I desaparecidos della Champions: da Courtois a Keita, una squadra di panchinari di lusso

Ci sono nomi clamorosi tra i giocatori dimenticati di questa edizione

  • A
  • A
  • A

Spariti dalla Champions League. Non sempre per colpa loro, a volte anche per infortuni o incomprensioni. Però ci sono nomi di grande spessore che in questa edizione della massima manifestazione calcistica praticamente non si sono mai visti. Il più clamoroso di tutti è il portiere. Thibaut Courtois nella passata stagione giocava sempre con il Chelsea, quest'anno è stato messo fuori squadra, almeno per la Champions, dal suo allenatore Julen Lopetegui, che da giocatore faceva proprio il portiere. 

DIFESA
- Dal punto di vista tecnico il settor difensivo non è totalmente equilibrato, ma si può costruire con una linea a tre che parte con Danilo del Manchester City. Recentemente si è infortunato, ma anche prima per Pep Guardiola contava poco o zero, non utilizzato nemmeno in Premier League. Il centrale di questo terzetto è senza rivali Lovren del Liverpool, titolare nella finale della passata edizione e abbastanza emarginato quest'anno da Jurgen Klopp. Sempre dal Liverpool completa questo terzetto un po' sbilanciato Alberto Moreno, l'esterno che fatica a entrare tra i convocati dall'inizio della stagione. 

CENTROCAMPO
- In quella specie di Dream Team che può essere considerato il Paris Saint Germain. ha trovato solo unna manciata di minuti Julian Draxler, che in moltissime altre squadre di altissimo livello sarebbe titolare inamovibile. Dalla parte opposta una vecchia conoscenza delle grandi manifestazioni internazionali, quell'Ashley Young che Mourinho utilizza in premier ma non in Europa. In mezzo Arturo Vidal, che ha detto no a un ritorno in Italia (corteggiamento dell'Inter in estate) per scegliere il Barcellona, dove ogni tanto finisce per addormentarsi in panchina conscio dell'impossibilità di un suo impiego. Accanto a lui Gelson dell'Atletico Madrid, altro giocatore che in estate ha rappresentato una lunga storia di mercato. 

ATTACCO
- L'Inter ha preso Keita Baldè per avere la possibilità di utilizzarlo come alternativa al centro e all'esterno dell'attacco, ma per il momento il campo l'ha visto poco in generale. In questa squadra di desaparecidos l'altro attaccante esterno è Mahrez, altro colpo di mercato estivo che nella squadra degli scomparsi è lo stakanovista (29 minuti) ma sicuramente è stato sottoimpiegato rispetto alle aspettative. Il centravanti della squadra è Nikola Kalinic, presunto rinforzo dell'Atletico Madrid dopo le vicissitudini al Milan, messo in un angolo da Simeone senza grandi spiegazioni. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments