FRANCIA

Ligue 1: non basta Cavani, il Rennes ribalta 2-1 il Psg

Prima sconfitta stagionale per la squadra di Tuchel, che va avanti con il Matador ma viene rimontata da Niang e del Castillo

  • A
  • A
  • A

Il Psg stecca nella seconda giornata di Ligue 1 e perde 2-1 a Rennes. I campioni di Francia passano in vantaggio al 36' con Cavani, che sfrutta un clamoroso errore difensivo dei padroni di casa. I bretoni pareggiano al 44' con una bella girata di M'Baye Niang e nella ripresa trovano il gol della vittoria con del Castillo (48'). Due pareggi nelle altre partite della domenica: Saint Etienne-Brest 1-1, Reims-Strasburgo 0-0.

Ormai si può dire che il Rennes sia la bestia nera del Psg. Dopo la sconfitta in Coppa di Francia e la vittoria sofferta in Supercoppa, i parigini cadono ancora contro la squadra di Julien Stéphan. Eppure il match del Roazhon Park sembra mettersi in discesa per il Psg. Cavani prende un palo di testa al primo tiro in porta. Il secondo è gol: errore in appoggio clamoroso di capitan Da Silva, che prende in controtempo il portiere Salin e al 36' regala al Matador il più facile dei suoi gol. Due minuti più tardi Mbappé mangia almeno cinque metri in velocità a Da Silva ma conclude sull'esterno della rete. Errore grave che tiene a galla il Rennes. Quasi per caso, i padroni di casa pareggiano con M'Baye Niang, autore di una pregevole girata mancina al 44'. Rivedibile Marquinhos, che lascia troppo spazio all'ex Milan e Torino, incolpevole Areola.

Il portiere parigino ha invece responsabilità sul 2-1 del Rennes: il cross di Camavinga è alto e lento, e se Mounier è in ritardo, Areola non esce nemmeno. Ne approfitta del Castillo, che di testa al 48' ribalta i campioni di Francia. Il Rennes potrebbe fare tris, ma il palo respinge una girata volante di Gelin. Tra i rossoneri, Camavinga in grande evidenza: 16 anni, grande velocità, e difesa del Psg martoriata. Leonardo e il presidente Al-Khelaifi assistono preoccupati agli sviluppi di una gara che sorride sempre di più ai bretoni. Tuchel tenta di recuperare per i capelli la partita inserendo Sarabia, l'unico cambio di livello in attacco, al posto di un Di Maria in ritardo di condizione. Nell'assedio finale l'unico a tirare in porta è Mbappé: Salin respinge per due volte e salva il 2-1. Dalla panchina Di Maria e Draxler osservano sconsolati. E chissà cosa penserà Neymar di quelli che, forse ancora per poco, sono i suoi compagni.

LE ALTRE PARTITE

Al Geoffroy-Guichard di Saint Etienne, il neopromosso Brest ferma sull'1-1 i padroni di casa, che hanno chiuso l'ultimo campionato al quarto posto. Gli ospiti vanno addirittura in vantaggio in chiusura di primo tempo con un destro di prima intenzione di Faussurier. Il Brest accarezza i tre punti ma il Saint Etienne acciuffa il pari al minuto 83 grazie al sinistro di Bouanga. Nel secondo match di giornata, altro pareggio, stavolta per 0-0, tra Reims e Strasburgo.

 

Vedi anche Ligue 1: rallenta ancora il Marsiglia, Nizza primo con il Lione, cadono in 10 Lilla e Monaco  Calcio estero Ligue 1: rallenta ancora il Marsiglia, Nizza primo con il Lione, cadono in 10 Lilla e Monaco 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments