SPAGNA

Liga: l’Atletico Madrid è fermato dal Celta Vigo ma torna primo, il Barcellona crolla in Andalusia

I colchoneros pareggiano 0-0 in casa ma raggiungono in testa alla classifica il Siviglia, che ha una gara in meno. In vetta al campionato anche il Granada, che batte 2-0 i blaugrana

  • A
  • A
  • A

Nella quinta giornata di Liga, l’Atletico Madrid è fermato sullo 0-0 dal Celta Vigo. Al Wanda Metropolitano i padroni di casa hanno le occasioni migliori ma non riescono a concretizzarle. Con questo risultato i colchoneros tornano in testa alla classifica, agguantando a 10 punti il Siviglia (che ha una gara in meno). Clamoroso invece il ko del Barcellona sul campo del Granada, che vince 2-0 grazie alla rete di Azeez (2’) e al rigore di Vadillo (66’). Anche la squadra di Martinez Penas raggiunge così la vetta del campionato.

GRANADA-BARCELLONA 2-0
Claudio Villa negli anni ’50 cantava “Addio, Granada” e forse anche i giocatori del Barcellona lo avranno in qualche modo intonato perché, almeno per ora, l’addio è sicuramente quello alla vetta della classifica (ora distante 3 punti) dopo 90 minuti di fuoco che li costringe alla seconda sconfitta stagionale. Pronti e via ed è il Granada ad andare in vantaggio dopo 63 secondi di gioco: lungo rinvio di Rui Silva, Firpo si avventa malamente sul pallone e, sulla destra, Soldado pesca Puertas, che si libera forse fallosamente di Lenglet (che cade a terra dopo il contrasto) e da posizione decentrata effettua un tiro-cross che diventa sostanzialmente un assist in pallonetto per Azeez, che segna di testa sulla linea di porta in anticipo su Semedi, dopo la deviazione di Piqué. Puertas costringe ter Stegen a una grande parata allo scoccare del quarto d’ora di gioco con il suo sinistro rasoterra sul primo palo. Il Barcellona si vede al 22’ con il destro basso di Suarez che colpisce in pieno Rakitic e poi viene allontanato. Il Granada continua insistentemente a pressare e si fa rivedere al 38’ con un sinistro di Herrera dalla distanza che termina alto sopra la traversa. A inizio ripresa, dopo l’infortunio (e lo spezzone di partita in Champions), fa il suo esordio stagionale in Liga Lionel Messi, che subentra a Carles Pérez; i blaugrana passano a un 4-2-4. Ci sono però subito brividi per i campioni di Spagna, con ter Stegen che per poco non si butta dentro il pallone, in uscita alta, su cross dalla sinistra dell’esordiente Neva; la sfera viene fermata poi sulla linea da Soldado. La formazione di Valverde è completamente in bambola e il Granada trova il raddoppio al 66’: Vidal tocca col braccio dopo una mischia furibonda e il Var assegna il rigore ai padroni di casa. Vadillo spiazza rasoterra ter Stegen e manda in delirio tutto il Nuevo Los Cármenes. È il primo gol nella Liga per l’ex Huesca. Il diagonale di Fati non mette apprensione agli andalusi. Il Barcellona è letteralmente annichilito. Il Granada può festeggiare almeno una notte al vertice del campionato.

ATLETICO MADRID-CELTA VIGO 0-0
Passata l'adrenalina da Champions League, l'Atletico Madrid si rituffa nella Liga. A fare visita al Wanda Metropolitano c'è il Celta Vigo di Fran Escribá, squadra con meno punti di quanti il talento offensivo suggerisca. I Colchoneros vanno subito vicini al gol: al 3' Trippier fa cantare il destro su punizione, Felipe (schierato centrale al posto di Savic) svetta in area, solo i riflessi di Ruben Blanco negano che il risultato si sblocchi. Dopo un avvio difficile, il Celta si riassesta e prova a far male con il possesso palla. Dalle parti di Oblak non arrivano pericoli, ma Rafinha, Iago Aspas, Santi Mina e l'ex Denis Suarez disegnano un quadrilatero offensivo in grado di far girare a vuoto il pressing dell'Atletico. Per i padroni di casa ci prova Renan Lodi dai 25 metri, ma il missile del brasiliano trova ancora pronto Ruben Blanco, senza dubbio il migliore in campo. 

Si va al riposo sullo 0-0, Simeone non cambia nulla ma ha in canna alcuni cambi. Tra questi, Alvaro Morata, che prende il posto di Joao Felix, per la prima volta sotto tono in questo inizio di stagione. Anche l'ex Juventus e Chelsea non riesce a portare pericoli in area ospite. Lo fa Koke, ma Ruben Blanco vola a mano aperta sulla sua sinistra, e smanaccia. Ci si aspetta il forcing finale dell'Atletico, e invece il Celta finisce in crescendo: passaggio visionario di Brais Mendez per Santi Mina, Oblak deve uscire alla disperata per evitare il secondo k.o. consecutivo. Finisce 0-0: per la seconda volta consecutiva l'attacco dei Colchoneros resta a secco in Liga. In classifica, l'Atletico torna in testa con 10 punti insieme al Siviglia (ma gli andalusi hanno una gara in meno). Nelle altre partite del pomeriggio, Villarreal-Valladolid 2-0, Levante-Eibar 0-0.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments