VERSO LAZIO-BAYERN

Lazio, Inzaghi verso il Bayern: "Loro quasi ingiocabili, ma sappiamo preparare queste sfide"

Il tecnico biancoceleste: "La mia squadra è matura, vogliamo giocarci la qualificazione fino all'ultimo"

  • A
  • A
  • A

L'impresa è sicuramente di quelle non semplici, ma la Lazio di Simone Inzaghi - che ospita il Bayern Monaco campione del mondo nell'andata degli ottavi di Champions League - vuole continuare a stupire dopo la fase a gironi superata nonostante la grande emergenza: "Vogliamo offrire una gara che ci consenta di restare aggrappati alla qualificazione fino all'ultimo. Sembra impossibile, ma la mia squadra è matura ed è già capitato di giocare partite da sfavoriti".

La sfida contro i bavaresi arriva dopo una bella rimonta in campionato, fino alla vittoria di misura contro la Sampdoria: "Da tempo sapevamo di dover affrontare il Bayern Monaco, ma fino a domenica la testa era concentrata sul campionato. Ora dovremo affrontare questa sfida con spensieratezza e umiltà - ha continuato Simone Inzaghi, che poi ha precisato con orgoglio -. Nel nostro percorso abbiamo giocato tante finali, sappiamo come si preparano e come si giocano questo tipo di partite".

"Affrontare il Bayern nella fase a finale di Champions è il coronamento di cinque anni di lavoro con un cammino lungo e difficile, proveremo a giocarcela con la giusta spensieratezza - ha continuato il tecnico in conferenza stampa -. Non lavoro sui punti deboli dei bavaresi, piuttosto sui punti di forza della Lazio. Sappiamo come affrontare queste partite nel migliore dei modi".

Il primo round dell'Olimpico è quello in cui la Lazio dovrà provare a mettere in difficoltà i bavaresi, reduci da un punto in due partite di Bundesliga ma anche dalla vittoria del Mondiale per club: "Vogliamo fare una partita che ci consenta di rimanere aggrappati alla qualificazione fino alla fine. Abbiamo fatto i quarti di Europa League e tante finali, sappiamo come si giocano queste partite sui 180 minuti anche se il Bayern è quasi ingiocabile". Protagonisti Immobile e Lewandowski: "Sono due tra gli attaccanti più forti al mondo. Sarà un grande duello".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments