Fenomeno Mbappé: alla stessa età Messi aveva segnato meno di un terzo dei suoi gol

Le reti del francese sono 96 contro le 30 di Leo a 20 anni, 4 mesi e 5 giorni mentre Ronaldo era a 27

  • A
  • A
  • A

Chi è (o chi è stato) il più forte attaccante della storia del calcio a 20 anni? Se i numeri nel calcio fossero una scienza esatta, la risposta sarebbe scontata: Kylian Mbappé. Meglio di Messi, meglio di Cristiano Ronaldo. Ovviamente poi bisogna considerare anche le circostanze nelle quali questi numeri sono maturati, la forza degli avversari e mille altre variabili. Però i nudi numeri sono impressionanti, al di là di tutte le altre considerazioni.
Mbappe, come ci racconta il quotidiano spagnolo As, ha segnato nella sua carriera da professionista 96 reti con le maglie di Monaco, Paris Saint Germain e Nazionale francese (12 i gol messi a segno con la maglia dei Blues). Un valore numerico toccato all'età di 20 anni, 4 mesi e 5 giorni. Facendo un passo indietro, andiamo a rivedere lo score di Lionel Messi alla stessa identica età, un Messi che cominciava a guadagnarsi un certo spazio all'interno del Barcellona ma nel calcio professionistico aveva messo a segno appena 30 gol, meno di un terzo rispetto a quelli di Mbappe, di cui 4 con la Nazionale argentina.
La supremazia storica di Mbappe aumenta ulteriormente se si va a fare un confronto con Cristiano Ronaldo, che a 20 anni, 4 mesi e 5 giorni tra Sporting Lisbona, Manchester United e Nazionale portoghese era fermo a quota 27 reti, di cui 9 erano stati realizzati difendendo i colori del proprio Paese. I numeri non sono affatto scienza nel calcio, ma quelli di Mbappe sono davvero impressionanti e portano a pensare che il ragazzo del Paris Saint Germain sia pronto per scrivere la storia. Non solo una grande promessa ma anche una realtà assoluta del calcio moderno. Poi Messi e Ronaldo hanno vinto di tutto, adesso tocca a Mbappe.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments