SPAGNA

Liga: De Paul regala tre punti all’Atletico, il Cadice non molla in zona retrocessione

I Colchoneros superano 1-0 il Celta Vigo grazie all’eurogol dell’argentino, gli andalusi piegano il Getafe 1-0 e sperano ancora di potersi salvare

  • A
  • A
  • A
Liga: De Paul regala tre punti all’Atletico, il Cadice non molla in zona retrocessione - foto 1
© Getty Images

Nella trentacinquesima giornata di Liga spagnola l’Atletico Madrid si impone per 1-0 al Civitas Metropolitano contro il Celta Vigo. Dopo un primo tempo bloccato i Colchoneros la risolvono nei minuti finali, grazie all’eurogol all’84’ dell’ex Udinese Rodrigo De Paul. Con lo stesso punteggio vince anche il Cadice, che non molla in zona retrocessione e si impone in casa contro il Getafe grazie al calcio di rigore al 35’ di Ruben Alcaraz.

ATLETICO MADRID-CELTA VIGO 1-0
Successo di misura dell’Atletico Madrid, 1-0 nel finale contro il Celta Vigo. Pronti via e i Colchoneros provano subito a colpire, con Correa che si rende pericoloso al secondo minuto di gioco con il sinistro. La squadra di Simeone continua a premere sull’acceleratore, e a pochi passi dall’intervallo flirta ancora una volta con il vantaggio: al 40’ è Llorente ad andare ad un passo dall’1-0. Agli sgoccioli del primo tempo si fanno vedere in avanti anche gli ospiti, ma i giocatori delle due squadre rientrano negli spogliatoi in parità. L’Atleti nella ripresa comincia da dove aveva interrotto, spingendo forte alla ricerca del vantaggio: al 76’ ci prova Pablo Barrios, ma la sua sforbiciata da posizione angolata viene alzata miracolosamente in corner da un super Guaita. Quando tutto lascia pensare ad un pareggio a reti bianche, ecco che i madrileni la sbloccano: all’84’, sugli sviluppi di un corner, Rodrigo De Paul calcia al volo da fuori area e fa partire un arcobaleno che si spegne alle spalle del portiere avversario, per l’1-0 finale. L’Atletico Madrid sale a 70 punti in classifica, ipotecando di fatto la qualificazione alla prossima Champions League. Fermo a quota 34 il Celta Vigo, Sedicesimo ma ora solamente a +5 dalla zona retrocessione.

CADICE-GETAFE 1-0
Si regala le ultime speranze salvezza il Cadice, che tra le mura casalinghe piega 1-0 il Getafe. Il primo tempo è quasi completamente appannaggio dei padroni di casa: i gialloblù dominano in lungo e in largo, e al 35’ stappano la partita grazie al calcio di rigore trasformato da Ruben Alcaraz. Gli ospiti reagiscono tiepidamente, e la prima frazione di gioco tramonta con gli andalusi avanti di una rete. Nella ripresa il gioco è molto più spezzettato e fisico, con la squadra allenata da Bordalas che prova a ricucire il divario. Gli uomini di Pellegrino si difendono fino in fondo, riuscendo a portare a casa i tre punti. Con questo successo il Cadice sale a quota 29 punti, e continua a sperare di acciuffare Rayo Vallecano e/o Celta Vigo a tre giornate dalla fine. Fermo invece a quota 43 punti il Getafe, solitario al decimo posto.

BETIS-ALMERIA 3-2
Vittoria con qualche brivido per il Betis, che scala la classifica fino al sesto posto e scavalca la Real Sociedad grazie al 3-2 sull'Almeria. Il match, che viene subito interrotto per un malore a un tifoso e riprende dopo che quest'ultimo si è ripreso senza conseguenze, si mette subito sui binari giusti per i padroni di casa. Dopo otto minuti, il Benito Villamarin esulta per la prima rete dei suoi beniamini: la segna Fornals, che approfitta di una grande azione di Isco per siglare l'1-0. Il Betis spinge e sfiora il bis con Ayoze Perez, poi lo trova al 28': erroraccio della difesa dell'Almeria, Isco ne approfitta e sigla il raddoppio. Nel finale di tempo spingono i biancorossi, che accorciano nel recupero: Pubill serve Leo Baptistao, che manda tutti a riposo sul 2-1. Nella ripresa gli ospiti sfiorano il pari con Embarba, ma vengono subito puniti. Un altro errore difensivo porta infatti alla rete di Ayoze Perez (64'), che non chiude i giochi: Luka Romero accorcia subito, inserendosi sul filo del fuorigioco, e ci consegna un finale a nervi tesi. Il Betis si difende e, nel recupero, sfiora il poker con Rodri. Finisce comunque 3-2 e sono tre punti d'oro per Pellegrini: i suoi salgono a 55 punti, superando la Real Sociedad (54) e ipotecano di fatto l'Europa a tre turni dal termine. Il +7 sul Valencia ottavo rende quasi impossibile una rimonta dei pipistrelli. L'Almeria, invece, resta ultimo (e retrocesso) con 17 punti. 

VALENCIA-RAYO VALLECANO 0-0
Si allontana dall'Europa il Valencia, che viene fermato sullo 0-0 dal Rayo Vallecano. Un punto che può definirsi d'oro per i pipistrelli, che rischiano grosso nella ripresa. Parte forte la formazione di casa, che si costruisce delle chances con Mosquera e il giovane Yarek Gąsiorowski, ma rischia grosso su Trejo. Camello impegna per la prima volta Mamardashvili, che sarà il grande protagonista nella ripresa. Il portiere georgiano, già attenzionato dalle big d'Europa, salva in tre occasioni i suoi ed evita la sconfitta del Valencia. Imprecisioni, invece, per l'attacco valenciano: Yaremchuk si mangia il gol-vittoria nel recupero e certifica lo 0-0. Ottavo posto per Baraja e i suoi, con 48 punti: dopo tre ko consecutivi, arriva un pari. Il Rayo, di contro, è in 16a posizione a quota 35: +6 sul Cadice terzultimo, che ha sconfitto 1-0 il Getafe.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti