INGHILTERRA

Premier League: Tutto facile per il City. Il Brighton batte il Chelsea, cade il Tottenham

Guardiola vince 3-1 contro il Leicester. De Zerbi domina e batte Lampard 2-1. Sconfitta per Stellini con il Bournemouth

  • A
  • A
  • A
Premier League: Tutto facile per il City. Il Brighton batte il Chelsea, cade il Tottenham - foto 1
© Getty Images

Tutto facile per il Manchester City, che liquida il Leicester 3-1 e mette pressione all’Arsenal. Esulta il Brighton di De Zerbi che, nella 31a giornata di Premier League, trionfa sul Chelsea 2-1. Perde 3-2 anche il Tottenham di Stellini, sconfitto dal Bournemouth nel finale. L’Aston Villa travolge il Newcastle 3-0. Vince il Fulham contro l’Everton (3-1) e il Wolverhampton con il Brentford (2-0), come il Crystal Palace a Southampton.

MANCHESTER CITY-LEICESTER 3-1
Vince il Manchester City, che batte il Leicester 3-1. Primo tempo a senso unico all’Etihad. Ce ne mettono appena cinque i Citizens per sbloccare il risultato: Stones riceve palla al limite dell’area e lascia partire un tiro imparabile per Iversen. Al 13’ altro episodio chiave del match: tocco di mano di un giocatore ospite in area e calcio di rigore trasformato con freddezza da Haaland. L’attaccante norvegese è scatenato e al 25’ firma la sua doppietta: bella azione corale del City, che recupera palla e lancia in verticale l’ex Borussia Dortmund, che riceve l’assist di De Bruyne e supera il portiere avversario in uscita con un preciso pallonetto. Il Leicester è alle corde, non riesce a reagire e nell’unica ripartenza pericolosa Faes calcia alto. Le Foxes rientrano dagli spogliatoi con un altro spirito, alzano il pressing e si fanno vedere dalle parti di Ederson. Praet avrebbe l’occasione di accorciare, Iheanacho non sbaglia: al 75’ Souttar va in cielo su corner e trova il riflesso del portiere brasiliano, che però non può nulla sul tap-in del nigeriano. Il calo di tensione degli uomini di Guardiola dà speranza al Leicester, che si fa pericoloso nel finale: prima Ederson salva in uscita su Maddison, poi è Iheanacho a sfiorare la sua doppietta colpendo il palo, ma non basta. Termina 3-1: il Manchester City sale così a 70 punti, portandosi momentaneamente a -3 dall’Arsenal capolista, impegnato domani contro il West Ham. Rimane penultimo invece il Leicester.

CHELSEA-BRIGHTON 1-2
Colpo del Brighton, che gela Stamford Bridge vincendo contro il Chelsea 2-1. Partono bene i Blues, che al 14’ trovano il vantaggio: Gallagher riceve palla da Mudryk al limite dell’area, il suo tiro viene deviato da un difensore e inganna Sanchez. La partita prosegue elettrica e aperta, con la squadra di De Zerbi che va vicina al pari: Kepa si esalta prima sull’azione personale di Mitoma e poi sul colpo di testa di Ferguson. Il gol del Brighton è nell’aria e arriva al 42’, quando Welback si inserisce bene in area e di testa sul secondo palo pareggia i conti. Sul finire di tempo si scuote il Chelsea, che ha una grande occasione con Pulisic, che centra il palo. Nella ripresa De Zerbi alza il pressing e il ritmo del match, prendendo in mano il possesso e collezionando occasioni. Il muro del Chelsea cade al 69’: James sbaglia un controllo banale, Enciso riparte e lascia partire un gran tiro dal limite dell’area che infila l’incrocio dei pali. La reazione Blues è timida e Mount spara alle stelle dopo una bella accelerazione di Mudryk in campo aperto. È proprio l’ucraino a suonare la carica nel finale, ma non basta. Trionfa il Brighton quindi, che alimenta le proprie ambizioni europee salendo a 49 punti, a +10 sul Chelsea.

TOTTENHAM-BOURNEMOUTH 2-3
Succede di tutto tra Tottenham e Bournemouth: finisce 2-3. Spurs subito padroni del gioco e pericolosi in area avversaria, prima con Kane e poi con Kulusevski. Il vantaggio arriva al 14’: Perisic vede l’inserimento di Son, che è freddo davanti la porta e batte Neto. Provvidenziale l’ex portiere della Fiorentina su un’altra bella azione personale del coreano, che colpisce il palo da fuori area. Le Cherries sono tramortite, ma crescono con il passare dei minuti: al 38’ Solanke difende palla in area e pesca l’inserimento di Vina, l’ex Roma conclude di prima e batte Lloris con un preciso rasoterra. Il Tottenham prova ad alzare i ritmi nella ripresa, ma si espone ai contropiedi ospiti, che trovano il clamoroso sorpasso al 51’: Solanke vince un rimpallo in area e non lascia scampo al portiere avversario. Nel finale sale la pressione degli Spurs, che pareggiano all’88’: Danjuma riceve palla al limite dell’area e batte il portiere avversario infilando all’angolino. Ma le emozioni non sono finite: in pieno recupero Solanke serve un altro assist, questa volta per Ouattara, che gela ancora Stellini e regala ai suoi una vittoria fondamentale in ottica salvezza. Finisce quindi 2-3: il Tottenham rimane al quinto posto a 53 punti, il Bournemouth raggiunge quota 33.

EVERTON-FULHAM 1-3
Trionfa il Fulham, che batte l’Everton a domicilio 3-1. L’avvio di gara è tutto londinese: prima Pickford è decisivo sul tentativo di Wilson, poi Andreas Pereira colpisce il palo da fuori area. Il meritato vantaggio arriva al 22’, con Reed che si ritrova smarcato a centro area e non fallisce. Sul finale di tempo si svegliano i padroni di casa, con Maupay che impegna Leno di testa. Al 35’ l’aggressività dei Toffees dà i suoi frutti: McNeil si ritrova libero al limite dell’area e infila il portiere avversario all’angolino. Il Fulham reagisce nella ripresa: Willian in ripartenza ispira per Wilson, che si coordina e riporta i suoi in vantaggio al 51’. Il tris arriva al 68’: James piomba su un pallone vagante in area e trafigge ancora Pickford. Nel finale prova ad alzare il pressing Dyche, ma senza successo. Vince il Fulham, che vola a 42 punti, lasciando l’Everton a 27.

WOLVERHAMPTON-BRENTFORD 2-0
Vince 2-0 il Wolverhampton contro il Brentford. Approcciano bene il match gli ospiti, ma il vantaggio lo trovano i Wolves: Diego Costa si fa trovare smarcato a centro area e al 27’ firma il suo primo gol stagionale. L’ex centravanti del Chelsea è ancora pericoloso a inizio ripresa, quando da buona posizione trova il gran riflesso di Raya. Il raddoppio arriva al 69’, quando Hwang colpisce in mischia. Nel finale si svegliano le Bees, che provano ad accorciare le distanze prima con il colpo di testa di Janelt e poi con il solito Toney, che in pieno recupero trova la gran parata di Jose Sa. I Wolves salgono così a 34 punti in classifica, mentre il Brentford rimane a 43.

SOUTHAMPTON-CRYSTAL PALACE 0-2
Ancora una vittoria per Roy Hodgson e il suo Crystal Palace, che supera 2-0 il Southampton. Match intenso e aperto al St Mary’s. Aribo non centra la porta in avvio, Walcott non riesce a sfruttare un contropiede concludendo di poco a lato. Dopo le occasioni Saints però, arriva il vantaggio ospite: al 54’ Eze brucia un difensore e non lascia scampo al portiere avversario in mischia. Il centrocampista inglese è l’assoluto protagonista del match, e al 68’ firma la sua doppietta: difesa avversaria spaccata, freddezza davanti al portiere e sesto gol in campionato per lui. I padroni di casa potrebbero accorciare subito le distanze, ma il tiro da fuori di Alcaraz si spegne sul palo. La squadra di Hodgson va vicino al tris, con Ayew che termina alto sopra la traversa.

ASTON VILLA-NEWCASTLE 3-0
Prosegue inesorabile la marcia dell'Aston Villa di Unai Emery, che dal suo arrivo sulla panchina del club ha una media da Champions (38 punti in 18 gare, 2.11 a partita) e sconfigge 3-0 il Newcastle. Avvio aggressivo dei padroni di casa, che colpiscono subito il palo con lo scatenato Watkins, prima di tremare all'8': Isak impegna il Dibu Martinez, che devia in corner. Passano tre minuti e l'Aston Villa trova il vantaggio, col già menzionato Watkins assoluto protagonista. Sul cross di McGinn, il centravanti fa da torre per Ramsey, che arriva alle sue spalle e firma l'1-0 con un tiro in corsa. Villans in vantaggio all'11' e in assoluto controllo, con Pope ad evitare il raddoppio di Watkins. Emery ordina ai suoi di abbassare il ritmo e giocare di rimessa nella seconda metà del primo tempo, il Newcastle non riesce a sfondare e si va al riposo sull'1-0. Nella ripresa la musica non cambia, nonostante gli ingressi di Almiron e Callum Wilson, spettatori dello show di Ollie Watkins. L'attaccante impegna un incerto Pope, si vede annullare la rete personale al 60' e la trova quattro minuti più tardi: splendida la sua giravolta sull'assist di Moreno, prima di battere il portiere per il 2-0. Il Newcastle risente del colpo e rischia il ko tecnico, ma Pope tiene in vita i suoi deviando coi pugni il potenziale tris di Ashley Young. Nel finale i Magpies alzano il baricentro, ma è nuovamente il Villa a colpire all'83' con la doppietta di Ollie Watkins, bravo a sfruttare il velo di Ramsey: 11° gol in 13 gare per il centravanti, sotto gli occhi di Southgate. Vince 3-0 e rafforza i suoi sogni d'Europa l'Aston Villa di Unai Emery, sesto con 50 punti e sette gare senza ko (sei vittorie e un pari). Brusco stop in zona-Champions per il Newcastle, che si ferma a quota 56.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti