Il Barcellona richiama Vidal: "Deve avere rispetto per i compagni e l'allenatore"

Pep Segura, dg del club, attacca il cileno per i suoi post social: "Ma ha capito che hanno creato danno più a lui che ad altri"

  • A
  • A
  • A

È arrivata la conferma: a Barcellona c'è un caso Vidal. È scoppiato a causa delle esternazioni del centrocampista cileno sui social per i pochi minuti giocati in maglia blaugrana, ma non solo. Pep Segura, direttore generale dei catalani, non ha usato mezzi termini per descrivere il suo comportamento: "Deve avere rispetto per i compagni di squadra, per lo spogliatoio, per l'allenatore e per il club. Comunque lui ha capito che questi suoi post hanno creato danno più a lui che agli altri e credo che modificherà questo suo modo di fare".

Segura ha parlato di "doppia connotazione" e c'è comunque un aspetto positivo nell'esprimere questa rabbia da parte di Vidal: "Dimostra che Arturo vuole integrarsi rapidamente al Barcellona e vuole aiutare la squadra a vincere, per questo si sente frustrato nel giocare pochi minuti", ha notato in un'intervista a El Mundo Deportivo.

Il problema potrebbe essere risolto in due modi: il primo è una effettiva presa di coscienza da parte dell'ex bianconero, magari sereno dopo il ritorno dagli impegni con la nazionale; il secondo è una soluzione drastica, cioè l'allontanamento di Ernesto Valverde dopo i risultati non esaltanti in Liga.
Segura al momento sembra escludere quest'ultima ipotesi, anche se è presto parlare di rinnovo per l'allenatore che andrà in scadenza a giugno: "Non si può parlare ora del futuro dell'allenatore. Ha due anni di contratto più un'opzione per il terzo (cioè il prossimo, ndr). Quando sarà il momento di prendere delle decisioni, lo faremo insieme, per il momento siamo soddisfatti del suo lavoro e non ci stiamo preoccupando di nulla. Volevamo preparare una squadra più forte e competitiva dell'anno scorso e ci siamo riusciti”.

Quindi è tutto nelle mani e, soprattutto, nella testa di Arturo Vidal, specie dopo le parole del suo direttore generale: chi ha orecchi per intendere, intenda...

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments