CALCIO ESTERO

Il Messico ci ricasca: festa e viaggio con modelle al seguito

Dopo lo scandalo prima del mondiale 2018, il Tricolor ancora al centro di una bufera

  • A
  • A
  • A

Bufera in casa Messico, proprio come lo scorso anno. Secondo quanto riportato da Mundo Deportivo, dopo la partita con gli Stati Uniti vinta 3-0, alcuni giocatori di Tata Martino sono stati immortalati in una discoteca assieme a modelle e influencer. Fin qui nulla di strano, se non fosse che media locali hanno approfondito la questione: due delle modelle presenti avrebbero fatto lo stesso tragitto della squadra prima della partita contro l’Argentina, dormendo nello stesso albergo dei calciatori.

Se si dà seguito a queste voci, non stupisce più di tanto la sconfitta del Messico per 4-0 contro l'albiceleste e soprattutto l'atteggiamento spento dei giocatori durante il match. È toccato a Layun dare delle spiegazioni: "Avevamo un paio d’ore libere dopo la partita con gli Stati Uniti e siamo andati in un locale che diventa discoteca e ci siamo stati dalle 15:30 alle 20:30. Dopodiché siamo rientrati tutti assieme in albergo per riposarci. Qualcuno ha detto che è successo prima della partita con l’Argentina, ma è assurdo che venga detta una cosa per un’altra". Nessuna menzione alle due modelle che avrebbero viaggiato col gruppo dal New Jersey fino a San Antonio.

L'opinione pubblica si è fatta la propria idea ricordando, inevitabilmente, quanto accaduto prima del mondiale di Russia 2018. Il tecnico di allora, Osorio, aveva dato ai suoi giocatori qualche giorno di libertà da trascorrere con le proprie famiglie. Peccato che non tutti erano tornati a casa. Alcuni calciatori erano stati paparazzati nel mezzo di una festa in compagnia di una trentina di escort. Ne era seguito uno scandalo: Chicharito aveva dovuto dare spiegazioni sui giornali, mentre Ander Herrera era stato costretto a chiedere scusa via social a sua moglie. 

Ora l'allenatore è cambiato, i giocatori pure. Ma, come si dice, il lupo perde il pelo ma non il vizio. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments