CHAMPIONS LEAGUE

Le pagelle di Valencia-Atalanta: Super Ilicic da 9, Sportiello buon esordio

Nelle fila della squadra spagnola si salvano Gameiro e Torres

di
  • A
  • A
  • A

VALENCIA 

CILLESEN 6 - Ovviamente non può avere colpa sui due gol subìti dal dischetto, per il resto ordinaria amministrazione. Intervento perfetto di piede nel secondo tempo sul diagonale di Zapata, poi non può fare niente sugli altri due capolavori di Ilicic. 

WASS 5,5 - In genere è uno dei giocatori più interessanti del Valencia, ma quando ci si trova davanti un certo Gosens è come sbarrare la strada in bicicletta a un carro armato. lanciato. 

DIAKHABY 4 - Unico difensore centrale di ruolo rimasto a disposizione, ma questo conta poco perché il suo primo intervento è sconsiderato e provoca il rigore su Ilicic che poi porta lo 0-1. Si ripete in maniera sciagurata con una manata al pallone che provoca un secondo rigore. 

(1' st GUEDES 6,5) - Con il suo ingresso il Valencia cambia volto tatticamente e diventa decisamente più pericoloso anche nel suo potenziale offensivo. 

COQUELIN 5 - Fuori ruolo e lo si capisce quasi subito, perché qualche intervento non è esattamente ortodosso dal punto di vista della tecnica individuale del difensore. Non a caso va a prendersi molto presto un'ammonizione che lo condiziona. 

(29' st CHERYSHEV 5,5) - Entra troppo tardi per poter incidere. 

GAYA' 6 - Non viene aiutato dall'avere due difensori centrali parecchio incerti. Deve pensare più a buone diagonali difensive che alle incursioni nella  metà campo avversaria che di solito sono la sua prerogativa principale. 

TORRES 6,5 - Parte bene con un paio di iniziative sulla fascia destra, poi i difensori dell'Atalanta gli prendono le misure e lui rientra nei ranghi senza grandi squilli ulteriori, almeno nel primo tempo. Molto bravo nel secondo tempo a beffare Palomino e Sportiello per il gol del 3-2. 

PAREJO 5,5 - Regista classico, anche troppo. E' il punto di riferimento per tutti i compagni quando entrano in possesso di palla, ma non riesca mai a dare un'accelerazione e a cambiare il ritmo della sua squadra. 

KONDOGBIA 6 - Peccato non abbia il cambio di passo (difetto che gli ha impedito di imporsi in Italia), perché le doti tecniche e la personalità le avrebbe anche. 

SOLER 5,5 - Adattato in un ruolo non completamente in linea con le sue caratteristiche, proba a incidere ma trova dalle sue parti il signor Hateboer che gli imone costantemente lo stop. 

RODRIGO 6 - Che abbia più talento degli altri è un dato indiscutibile. Ci prova un po' da varie posizioni e prova a mettere in difficoltà la difesa bergamasca. 

(24' st FLORENZI sv)

GAMEIRO 7 - L'esperienza a volte conta più della freschezza. Ed è proprio grazie all'esperienza (e all'intuizione) che va a beffare Palomino sul gol dell'1-1.. Altrettanta esperienza e altrettanta astuzia gli consentono il colpo di testa che porta il 2-2 alla sua squadra. 

 

ATALANTA 

SPORTIELLO 6,5 - Si ritrova titolare quasi per caso per l'infortunio di Gollini nel riscaldamento. Debutto particolare in Champions League, magari non raffinato dal punto di vista stilistico, ma sicuramente efficace nei momenti di necessità. 

PALOMINO 5,5 - Di solito l'attenzione è la sua qualità principale insieme alla precisione negli anticipi. Stavolta è proprio quello il suo punto debole. Va a chiudere lodevolmente su Gameiro ma poi gli lascia lì il pallone dell'1-1. Altro errore molto serio nell'azione che porta al 2-2 del Valencia e terza incertezza sul gol del 3-2. Una serata decisamente negativa. 

DJIMSITI 7 - Difensore poso pubblicizzato ma estremamente efficace. Può darsi che non si faccia troppo notare quando c'è, ma sicuramente si nota quando non c'è. Attento sempre e comunque, pronto su ogni chiusura. 

CALDARA 6,5 - Continua a inanellare partite di alto livello, rinato nella sua Bergamo dopo l'odissea alla quale era andato incontro con la Juve e con il Milan. Perfetto nella difesa a tre di Gasperini. 

HATEBOER 7 - Grande protagonista nella partita d'andata per le sue favolose volate sulla fascia destra, in questo caso dimostra di essere utilissimo anche nella fase difensiva, che cura con grande attenzione e vigore, ampiamente sufficiente. 

FREULER 7 - Maestro nel coprire gli spazi in mezzo al campo, dà continuità al reparto anche quando perde il suo compagno di reparto De Roon. All'inizio del secondo tempo va anche a colpire una traversa che con una delle sue incursioni. 

DE ROON 6 - Ha qualche responsabilità sul gol che porta il Valencia sull'1-1, ma poi dà il suo solito contributo di qualità in mezzo al 

(45' pt ZAPATA 6,5 ) - Il suo ingresso dà un punto di riferimento ai compagni di squadra e ai loro lanci ma anche ai difensori avversari che stavano impazzendo sulle piste di Ilicic. Partita di quanittà più che di qualità, con tanta voglia ma anche qualche scelta discutibile nella finalizzazione. 

GOSENS 7 - Tra tutti i giocatori dell'Atalanta sembra il più abituato a questi livelli elevatissimi di calcio. Padrone assoluto della sua fascia, forte nella parte podistica e in quella tecnica, è un giocatore da squadra top europea. 

PASALIC 6,5 - Solita partita di enorme intelligenza, sempre perfetto in ogni inserimento, perfetto per una squadra allenata da Gasperini. Quando De Roon si fa male, fa qualche passo indietro e si adatta perfettamente da mediano. 

(38' st TAMEZE sv)

GOMEZ 6,5 - Tra i più provati dalla lunga e gloriosa stagione, cerca di dare una mano anche in fase di contenimento e lo fa con cognizione, ma gli manca qualcosa in fatto di sprint quando entra in possesso di palla. Però compensa con la classe che non gli manca certo. 

(33' st MALINOVSKYI sv) 

ILICIC 9 - Non ci sono più aggettivi per raccontare la stagione di questo giocatore straordinario, autore di una quaterna pazzesca. Il tempo di cominciare la partita è sufficiente per metterlo in azione al suo altissimo livello. Dribbling secco sul fondo, entrata suicida di Diakhaby, rigore. Palla sua sul dischetto e subito 0-1. Tanto per cambiare. Spietato anche quando la manata di Diakhaby regala all'Atalanta il rigore del 2-1. Poi ci mette la firma alla sua maniera, con un sinistro eccezionale che chiude con il 3-3 il discorso qualificazione e pennella la sua quarta rete con un'altra zampata di sinistro. . 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments