Yaya Touré, allarme rientrato

Il centrocampista del City non aveva risposto alla convocazione senza dare spiegazioni e aveva messo in allarme la federcalcio ivoriana

  • A
  • A
  • A

Allarme rientrato per la Costa d'Avorio, per qualche ora in ansia per Yaya Touré. Convocato dal ct Kamara in vista delle amichevoli con Togo (24 marzo) e Moldavia (27 marzo), il centrocampista - in un primo momento senza informare nessuno - non si è presentato nel ritiro della sua Nazionale. Come riferito dalla Bbc, però, il giocatore si è poi messo in contatto con la federazione spiegando che alla base della sua assenza ci sono motivi familiari.

Il giocatore del City era pronto a tornare in nazionale dopo tre anni di assenza, nonostante la Costa d'Avorio - così come l'Italia - non si sia qualificata per il Mondiale. La chiamata di Kamara, però, si era inizialmente trasformata in un giallo: "Se tutti gli altri giocatori che militano in Europa sono presenti a Beauvais, non è il caso di Yaya Touré - si leggeva nel comunicato della federcalcio ivoriana -. Lo staff è senza notizie del capitano degli Elefanti vincitori della Coppa d'Africa 2015".

Un mistero fortunatamente risolto senza risvolti tragici, visto che poi è stato lo stesso Yaya Touré a mettersi in contatto con la sua nazionale per spiegare i motivi alla base della sua mancata risposta alla convocazione.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments