VERSO LAZIO-BAYERN

Lazio, Immobile sfida Lewandowski: "E' il migliore, incredibile batterlo nella Scarpa d'oro"

L'attaccante della Lazio incensa il polacco: "Vuole sempre superare se stesso, è il più forte al mondo"

  • A
  • A
  • A

Lazio-Bayern Monaco di Champions League è alle porte e per gli amanti dei numeri e degli scontri tra uomini chiave, sarà la sfida tra due bomber implacabili: Ciro Immobile e Robert Lewandowski. I due sono stati protagonisti nella scorsa stagione di una avvincente battaglia per la Scarpa d'Oro, trofeo finito all'italiano: "Lewandowski è il centravanti più forte del mondo - ha commentato Immobile alla vigilia -, è stato incredibile batterlo. Sfidare giocatori come lui mi rende felice".

Anche in questa stagione in ogni caso i due bomber non scherzano, soprattutto il polacco che risponde con già 31 reti alle 19 del laziale. Il segreto secondo Immobile è tutto nella testa: "Di Lewandowski mi piace il fatto che non è mai soddisfatto di quello che fa, ogni anno cerca di migliorare e superare se stesso anche se è già un giocatore eccezionale, il più forte centravanti del mondo e un attaccante completo - ha commentato alla Uefa -. Sicuramente dovremo stare molto attenti".

La Lazio è chiamata all'impresa contro i campioni del mondo in carica: "Il Bayern è una squadra molto offensiva e veloce, che gioca un calcio totale, quindi sarà difficile fermarlo quando attacca. Cercheremo di dargli qualche problema sfruttando i suoi punti deboli. Chiaramente non avremo così tante occasioni come nelle scorse partite, quindi dobbiamo rimanere concentrati e provare a coglierlo di sorpresa".

Il centravanti della Lazio è poi intervenuto a fianco di Simone Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia: "Non vediamo l'ora di giocare questa partita e siamo concentrati al 100%. Questa gara è un premio e nessuno ce l'ha regalata dopo un girone passato in piena emergenza".

Infine Immobile ha ribadito il concetto sulla sfida a distanza con Lewandowski, di cui non riuscì ad essere il successore al Borussia Dortmund: "Essere accostato al suo nome, come a Cristiano Ronaldo, in certe classifiche è un orgoglio pazzesco, una cosa che ti ripaga di tutti i sacrifici in carriera. Sono numeri che rimarranno nella storia. Non ho niente da dimostrare ai tedeschi come ho già detto prima del Borussia nel girone, mi interessa solo fare bene per la Lazio".

Sul modo di fermare Lewandowski, poi, Immobile non ha dubbi: "Acerbi è uno dei migliori difensori in circolazione, l''ha già marcato in Polonia-Italia e sa come si fa, non ha bisogno dei miei consigli".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments