IN DANIMARCA

Danimarca, l’Aarhus porta i tifosi allo stadio con Zoom: le tribune sono virtuali 

Il progetto del club permetterà ai tifosi di vivere lo stadio e ai giocatori di vedere i fans presenti a casa

  • A
  • A
  • A

Il calcio ai tempi del coronavirus? Porte chiuse e... stadi virtuali. La rivoluzione digitale arriva dalla Danimarca, dove quando a fine maggio il campionato ripartirà, sulle tribune dello stadio di Aarhus ci saranno i tifosi collegati da casa. Un'iniziativa in stile Black Mirror, dettata dalla necessità e presentata dal club danese sui propri canali ufficiali, che costituisce un'esperienza del tutto nuova a livello mondiale: nello stadio della squadra di casa verranno montate delle tribune virtuali in collaborazione con la piattaforma digitale Zoom.

"Non appena la partita comincia, sarete raccolti nella stessa sezione di cui avete preso il tagliando - spiega il club - Ci saranno 22 sezioni tra cui scegliere, come se fosse un normale stadio di calcio; così ci saranno anche i settori per i tifosi ospiti e quelli neutrali. L'iniziativa vedrà l'installazione di diversi schermi allo stadio, dove i tifosi vedranno la partita dalla loro tribuna virtuale".

Un vero e proprio stadio virtuale con biglietto gratuito: "Allo stesso modo i giocatori potranno vedere e sentire il sostegno dei loro tifosi dal divano direttamente allo stadio, ad una distanza di sicurezza ma sempre vicino al cuore e al calcio. Sarà la prima gara di campionato dopo tanto tempo e la celebreremo con una storica iniziativa digitale e siamo orgogliosi di essere il primo club al mondo ad utilizzarla". Il prossimo 29 maggio, giorno dell'esordio in campionato dell’Aarhus, si avrà il primo assaggiod el calcio al tempo del contagio, o forse del calcio del futuro.

Vedi anche Coronavirus, idea Midtjylland: partite al drive-in per i tifosi Calcio estero Coronavirus, idea Midtjylland: partite al drive-in per i tifosi

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments