COPPA DI FRANCIA

Coppa di Francia: Neymar regala il titolo al Psg, ma l'ansia è per Mbappé

Battuto per 1-0 il Saint-Etienne in una sfida molto nervosa: ne fa le spese il campione del mondo, infortunato e in lacrime dopo il fallaccio di Perrin (espulso)

  • A
  • A
  • A

Il Psg si aggiudica la Coppa di Francia battendo per 1-0 il Saint-Etienne, ma trattiene il fiato per Kylian Mbappé: il campione del mondo lascia infatti il campo in lacrime dopo poco più di mezz'ora, per un'entrataccia sulla caviglia di Perrin (espulso). Era stato lui a far partire l'azione che aveva permesso a Neymar di segnare al 14' la rete decisiva. Per i parigini out per infortunio anche Kehrer dopo appena 20 minuti.

Era dall'11 marzo che il Psg non giocava una partita ufficiale. Era la notte del 2-0 sul Borussia Dortmund, quello che spalancò le porte ai quarti di finale di Champions League quando ancora non si poteva prevedere che il Coronavirus avrebbe messo in ginocchio il mondo e fermato il calcio. In Francia più che altrove, dato che la Ligue 1 non è più ripartita da allora e i parigini si sono ritrovati campioni nazionali con 11 partite mai disputate. Per questo motivo la finale di Coppa di Francia valeva un trofeo, ma rappresentava anche le prove generali verso la Champions e la sfida contro l'Atalanta. E se il titolo è effettivamente finito nella bacheca degli uomini di Tuchel, i motivi di preoccupazione non mancano.

Se infatti è un guizzo di Neymar a regalare la vittoria al Psg, l'altra grande notizia della sera dello Stade de France è l'infortunio di Mbappé, uscito in lacrime dopo un folle intervento di Perrin sulla sua caviglia. Il fuoriclasse francese era stato peraltro decisivo per la marcatura dei suoi, presentandosi in area dalla destra e costringendo Moulin alla difficile parata, con Neymar perfetto nel tap-in al 14'. Partita però molto nervosa, con Kehrer costretto a lasciare il posto a Dagba dopo appena 20 minuti. Di Maria sfiora il raddoppio, ma Moulin gli dice di no. Poco prima della mezz'ora arriva però l'intervento killer di Perrin su Mbappé, che spaventa non poco il Psg in vista dei prossimi impegni. Specie per il pianto a dirotto del fuoriclasse.

La partita resta nervosissima, ma i parigini non riescono a sfruttare la superiorità numerica per chiuderla. Ancora prima dell'intervallo è Icardi a impegnare il solito, attentissimo Moulin, quindi è Di Maria a farsi deviare in corner un pallone d'oro da ottima posizione. All'ora di gioco il Saint-Etienne crea una delle poche occasioni per pareggiare, ma Bouanga spara alle stelle. Dall'altra parte continua a giganteggiare Moulin, che chiude la porta anche a Sarabia (subentrato proprio a Mbappé). Nel finale Keylor Navas si merita un gran voto dopo una partita quasi da spettatore negando il pari allo stesso Bouanga, a tempo scaduto Fofana non va oltre un corner per il Saint-Etienne. E il Psg vince e solleva la coppa, ma con un umore ben diverso da quello di una notte di festa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments