Ligue 1: il Nizza in 10 pareggia contro il Monaco, rallenta il Lione e va ko il Marsiglia

Finisce in parità il derby della Costa Azzurra, la squadra di Genesio rimonta due gol al Tolosa in trasferta

  • A
  • A
  • A

Nessun vincitore nel derby della Costa Azzurra tra Monaco e Nizza: finisce infatti 1-1 tra Henry e Vieira, con i monegaschi in superiorità numerica per un tempo per il rosso a Sacko. Vantaggio di Saint Maximin, pareggio a inizio ripresa di Badiashile. Il Lione fa 2-2 sul campo del Tolosa, ma è un punto guadagnato in rimonta da 0-2. Vincono poi il Nimes sul Nantes per 1-0 e il Guingamp sul Rennes 2-1 (a segno l'ex Milan Niang). Il Marsiglia di Garcia perde 2-1 nel finale sul campo del Saint Etienne.

Nel derby tra amici, con Henry e Vieira sulle panchine di Monaco e Nizza, a partire meglio è la squadra dell'ex attaccante di Arsenal e Barcellona. Al 3' Dante perde un pallone ingenuo al limite della propria area sulla pressione di Moussa Sylla che serve sulla sinistra Golovin in corsa. Il russo arriva e calcia in scivolata a incrociare, Benitez mette in calcio d'angolo di piede. Le due squadre provano a pressare l'avversario quando entra in possesso palla, ma dopo qualche imbucata in verticale di troppo da entrambe le parti, tutti si abbassano dietro la linea di centrocampo per aspettare e provare a ripartire. Serve qualche errore singolo per riaccendere una gara altrimenti soporifera e ancora una volta il protagonista in negativo è Dante al 28'. Pallone colpito male nel cerchio di centrocampo e Rony Lopes può puntare in corsa uno contro uno il brasiliano. Il portoghese si sposta il pallone sul sinistro all'improvviso al limite dell'area, ma lo spedisce alto. Al 30' è Henry a disperarsi perché un banale errore in impostazione dei suoi agevola il vantaggio del Nizza: Ait Bennasser si fa intercettare un tentativo di apertura, sul rimbalzo del pallone Jemerson guarda, Saint Maximin invece attacca la traiettoria e può correre verso la porta di Benaglio. Scatto a bruciare il difensore del Monaco, due tocchi di destro in corsa, con il terzo che è morbido a incrociare per mettere a terra il portiere del Monaco e siglare il vantaggio. Il direttore di gara controlla al VAR per un possibile fallo di mano e convalida. Nel recupero del primo tempo on field review ancora protagonista: Sacko entra duramente vicino alla linea laterale e viene ammonito, ma il direttore di gara viene richiamato al monitor e cambia idea. Espulsione e Nizza che deve affrontare tutta la ripresa sopra di un gol, ma sotto di un uomo. Riparte il secondo tempo e il Monaco pareggia subito. Golovin dalla bandierina, Badiashile stacca in terzo tempo in mezzo l'area e chiama Benitez a una parata fantastica, con il pallone poi spazzato ancora in angolo. La Gol Line Technology, però, dice che il pallone è tutto dentro e allora l'1-1 è scritto. Monaco che con l'uomo in più ha sempre la palla tra i piedi, il Nizza fa fatica a interrompere il ritmo di palleggio della squadra di Henry che a 20 minuti dalla fine mette Falcao dalla panchina per provare ad avere una presenza diversa negli ultimi metri davanti alla porta di Benitez. Il portiere del Nizza si spaventa al 72' sulla botta di Tielemans da fuori, ma a muoversi è solo l'esterno della rete. Al 74' rigore quanto meno dubbio per il Nizza, con Atal che sguscia via a destra e finisce giù in area di rigore, su un contatto con Badiashile che se c'è è molto lieve. Ancora on field review, con il direttore di gara che conferma la propria decisione. A togliere ogni dubbio ci pensa Benaglio che respinge la conclusione incrociata di Saint Maximin e lascia in piedi la parità. All' 80 dentro anche Jovetic nel Monaco. All'84' Falcao raccoglie un pallone contratto al limite dell'area e da fermo calcia a giro, Benitez si srotola in volo e devia quel tanto che basta a spedire la traiettoria in pieno sul palo. E' l'ultimo sussulto della gara, un punto a testa che non cambia di molto la situazione delle due squadre, con il Monaco sempre penultimo e ora con un solo punto di vantaggio sul Guingamp e il Nizza al sesto posto.

Chi avrebbe voluto fare uno scatto in avanti in classifica è il Lione terzo che però finisce sotto di due gol sul campo del Tolosa e riesce a rimontare nel finale fino al 2-2, raccogliendo almeno un punticino. Per i padroni di casa il protagonista è uno solo, Jimmy Durmaz che firma la personale doppietta al 12' e al 74' su calcio di rigore. Neanche un minuto e la squadra di Genesio accorcia con Dembelè, prima di rientrare del tutto all'85 grazie a Fekir. Tolosa che getta via così due punti che sarebbero stati importanti per allontanarsi dalla zona più calda della classifica. Zona più calda della classifica che per il Guingamp sembrava inevitabile, ma che ora sempre un pochino meno lontana da abbandonare. L'ultimo posto in classifica resta, ma la vittoria casalinga per 2-1 sul Rennes permette di accorciare a una sola lunghezza di distanza dal Monaco. Vantaggio dei padroni di casa al 40' grazie a Eboa Eboa e secondo allungo al 59' con Deaux. Nel finale per il Rennes segna l'ex Milan e Torino Niang, all'86, ma non basta per evitare la sconfitta. Altra vittoria casalinga, 1-0, è quella del Nimes che piega il Nantes con il gol segnato al 64' da Alakouch. Ospiti che restano in 10 nel recupero del primo tempo per l'espulsione di Koulibaly e non riescono nella ripresa a trovare l'episodio per raddrizzare la gara. Nimes che grazie a questi tre punti supera il Bordeaux in classifica e stacca il Nantes, con cui era a pari merito in classifica prima di questa sfida di centro classifica.

Si ferma ancora il Marsiglia di Rudi Garcia, sconfitto 2-1 sul campo del Saint Etienne. E pensare che per l'ex allenatore della Roma la gara sembrava essersi messa in discesa nel primo tempo, grazie al gol al 16' di un altro ex giallorosso come Kevin Strootman. I biancoverdi, però, nella ripresa ribaltano tutto. Il volto della rimonta e del sorpasso è uno solo e risponde al nome di Wahbi Khazri: doppietta decisiva per lui, con il primo gol che arriva su calcio di rigore al 59' e quello con cui il Saint Etienne mette la definitiva freccia del sorpasso all'89' con un destro da fuori area sotto la traversa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments