FRANCIA

Ligue 1: il Lille pareggia e torna in vetta, ma il Psg è a -1

La formazione di Galtier non va oltre lo 0-0 in casa col Brest e sale a 55 punti, con Pochettino a 54. Monaco fermato sul 2-2 dal Lorient, colpi salvezza di St. Etienne e Strasburgo

  • A
  • A
  • A

Nella 25esima giornata di Ligue 1, il Lille non va oltre lo 0-0 in casa con il Brest: un risultato che riporta la formazione di Galtier al primo posto in solitaria con 55 punti, ma adesso il Psg è secondo a -1. Pareggio interno anche per il Monaco: 2-2 col Lorient con doppiette di Moffi e Ben Yedder. Vittorie in trasferta per Nantes (3-1 all’Angers), St. Etienne (2-0 sul Rennes) e Strasburgo (2-1 sul Metz). Il Marsiglia resiste in nove uomini e strappa il pari a Bordeaux.

LILLE-BREST 0-0
Il nervosismo finale di Galtier e dei suoi è la fotografia della partita del Lille, che non riesce a segnare alla quarta peggior difesa della Ligue 1: adesso, il vantaggio sul Psg è minimo, solo un punto. Al Pierre-Mauroy, le occasioni faticano ad arrivare, soprattutto nel primo tempo: l'unica degna di nota la costruisce il Brest al 34' grazie al velenoso sinistro da posizione angolata di Perraud ben disinnescato da Maignan. Ad inizio ripresa, ecco la prima vera occasione per la capolista: Xaka riceve di testa da Bamba e conclude al volo di sinistro, non inquadrando però lo specchio della porta. Al 67', i padroni di casa trovano il gol con Davi, ma la rete viene annullata per un tocco di mano di Fonte. Inutile il forcing finale, che porta soltanto ad una rovesciata fuori misura di Yazici: il Lille pareggia per 0-0 e interrompe la striscia di sei vittorie consecutive. Il primo posto con 55 punti è solo una magra consolazione: il Psg è più vicino che mai.

MONACO-LORIENT 2-2
Dopo sette vittorie consecutive, il Monaco si fa fermare in casa dal Lorient e fallisce la ghiotta occasione di portarsi ad un solo punto dal terzo posto del Lione. Al Louis II, lo 0-0 dura appena 6 minuti: Lecomte stende in area Wissa e Moffi, dal dischetto, non sbaglia, portando in vantaggio gli ospiti. Proprio dagli undici metri, però, arriva il pareggio nella ripresa: dopo solo un minuto, Mendes tocca il pallone in area con un braccio e Ben Yedder batte Dreyer. Al 62', Moffi firma la sua personale doppietta con un sinistro vincente in area, ma gli uomini di Kovac riescono a trovare il pareggio proprio al 93', e ancora con Ben Yedder, che sfrutta la sponda di testa di Badiashile e insacca da pochi passi. Beffa clamorosa per il Lorient, che con questo pareggio sale a quota 23: il Nantes terzultimo è solo a -1.

RENNES-ST. ETIENNE 0-2
Brutto ko interno per il Rennes, battuto 2-0 in casa dal St. Etienne. La partita cambia nel giro di due minuti: al 26', i rossoneri invocano un calcio di rigore non concesso da Batta e, sull'attacco successivo degli ospiti, arriva l'1-0 grazie al precisissimo diagonale in area di Bouanga, che con il destro batte Gomis. Nella ripresa, Puel pesca dalla panchina Nordin, che 14 minuti dopo il suo ingresso in campo raddoppia con un destro chirurgico che non lascia scampo all'ex Spal. Finisce 2-0 per il St. Etienne, sempre a +7 sul terzultimo posto grazie al terzo successo nelle ultime quattro partite.

ANGERS-NANTES 1-3
Non poteva sognare debutto migliore Antoine Kombouaré, sostituto di Raymond Domenech sulla panchina del Nantes. Arriva, infatti, un importantissimo successo per 3-1 in casa dell'Angers, risultato che permette agli ospiti di portarsi a -1 dalla zona salvezza. Avvio dirompente dei gialloverdi, già avanti di due gol dopo 7 minuti: Simon firma il vantaggio al 4', Louza raddoppia su rigore al 7'. Sempre dal dischetto, Mangani accorcia le distanze per i padroni di casa al 33'. Il match resta in bilico fino all'85', quando Bamba chiude i giochi su assist di Blas. Vittoria fondamentale per il Nantes, ora solo a -1 dal Lorient quartultimo. L'Angers, invece, resta a 34 punti, a -4 dall'Europa.

METZ-STRASBURGO 1-2
Colpo esterno dello Strasburgo, che vince 2-1 in rimonta in casa del Metz e conserva il vantaggio sulla zona playout. Al Saint-Symphorien, Delaine porta in vantaggio i padroni di casa con un contropiede fulmineo che vale l'1-0 dopo 17 minuti. Gli ospiti, però, possono contare su Adrien Thomasson, che prima pareggia al 33' su assist di Aholou, poi trova il gol vittoria all'84' con un colpo di testa che non lascia scampo a Oukidja. Con questi tre punti, lo Strasburgo resta a +6 sul Nantes. Il Metz, invece, fallisce l'occasione di agganciare il Rennes al quinto posto.

DIGIONE-NIMES 0-2
Va al Nimes lo scontro diretto in fondo alla classifica con il Digione, sempre più lontano dalla salvezza. Dopo un primo tempo senza reti, la partita si sblocca al 76' grazie a Ripart, che riceve da Deaux e mette il pallone sotto la traversa, mentre all'87' Eliasson chiude i giochi. La formazione di Linares, che termina anche il match in dieci per l'espulsione di Sammaritano, resta ultima con appena 15 punti e a -7 dalla terzultima posizione. Spera, invece, il Nimes, che accorcia sul Lorient quartultimo.

BORDEAUX-MARSIGLIA 0-0
Nonostante un intero secondo tempo in doppia inferiorità numerica, il Marsiglia tiene lo 0-0 a Bordeaux, sale al nono posto restando in classifica davanti proprio agli uomini di Gasset e guadagna anche un punticino sul Rennes quinto (ora solo a +4). Al 23’ Hwang si crea un’ottima occasione per i padroni di casa, calciando con rapidità in porta: il pallone però esce appena a lato sulla destra. In avvio di secondo tempo l’OM rimane addirittura in nove uomini nel giro di 4 minuti: prima viene espulso Balerdi per una trattenuta considerata da chiara occasione da gol, poi anche Benedetto riceve il rosso diretto per un fallaccio. Nel frattempo Hwang colpisce un palo, mentre Zerkane scheggia la traversa, ma il muro marsigliese resta intatto.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments