L'INDISCREZIONE

Rangnick, niente Milan e divorzio imminente con la Red Bull

La Bild non ha dubbi: dopo 8 anni sarà divorzio

  • A
  • A
  • A

Sfumato il passaggio al Milan, che ha deciso nelle scorse settimane di confermare Stefano Pioli, Ralf Rangnick si troverà presto senza lavoro. La Bild, infatti, non ha dubbi sull'imminente divorzio tra il manager tedesco e la Red Bull dopo 8 anni di successi tra campo e scrivania. "Sono attualmente in corso colloqui per porre fine alla cooperazione. Si tratta solo di stabilire modalità e tempi" si legge sul quotidiano tedesco.

Getty Images

Il proficuo rapporto tra il 62enne e il gruppo austriaco è iniziato nel 2012, quando assunse l'incarico di direttore sportivo delle due squadre del gruppo Red Bull, il Salisburgo e il Lipsia. All'inizio della stagione 2015-2016 divenne il nuovo tecnico del club tedesco lasciando l'incarico di direttore sportivo della squadra austriaca. Dopo aver guidato il club al 2° posto in Zweite Bundesliga, ottenendo la promozione, a fine del campionato si dimise, mantenendo il solo incarico di direttore sportivo. Nel luglio 2018 tornò sulla panchina del Lipsia per una sola stagione, chiusa al terzo posto in Bundesliga e con la sconfitta in finale di Coppa di Germania contro il Bayern Monaco. Dopo aver lasciato la panchina al termine della stagione 2018-2019, cominciò a ricoprire il ruolo di responsabile dello sport e dello sviluppo calcistico (head of sport and development soccer) del gruppo Red Bull. Poi la lunga trattativa, poi fallita, con il Milan, che ha probabilmente incrinato in modo irreparabile i rapporti tra le parti.

Vedi anche Milan: Pioli rinnova per altri due anni, confermati anche Maldini e Massara Milan Milan: Pioli rinnova per altri due anni, confermati anche Maldini e Massara

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments