VERSO CITY-LIONE

City, Guardiola ordina: "Contro il Lione dobbiamo essere noi stessi"

"Voglio vedere la mia squadra essere quella che è, fare tutto con la sua anima e la sua mente"

  • A
  • A
  • A

Dopo aver eliminato il Real Madrid, il Manchester City si prepara ad affrontare il Lione di Garcia nei quarti di finale di Champions League. Una sfida che Pep Guardiola vuole affrontare senza paura.  "Sono incredibilmente orgoglioso del modo in cui ci siamo comportati nelle ultime due-tre settimane - ha spiegato il tecnico spagnolo -. Domani è il momento di essere noi stessi". "Voglio vedere la mia squadra essere quella che è, fare tutto con la sua anima e la sua mente - ha aggiunto -. Dopo sarà il calcio a decidere se ci meriteremo il passaggio del turno". 

"Col Lione mi aspetto un match equilibrato - ha continuato Pep -. È stato importante battere i re di questa competizione, ma in gara secca può accadere qualsiasi cosa. Ogni gara è una finale e cercheremo di evitare di fare errori che potrebbero essere fatali". "Non ci sono squadre favorite, mentre tra andata e ritorno le big hanno un leggero vantaggio", ha spiegato il tecnico del City. "Hanno detto che non avevamo maturità quando contro il Tottenham abbiamo perso per un solo centimetro e ora dicono che siamo maturi perché abbiamo battuto il Real, ma io non la vedo così - ha proseguito -. Ci aspetteranno 90 minuti in cui soffrire, controllare, difendere, ma la squadra è pronta".

"Ogni anno il club cresce - ha aggiunto il tecnico spagnolo -. Non solo nei risultati, ma in tutto. Anche nell'organizzazione. Il club lavora ogni giorno per ottenere risultati, per essere sostenibile e solido nel futuro". "Ogni anno è la stessa cosa, la pressione c'è. Faremo del nostro meglio, come le altre squadre, noi siamo pronti ma ci sono anche altri grandi squadre". "Abbiamo visto quanto siano stati equilibrati i primi due quarti di finale, Atalanta-Psg e Atletico-Lipsia, e quello di domani non farà eccezione", ha concluso analizzando ancora la gara col Lione.

GARCIA: "CITY FAVORITO. COME LA JUVE..."
"L'aver eliminato la Juventus ci ha dato grande consapevolezza. Abbiamo voglio di restare per molto tempo a Lisbona. Il Manchester City è il grande favorito ma vogliamo fare la sorpresa". Lo dice il tecnico del Lione, Rudi Garcia, alla vigilia del quarto di finale di Champions League contro i 'Citizens'. "Dovremo rispondere in maniera collettiva alle loro individualità, non importa il sistema di gioco quanto la volontà dei miei giocatori". "Speriamo ci aiuti il fatto di avere una partita secca e di avere più chance di passare il turno per il fatto che fino ad ora la Champions ha premiato le meno favorite: l'Atalanta che era quasi qualificata e il Lipsia avanti contro l'Atletico può farci sperare che domani avvenga la stessa cosa contro una squadra strafavorita come il City. E poi abbiamo buone notizie per i giocatori in dubbio" conclude Garcia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments