VALENCIA-ATALANTA 3-4

Champions League, Atalanta ai quarti di finale: Valencia battuto 4-3

Il poker dello sloveno al Mestalla dopo il 4-1 dell'andata vale una storica qualificazione

di
  • A
  • A
  • A

L'Atalanta si è qualificata ai quarti di finale di Champions League per la prima volta nella propria storia. Dopo il 4-1 di San Siro all'andata, i nerazzurri di Gasperini si sono imposti 4-3 in casa del Valencia grazie alla serata magica di Ilicic, autore di tutte quattro le reti. Atalanta avanti al 3' con il rigore dello sloveno, bissato al 43' dopo la rete di Gameiro. Il francese e Torres spaventano Gasp, poi si scatena lo sloveno.

LA PARTITA

Un minuto e venti secondi. Tanto è bastato all'Atalanta per mettere in chiaro le cose davanti all'Europa intera e scrivere la storia, iscrivendosi al gruppo delle migliori otto squadre del Vecchio Continente. Gli uomini di Gasperini hanno attaccato la pressione, aggredito la partita e l'avversario, costruendosi nel giro di ottanta secondi l'episodio in grado di assicurare che tutto, in un momento complicato per tutti i propri tifosi, sarebbe andato bene. In un Mestalla deserto l'Atalanta si è presa il palcoscenico, divertendo e divertendosi, regalando uno spettacolo che nessuno ha potuto ammirare dal vivo ma che ha ancora una volta reso orgoglioso Bergamo, nel momento più difficile della città. Quattro a tre in trasferta dopo il quattro a uno dell'andata: numeri da impresa.

L'Atalanta è ai quarti di finale di Champions League. Incredibile, pazzesco anche solo da pensare fino a qualche mese fa quando la Dea per la prima volta si affacciava al palcoscenico stellare della competizione come unica debuttante della stagione 2019/20. E invece la "banda Gasperini" con le proprie armi, che altro non sono che gioco, organizzazione e corsa, si è presa il proprio posto nell'élite del calcio europeo dopo i tanti complimenti accumulati nel girone.

L'uomo copertina è Josip Ilicic con il suo poker, anche se è il gruppo nerazzurro ad essersi esaltato nella fase offensiva del match. Regalando tre gol al Valencia di Celades, è vero, soffrendo a inizio ripresa il cambio modulo offensivo di Celades, ma punendo con invidiabile cinismo quando ne ha avuto l'occasione, approfittando dei disastri di Diakhaby e Kondogbia e mettendo in cascina quei gol in trasferta che hanno portato alla qualificazione. Due su rigore nel primo tempo, due in contropiede nella ripresa, tutti con la stessa firma apposta 21 volte in stagione in tutte le competizioni.

Nell'urna del sorteggio dei quarti di finale di Champions League ci sarà l'Atalanta. Alzi la mano chi lo avrebbe detto a inizio stagione anche tra i più inguaribili ottimisti. Con la speranza che il tempo e i sacrifici del popolo bergamasco, e non solo, possano riconsegnare questa squadra incredibile all'amore del proprio tifo.
--

LE PAGELLE DEL MATCH: ILICIC DA 9

--
IL TABELLINO

VALENCIA-ATALANTA 3-4 (and. 1-4)
Valencia (4-4-2):
Cillessen; Wass, Coquelin (29' st Cheryshev), Diakhaby (1' st Guedes), Gaya; Torres, Parejo, Kondogbia, Soler; Gameiro, Rodrigo (34' st Florenzi). A disp.: Domenech, Sanmartin, Lee Kangin, Sobrino. All.: Celades.
Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Djimsiti, Caldara, Palomino; Hateboer, Freuler, De Roon (44' Zapata), Gosens; Pasalic (38' st Tameze); Ilicic, Gomez (33' st Malinovskyi). A disp.: Rossi, Castagne, Czyborra, Muriel. All.: Gasperini
Arbitro: Hategan (Romania)
Marcatori: 3' rig. Ilicic (A), 21', Gameiro (V) 43' rig. Ilicic (A), 6' st Gameiro (V), 22' st Torres (V), 26' st Ilicic (A), 38' st Ilicic (A)
Ammoniti: Coquelin, Diakhaby, Kondogbia, Wass (V)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

• L’Atalanta è la prima squadra all’esordio in Champions League a raggiungere i Quarti di finale dai tempi del Leicester, nel 2016-17, e la prima italiana a riuscirci dalla Lazio, nella stagione 1999-00.

• L’Atalanta ha vinto due gare esterne consecutive per la prima volta nella sua storia in grandi competizioni europee.

• L'Atalanta è la squadra italiana che ha segnato più gol (otto) in una doppia sfida di una fase a eliminazione diretta di Champions League.

• Tra andata e ritorno contro il Valencia, l’Atalanta ha segnato otto gol in totale con 10 tiri nello specchio.

• Prima di Josip Ilicic, l'ultimo giocatore ad aver segnato almeno quattro gol in un match di Champions League per una squadra italiana era stato Andriy Shevchenko, nel novembre 2005, contro il Fenerbahçe, con la maglia del Milan.

• Josip Ilicic è il giocatore più 'anziano' (32 anni, 41 giorni) di sempre a segnare almeno quattro gol in una gara esterna di Champions League.

• Josip Ilicic è il primo giocatore a segnare una doppietta su rigore in una trasferta di Champions League da Miralem Pjanic, nel settembre 2018, anche in quel caso contro il Valencia al Mestalla.

• Il rigore messo a segno da Josip Ilicic è la trasformazione dal dischetto più veloce in Champions League da quella di Salah nella finale della scorsa stagione (al 2').

• Tra i giocatori dei cinque maggiori campionato europei, Josip licic è quello che ha segnato più gol (14) nel 2020 in tutte le competizioni.

• Tutti i cinque gol realizzati da Josip Ilicic in Champions League sono arrivati contro il Valencia.

• Josip Ilicic ha preso parte a sette (cinque reti, due assist) degli ultimi 10 gol dell'Atalanta in tutte le competizioni.

• Quinta marcatura multipla di Josip Ilicic in stagione in tutte le competizioni; solo Immobile (otto) e Lukaku (sei) hanno fatto meglio tra i giocatori della Serie A.

• L'Atalanta ha segnato il primo gol del match in sei delle sue otto partite disputate in Champions Leaugue.

• L'Atalanta è, al pari del Lipsia, la squadra che ha segnato più gol su rigore (quattro) in questa Champions League.

• Con il successo contro il Valencia, Alejandro Gómez ha centrato la 100ᵃ vittoria con l'Atalanta in tutte le competizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments