Juventus e dell’Inter durante e al termine della gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia disputata martedì 9 febbraio. Al riguardo è già stato convocato il quarto ufficiale della gara, Daniele Chiffi", fa sapere la Figc.

C'era grande attesa per le decisioni del giudice sportivo sulla lite tra Conte e Agnelli. Ma, nel comunicato, non c'è alcun riferimento alle tensioni tra le parti, che hanno coinvolto anche il dirigente nerazzurro Lele Oriali e quello bianconero Fabio Paratici. Negli atti che il giudice aveva a disposizione (compreso il referto dell'arbitro) non c'era alcuna segnalazione dell'acceso diverbio. Riguardo alla gara in questione, il giudice ha inflitto una giornata di stop a Marcelo Brozovic dell'Inter e Alex Sandro della Juve. Per i due giocatori è scattata la squalifica (entrambi già diffidati) per "comportamento scorretto nei confronti di un avversario". Il brasiliano salterà dunque la finale contro l'Atalanta.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments