INGHILTERRA

Premier League: squillo-Champions per lo United, Brighton battuto 3-0

I Red Devils passano con facilità all'Amex grazie a uno scatenato Bruno Fernandes (doppietta) e alla rete di Greenwood: Solskjær torna a -2 dal quarto posto

  • A
  • A
  • A

Il Manchester United non molla la presa nella corsa alla Champions League e vince con facilità sul campo del Brighton: all'Amex termina 3-0 per i Red Devils, che agguantano il Wolverhampton e tornano a -2 dal quarto posto occupato dal Chelsea. Dopo un palo di Bruno Fernandes, lo United sblocca la gara con Greenwood (16'). Ci pensa poi il portoghese ad arrotondare il successo con una doppietta personale (29' e 50').

Dominio del Manchester United in casa dei Seagulls. La squadra di Solskjær conferma il proprio ottimo momento di forma con un netto 3-0 all'Amex di Brighton, controllando praticamente per tutto il match, rispondendo al Wolverhampton e continuando a mettere sotto pressione il Chelsea di Frank Lampard. Già al quarto d'ora il ritrovato Pogba (positivo anche stasera) serve Bruno Fernandes, che prende il palo con un destro a giro. Lo United continua a spingere e trova il vantaggio con un'azione personale di Greenwood, che un minuto dopo chiude con il mancino sul primo palo. Con la stessa azione di pochi minuti prima, i Red Devils siglano il raddoppio al 29': Pogba per Bruno Fernandes, destro a giro e stavolta la mira del portoghese è giusta. Sempre più inserito nei meccanismi l'ex Sporting, lo si vedrà anche nella ripresa. Poco prima Maguire aveva messo paura a Ryan con un colpo di testa velenoso, ma lo 0-2 è quanto di più giusto ci sia.

Risultato che assume contorni più rotondi dopo cinque minuti nel corso della ripresa, perché da una palla recuperata nella propria metà campo, Matic sventaglia un pallone perfetto per la corsa di Greenwood: il cross mancino serve al bacio ancora Bruno Fernandes, autore di una chiusura qualitativa. Con tre passaggi la 4x100 di Solskjær arriva in porta. Quella del norvegese è una squadra che si sta anche consolidando in difesa, avendo subito solo quattro gol dal 26 gennaio in poi, cioè un arco di 15 partite. L'ennesimo “clean sheet” di questo buon periodo arriva anche perché uno schema su punizione dei Seagulls libera Trossard al tiro, ma il mancino del belga sibila alla sinistra del palo lungo della porta di De Gea (poi bravissimo su Connolly e Maupay). Dopo queste occasioni il match va praticamente in archivio: i Red Devils agguantano i Wolves e si riportano a -2 dalla Champions. Il Brighton resta invece a 33 (+6 sul terz'ultimo posto): vincendo la prossima con il Norwich molto probabilmente darebbe il colpo decisivo per la salvezza. 

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments