INTER-REAL MADRID 0-1

Champions League, Inter-Real Madrid 0-1: nerazzurri beffati all'89'

Gli uomini di Inzaghi dominano per larghi tratti del match, ma vengono puniti da Rodrygo nel finale

di
  • A
  • A
  • A

Finisce 0-1 la sfida di San Siro tra Inter e Real Madrid, nella prima giornata del Gruppo D di Champions League. I nerazzurri si fanno preferire per larghi tratti del match, sfiorano più volte il vantaggio, ma sbattono in continuazione su un Courtois in serata di grazia. Nel finale, quando la stanchezza prende il sopravvento, arriva il gol di Rodrygo (89') che punisce i nerazzurri. Una vera e propria beffa per gli uomini di Inzaghi.

LA PARTITA

Una punizione troppo pesante, al termine di una serata che sembrava destinata a lasciare ben altri strascichi. L'Inter esce da San Siro con 0 punti e con la testa bassa, ma solo per il risultato finale, non certo per quanto messo in campo. Gli uomini di Inzaghi partono forte, disputano un grande primo tempo, sprecano qualche chance di troppo, ma si mantengono in totale controllo anche nella ripresa, rischiando pochissimo e garantendo ad Handanovic una serata quasi da spettatore non pagante. Poi, però, la distrazione fatale, quella che contro squadre come il Real non ti puoi mai permettere. Vecino si perde Camavinga, i difensori centrali non scivolano a dovere nelle marcature e il pasticcio è servito. La notizia positiva è che mancano ancora 5 gare e che quella vista al Meazza è una squadra con tutte le carte in regola per passare il turno, al di là di questo primo, immeritato, passo falso.

La prima chance importante della serata è proprio per i nerazzurri, con Dzeko che raccoglie un assist al bacio di Lautaro e incrocia col destro, trovando il riflesso di Courtois. La squadra di Inzaghi gioca con grande personalità, senza timore di sbilanciarsi e affacciandosi più di una volta nell'area madrilena. Al 18' sono ancora i nerazzurri ad andare vicini al gol, ma il colpo di testa di Lautaro, dimenticato dalla difesa avversaria, è troppo centrale per spaventare il portiere belga. Il Real prova ad alzare il baricentro nella seconda metà del primo tempo, ma Skriniar, De Vrij e Bastoni sono sempre attentissimi nelle chiusure e rischiano qualcosa solo su un colpo di testa di Militao sugli sviluppi di corner. Il finale di frazione è ancora a forti tinte nerazzurre, le occasioni fioccano, ma sulla più clamorosa (zampata di Dzeko in allungo) è ancora impeccabile Courtois.

Nella ripresa gli uomini di Ancelotti scendono in campo con un altro piglio, provando a imporre il proprio palleggio come mai erano riusciti a fare nei primi 45'. Ad andare vicinissima al gol è però ancora una volta l'Inter, con un colpo di testa di Dzeko sugli sviluppi di corner che trova l'ennesima super parata di Courtois. Inzaghi sceglie di cambiare gli esterni inserendo contemporaneamente Dumfries e Dimarco, poi è il turno anche di Correa (per Lautaro) e Vidal (per un impalpabile Calhanoglu). Ancelotti si gioca invece le carte Rodrygo e Camavinga. I cambi non sembrano dare la scintilla che i tecnici speravano e la partita si trascina stancamente verso quello che appare un inevitabile 0-0, ma all'ultimo respiro arriva la beffa per i padroni di casa, firmata proprio dai due neo entrati dei Blancos: perfetto l'inserimento di Camavinga sul lancio di Valverde, cross all'indietro per Rodrygo che anticipa Bastoni e incrocia col sinistro infilando Handanovic e gelando San Siro.

LE PAGELLE

Skriniar 7 - Nel primo tempo accomapgna moltissimo la squadra in fase offensiva, nella ripresa non sbaglia mai una chiusura neutralizzando più di una volta Vinicius.
Barella 7 - Inarrestabile come sempre, soprattutto nel primo tempo tutte le azioni più pericolose dell'Inter arrivano dal suo lato. Anche nella ripresa è uno degli ultimi ad arrendersi alla stanchezza.
Lautaro 6,5 - Ha un paio di ottime chance di testa che non sfrutta a dovere, ma disputa comunque una buona gara per continuità e intesa con Dzeko.
Calhanoglu 5 - Mai nel vivo del gioco, lascia tutti i compiti di costruzione a Brozovic e Barella, accontendandosi troppo spesso di fare il minimo indispensabile.

Modric 5,5 - Non riesce a illuminare il gioco, faticando a far girare il Real al ritmo che Ancelotti vorrebbe.
Vinicius 5,5 - Tanto fumo, ma poco arrosto. Nel primo tempo fatica a saltare l'uomo e si intestardisce spesso in dribbling fini a se stessi. Cresce un po' nella ripresa, ma senza mai trovare l'accelerata decisiva.
Benzema 6 - Tanto lavoro sporco per i compagni e tanti spazi creati, ma pochissime occasioni per se stesso e zero pericoli creati ad Handanovic.
Camavinga 7 - Il gol lo segna Rodrygo, ma è il suo ingresso a dare la sveglia a una squadra che sembrava accontentarsi di strappare lo 0-0.

IL TABELLINO

Inter-Real Madrid 0-1
Inter (3-5-2): Handanovic 6; Skriniar 7, De Vrij 6,5, Bastoni 6; Darmian 6,5 (10' st Dumfries 6,5), Barella 7 (39' st Vecino 5), Brozovic 6,5, Calhanoglu 5 (20' st Vidal 6), Perisic 6 (10' st Dimarco 6); Martinez 6,5 (20' st Correa 6), Dzeko 6,5.
Allenatore: Inzaghi 6,5
Real Madrid (4-3-3): Courtois 7; Carvajal 6, Militao 6, Alaba 5,5, Nacho 5,5; Modric 5,5 (35' st Camavinga 7), Casemiro 6, Valverde 6,5; L. Vazquez 6 (21' st Rodrygo 7), Benzema 6,5, Vinicius 5,5;
Allenatore: Ancelotti 6
Arbitro: Siebert
Marcatori: 44' st Rodrygo (R)
Ammoniti: Martinez (I), Alaba (R)
Espulsi:

LE STATISTICHE

•    L’Inter non perdeva l’esordio stagionale in Champions League dal 2011/12 contro il Trabzonspor (in quell’occasione superò comunque il girone). 
•    L’Inter ha perso tre delle ultime cinque partite casalinghe di Champions League (2N) dopo essere rimasta imbattuta nelle sei precedenti gare interne nel torneo (3V, 3N).  
•    Nelle ultime due sconfitte subite dall’Inter in Champions League (entrambe col Real Madrid) i nerazzurri non hanno trovato il gol. Era da novembre 2018 che per l’Inter non arrivavano due ko consecutivi nel torneo senza reti all’attivo (vs Barcellona e Tottenham). 
•    L’Inter non ha trovato il gol in nessuna delle ultime tre partite casalinghe di Champions League dopo esserci riuscita nelle precedenti 10 gare interne nel torneo (15 reti totali).
•    14 dei 18 tiri dell'Inter in questo match sono arrivati nel primo tempo. Era da novembre 2010 (contro il Twente) che l’Inter non effettuava almeno 14 tiri in un primo tempo di Champions in casa.
•    Rodrygo ha segnato due dei suoi sei gol in Champions League contro l’Inter. 
•    Rodrygo ha segnato sei gol in Champions League in carriera con soli otto tiri nello specchio. 
•    123 palloni giocati da Brozovic stasera: solo un giocatore dell'Inter ha fatto meglio in un match di Champions da quando Opta (04/05) raccoglie questo dato (Sneijder nel 2010 contro il Tottenham).

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments