SPAGNA

Liga: l'Atletico passa al 90' e torna in vetta, vince anche il Barcellona

Il gol di Suarez nel finale regala il 2-1 ai Colchoneros sull'Alaves: il Real è a -2. La rete di de Jong vale l'1-0 dei catalani in casa dell'Huesca

  • A
  • A
  • A

Grazie al gol di Luis Suarez al 90', l'Atletico vince 2-1 in casa dell'Alaves e torna in vetta in Liga. L'uruguaiano è decisivo nel finale, dopo il vantaggio dei Colchoneros firmato da Llorente (41') e il momentaneo 1-1 causato dall'autogol di Felipe all'84': Simeone sorpassa il Real e riconquista il primo posto. Vince anche il Barcellona, che a fatica passa 1-0 sul campo dell'Huesca ultimo in classifica con la rete di de Jong al 27'. 

Getty Images

HUESCA-BARCELLONA 0-1
Si apre con un successo, seppur sofferto, il 2021 del Barcellona, che vince 1-0 sul campo dell'Huesca ultimo in classifica. Gli uomini di Koeman costruiscono la prima occasione da gol dopo 7 minuti: cross di Jordi Alba, velo di Braithwaite e deviazione sotto porta di Pedri, ma Alvaro Fernandez para. Il canterano va nuovamente vicino al vantaggio con un colpo di testa di poco alto sopra la traversa. Al 27', il dominio catalano viene premiato: cross di Messi e zampata in area di de Jong, che fa 1-0. Al 41', Fernandez deve compiere un miracolo per togliere dall'incrocio dei pali la punizione dell'argentino. Nella ripresa, i blaugrana dominano dal punto di vista del possesso palla, ma l'Huesca va vicinissimo al pareggio al 63' con il colpo di tacco di Mir da pochi passi bloccato da ter Stegen. L'occasione per i padroni di casa sveglia il Barcellona, che si lancia alla ricerca del raddoppio: al 68', Fernandez mura ancora Messi in area. La formazione di Koeman non chiude la partita e gli uomini di Michel ci credono, ma riescono soltanto a spaventare gli ospiti senza creare vere occasioni da gol. Finisce così 1-0: il Barcellona sorpassa il Siviglia e sale al quinto posto a quota 28, a -1 dalla quarta piazza del Villarreal e a -2 dalla terza, occupata dalla Real Sociedad. Settima sconfitta in diciassette partite, invece, per l'Huesca, sempre più ultimo con appena 12 punti.

REAL SOCIEDAD-OSASUNA 1-1
La Real Sociedad non va oltre l'1-1 in casa con l'Osasuna. A San Sebastian, la partita si mette subito male per gli uomini di Alguacil. Al 20', infatti, gli ospiti passano in vantaggio con Jonathan Calleri, che insacca con il destro dopo il recupero di Garcia su Sagnan. Nel recupero, Portu segna, ma in posizione di fuorigioco. Nella ripresa, la Real Sociedad pareggia dopo appena un minuto: cross di Portu, sponda di testa di Willian José e deviazione di vincente di Barrenetxea. Nel finale, Bautista ci prova dal limite, ma Herrera nega il 2-1, regalando un punto prezioso all'Osasuna, sempre penultimo a quota 14. La Real Sociedad, invece, resta al terzo posto con 30 punti, ma ora il Barcellona, quinto e con due partite in meno, è solo a -2.

EIBAR-GRANADA 2-0
L'Eibar torna alla vittoria dopo cinque turni battendo 2-0 il Granada e conquistando tre punti fondamentali in zona salvezza. Succede tutto nella ripresa: al 52', Herrera stende Enrich in area. Dal dischetto, Exposito si fa parare il rigore da Rui Silva, ma sulla ribattuta si fionda Gil, che trova l'1-0. Al 76', l'ex Siviglia realizza fa doppietta con un destro a fil di palo dal limite dell'area, chiudendo i giochi. Finisce 2-0, con l'Eibar che sale a +4 sul penultimo posto e aggancia il Cadice a 19 punti, mentre il Granada manca l'aggancio al Siviglia e resta settimo a quota 24.

ALAVES-ATLETICO MADRID 1-2
Una vittoria importantissima anche se sofferta, con il solito Luis Suarez a rendersi decisivo in un finale scoppiettante. L’Atletico controlla da subito il ritmo di gioco, mentre i padroni di casa si chiudono e provano a far male in ripartenza. C’è poco spazio, però, sia sulle fasce sia al centro e né il Pistolero né Correa riescono a pungere. Al primo errore della retroguardia basca, però, i Colchoneros ne approfittano: è il 41' quando Marcos Llorente intercetta un retropassaggio sbagliato, scambia con Suarez e non fallisce davanti a Pacheco. La squadra del Cholo Simeone sfiora il raddoppio intorno all’ora di gioco, anche se Carrasco spreca tutto davanti al portiere. Il match sembra comunque mettersi molto bene per il cartellino rosso inflitto a Laguardia, entrato duro su Lemar, ma a cinque minuti dalla fine arriva il pareggio a sorpresa: è Felipe a deviare sfortunatamente il pallone alle spalle di Oblak. Suarez, però, è l’ultimo ad arrendersi e al 90', su assist di Joao Felix, segna la rete che vale il successo. La squadra di Simeone festeggia così i tre punti, pur consapevole che c’è ancora tanto da fare in campo e fuori, visto che andrà sostituito Diego Costa, che in settimana ha rescisso “per motivi personali” il contratto con i Colchoneros. Un altro attaccante è indispensabile per reggere gli impegni della seconda metà di stagione e provare ad arrivare davanti a tutti nella Liga. Già ora, però, le premesse sono ottime: l’Atletico è in testa con due punti sul Real, e rispetto ai rivali cittadini ha giocato anche due gare in meno.

ATHLETIC BILBAO-ELCHE 1-0
Vittoria preziosa per l’Athletic Bilbao che riscatta la sconfitta nel derby basco contro la Real Sociedad di fine 2020 e risale in classifica. È il terzino destro De Marcos il grande protagonista del successo per 1-0 in casa contro l’Elche, che invece non esulta da dieci gare. Nel diluvio del San Mamés non passa nemmeno mezzora (è il 25’) e dopo una bella azione corale proprio De Marcos serve dalla destra Muñiain, che in spaccata sotto porta sblocca il risultato. Il laterale sarà di nuovo decisivo all’88’ per difendere il vantaggio, respingendo sulla linea un pallonetto mancino di Emiliano Rigoni, mettendo fine al forcing degli ospiti. Nel mezzo c’è una gara giocata a viso aperto, in cui il Bilbao non riesce a trovare il raddoppio, soffrendo più del dovuto nel finale. Al 53’ l’arbitro annulla per un fuorigioco dell’ex Torino Berenguer la rete di Raul Garcia, mentre Iñaki Williams, imprendibile nella ripresa, si fa prima ipnotizzare dal centrale Verdú e poi, a ridosso al 73’, scarta due avversari e colpisce il palo. Tante occasioni sprecate, quindi, ma i tre punti arrivano comunque e per gli uomini di Gaizka Garitano va più che bene così.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments