Champions: la Juve chiude prima

Gara decisa nella ripresa da Higuain, che ritrova il gol che mancava dal 2 novembre, e Rugani. Dieci minuti per Dybala

di
  • A
  • A
  • A

Nell'ultima giornata della fase a gironi di Champions League, la Juve batte 2-0 la Dinamo Zagabria e chiude al primo posto il gruppo H. Dopo un primo tempo opaco, ci pensa Gonzalo Higuain a far crollare il muro croato al 52'. Per il Pipita si tratta di un ritorno al gol dopo oltre un mese di astinenza (dal 2 novembre). Al 73' Rugani fa bis. Dybala in campo 10'. Lunedì il sorteggio degli ottavi: Bayern, Real, Psg e Manchester City gli spauracchi.

Primo obiettivo centrato. La Juve si sbarazza della Dinamo Zagabria e chiude al primo posto il gruppo H, tornando alla vittoria in Europa davanti ai propri tifosi dopo oltre un anno. Con il minimo sforzo, Se poi sarebbe stato meglio arrivare secondi, solo il sorteggio di lunedì prossimo a Nyon lo potrà dire. Una serata, quella di Torino, che ha visto il ritorno al gol di Gonzalo Higuain, a secco dal 2 novembre: la sassata del Pipita a inizio ripresa ha sgretolato il muro croato che nel primo tempo aveva retto bene, complice una Juve sottotono e sotto ritmo che ha fatto arrabbiare e non poco Allegri. La terza notizia positiva di serata è senza dubbio il rientro in campo di Paulo Dybala, ai box dal 22 ottobre per un problema muscolare: nei soli 10' che gli ha concesso l'allenatore, la Joya ha dimostrato una gran voglia di fare ed è andato persino vicino al gol. Contro il Toro domenica pomeriggio una freccia in più nell'arco bianconero. Il pensiero, però, non può non andare a lunedì, quando a Nyon ci saranno i sorteggi degli ottavi: dall'urna uscirà una tra Bayern, Real, Manchester City, Psg, Benfica, Bayer Leverkusen e Porto. Da brividi.

Allegri fa turnover e fa rifiatare gli stakonisti della stagione, Alex Sandro e Khedira. In porta gioca Neto, in difesa prima da titolare in Champions per Benatia. Davanti scelte obbligate: Higuain, che non segna dal 2 novembre, e Mandzukic, l'uomo più in forma del momento. La Dinamo, ancora a zero punti e a secco di gol, si presenta a Torino con una formazione piena zeppa di giovani: Ante Coric, 19 anni, è sul taccuino di mezza Europa.

Come da copione sono i bianconeri a fare la gara, ma i croati non sono arrivati a Torino per una semplice gita di piacere. Gli uomini di Petev non alzano barricate e provano a giocarsela. Il problema per Allegri è che la Juve gioca al piccolo trotto, nemmeno fosse una gara amichevole, e Livakovic è chiamato in causa davvero poche volte. L'occasione più nitida capita a Higuain: bravo il numero 1 croato a salvarsi. Sigali e Schildenfeld non sono due fuoriclasse, ma fanno la loro onesta figura. Allegri freme in panchina e perde la pazienza con i suoi, apparsi davvero svogliati e sottotono. Solo nel finale Pjanic e Mandzukic riscaldano i guantoni di Livakovic. Troppo poco.

Allegri si fa sentire negli spogliatoi e Higuain recepisce i rimproveri dell'allenatore: splendida la sua sassata dal limite che non lascia scampo a Livakovic. La gara, in pratica, finisce qua, perché gli ospiti non hanno forza e qualità per spaventare la retroguardia bianconera. Rugani si toglie lo sfizio di trovare il suo primo gol in Champions al 72'. A 10' dalla fine il boato dello Stadium è tutto per Paulo Dybala: l'argentino ha una gran voglia di spaccare il mondo e sfiora il tris: bravo il numero 1 croato. Ma quello che conta per Allegri è che la Joya sia tornata a completa disposizione: il Toro è avvisato...

Higuain 6,5 - Nulla di memorabile, ma il 10° gol stagionale aiuta ad allontanare le critiche.
Rugani 6,5 - Secondo gol di fila e una prova senza sbavature dietro.
Pjanic 5,5 - Un passo indietro rispetto al match con l'Atalanta.

Livakovic 6,5 - Alterna buone parate a indecisioni: il migliore dei suoi.
Coric 5 - Ne azzecca davvero poche e sparisce nella ripresa come i compagni.
Fernandes 5 - Analogo discorso per il compagno di reparto.

JUVENTUS-DINAMO ZAGABRIA 2-0
Juventus (3-4-1-2): Neto sv; Benatia 6, Rugani 6,5, Evra 6; Cuadrado 6,5, Lemina 6,5, Marchisio 6 (29' st Sturaro 6), Pjanic 5,5 (35' st Dybala 6), Asamoah 6; Mandzukic 6,5 (40' st Hernanes sv), Higuain 6,5. A disp.: Buffon, Chiellini, Khedira, Alex Sandro. All.: Allegri 6
Dinamo Zagabria (4-3-3): Livakovic 6,5; Situm 6, Sigali 6,5, Schildenfeld 6, Pivaric 5,5; Moro 5,5, Knezevic 6, Gojak 5 (12' st Fiolic 5); Soudani 5,5 (29' st Stojanovic 5,5), Coric 5, Fernandes 5. A disp.: Semper, Sosa, Benkovic, Matel, Henriquez. All.: Petev 5,5
Arbitro: Taylor (Inghilterra)
Marcatori: 7' st Higuain (J), 27' st Rugani (J)
Ammoniti: Higuain (J), Evra (J), Coric (D)

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments