CHAMPIONS LEAGUE

Champions League: doppietta di Mbappé, il Psg passa 3-2 all’Allianz Arena

Il francese e Marquinhos fanno volare sullo 0-2 degli ospiti, Choupo-Moting e Müller completano la rimonta, ma il numero 7 fa esultare i parigini

  • A
  • A
  • A

L’andata dei quarti di finale di Champions League vede il Psg trionfare 3-2 all’Allianz Arena contro il Bayern Monaco. Mbappé sblocca il match al 3’ su assist di Neymar; quest’ultimo serve anche lo 0-2 firmato da Marquinhos (poi infortunatosi) al 28’. Choupo-Moting, ex della sfida, dimezza le distanze al 37’, prima che Müller riesca a pareggiare i conti al 60’. Mbappé sigla, infine, la doppietta al 68’, al termine di una bell’azione personale.

LA PARTITA
La prima parte della replica dell’ultima edizione della Champions va al Psg. Emozioni continue fin dal fischio d’inizio dell’Allianz Arena, sotto una fitta nevicata. Pronti via e Choupo-Moting colpisce la traversa con una girata aerea. Gli ospiti approfittano di un contropiede e si portano in vantaggio al 3’: Neymar parte velocissimo centralmente, prendendo in controtempo la difesa del Bayern Monaco, e la sua apertura per Mbappé consente a quest’ultimo di calciare forte col destro sul primo palo, non coperto alla perfezione da Neuer. Poco dopo Müller, poco convinto nella circostanza, spreca il possibile 1-1 in allungo; presa facile per Navas. Sul fronte opposto viene annullato lo 0-2 a Draxler per fuorigioco millimetrico di Mbappé a inizio azione. I campioni d’Europa premono i parigini, ma il portiere costaricano salva prima su Goretzka e poi su Pavard. Così, al 28’, il raddoppio si concretizza: è ancora Neymar l’autore dell’assist vincente, mettendo dentro un pallone splendido per Marquinhos, che sfrutta la lentezza di Sule, ultimo uomo a tenerlo in gioco, e con il sinistro batte in uscita Neuer. Proprio Marquinhos deve subito dopo abbandonare il campo per un problema muscolare; entra al suo posto Herrera. Nel finale di primo tempo (37’) lo stacco vincente di Choupo-Moting, su ottimo cross dalla destra di Pavard, dimezza lo svantaggio.

Botta e risposta a inizio ripresa. Neymar e Di Maria non trovano di un soffio il tris (parata di Neuer e salvataggio quasi sulla linea di Boateng); due belle parate di Navas dicono no rispettivamente ad Alaba e Pavard. Il meritatissimo 2-2 del Bayern arriva al 60’: punizione dalla destra di Kimmich, Müller attacca lo spazio benissimo e insacca con un colpo di testa schiacciato. Ancora una volta paga dazio sui palloni alti la difesa del Psg, che però si dimostra spietato nelle ripartenze: al 68’ Mbappé punta Boateng una volta entrato in area, si accentra sul destro, finta la conclusione per poi far partire un tiro potente e rasoterra che passa sotto le gambe del centrale tedesco e vale il 2-3. A 3’ dalla fine di un match spettacolare il piazzato mancino di Alaba sfiora il palo alla destra di Navas; subito dopo anche Müller va vicinissimo al 3-3 in girata, ma non c’è niente da fare. Il Bayern perde una partita europea dopo più di due anni. Tra sei giorni sarà nuovamente battaglia a Parigi, ma la squadra di Pochettino parte avvantaggiata in ottica raggiungimento delle semifinali.


LE STATISTICHE
Kylian Mbappé ha stabilito il suo record realizzativo in una singola Champions League: otto gol, nessun giocatore francese ha segnato di più in una stagione nel torneo – anche Wissam Ben Yedder nel 2017-18 e David Trezeguet nel 2001-02 a quota otto reti. 

Kylian Mbappé (13) ha superato Thierry Henry (12) per gol segnati nella fase a eliminazione diretta di Champions League – tra i giocatori francesi solo Benzema (19) conta più reti in questa fase. 

Il gol di Kylian Mbappé (149 secondi) è il più veloce subito dal Bayern Monaco in una partita della fase a eliminazione diretta di Champions League dal marzo 2010, con Wayne Rooney a segno dopo 63 secondi. 

Solo Cristiano Ronaldo (67), Lionel Messi (49) e Robert Lewandowski (26) hanno segnato più gol nella fase a eliminazione diretta della Champions League di Thomas Müller (24). 

Neymar ha preso parte a sette gol in sei sfide di Champions League contro il Bayern Monaco (quattro gol, tre assist), solo contro Celtic (15) e PSG (8) ha partecipato a più reti nella competizione. 

Con i due assist di stasera Neymar (26) è diventato il brasiliano ad aver fornito più passaggi vincenti nel moderno formato della Champions League (dal 2003/04), superando Dani Alves (25). 

Il Bayern Monaco ha interrotto una serie di imbattibilità in Champions League di 19 gare di fila, di cui 18 vittorie – non perdeva dal marzo 2019, agli ottavi contro il Liverpool (3-1). 

Il PSG ha vinto sei gare contro il Bayern Monaco in Champions League, almeno due in più che contro qualsiasi altra avversaria nella competizione. 

Il Bayern Monaco ha subito due gol nel primo tempo di una partita di Champions League per la prima volta da settembre 2017, proprio contro il PSG. 

Mauricio Pochettino ha visto la sua squadra segnare almeno due gol in trasferta in cinque delle sei gare da allenatore nella fase a eliminazione diretta di Champions League. 

Choupo-Moting ha segnato tre gol nelle ultime quattro presenze in Champions League, uno in più che nelle prime 20 gare giocate nella competizione. 

Joshua Kimmich ha partecipato a 10 gol nelle ultime nove presenze in Champions League (due reti, otto assist), tra cui due passaggi vincenti contro il PSG. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments