Coppa del Re, Barcellona battuto

I blaugrana perdono per 2-0: in rete Sarabia e Ben Yedder, che mostra un messaggio per il collega disperso

  • A
  • A
  • A

Il Siviglia sogna la semifinale di Coppa del Re. La squadra andalusa nell'andata dei quarti batte infatti per 2-0 il Barcellona, che ha vinto il trofeo per quattro anni di fila. Valverde rinuncia a molti big e sceglie anche Kevin-Prince Boateng come titolare, ma viene punito dai gol di Pablo Sarabia (58') e Wissam Ben Yedder (76'). E quest'ultimo dedica la sua rete a Emiliano Sala, con un commovente messaggio scritto sulla canottiera.

Il Barcellona solleva la Coppa del Re sin dal 2015 e in una stagione in cui il campionato sembra poter riprendere la via della Rambla in maniera quasi semplice, di certo non vuole lasciarsi scappare il doblete. Anche per questo motivo le scelte di mister Ernesto Valverde sono destinate a far discutere nei prossimi giorni, dopo la scoppola rifilata ai culé da un Siviglia bellissimo, da applausi. E anche da lacrime sugli occhi, guardando l'esultanza per il gol del definitivo 2-0. Il Barcellona si affida a Kevin-Prince Boateng sin dal primo minuto (e come "falso nueve", proprio come amava fare Roberto De Zerbi al Sassuolo), ma la scelta non sembra pagare. Il Siviglia scende infatti in campo con i suoi titolarissimi, mentre Valverde piazza Alena e Malcom ai lati dell'ex nazionale ghanese. Il risultato è che il primo tiro, che arriva al 10', è del rojiblanco Semedo. Malcom e Rakitic provano invano a creare qualche grattacapo al Siviglia, Boateng finisce un po' troppo spesso in fuorigioco. La prima grande occasione del primo tempo è quindi sul piede di Ben Yedder, che al 36' dopo essersi bevuto mezza difesa blaugrana va al tiro sbagliando mira di pochissimo. Ci prova poi Malcom, che spreca tutto a tu per tu con Soriano, e prima dell'intervallo ancora Ben Yedder si crea una grande occasione ma poi si lascia ipnotizzare da Cillessen.

Nella ripresa il Siviglia capisce che può fare sua la partita e accelera. Al 56' Amadou raccoglie l'assist di Sarabia con un destro di primissima intenzione, che finisce largo di un soffio. E al 58' la squadra di casa passa in vantaggio: Promes sfida in velocità Piqué e scherza con il campione d'Europa e del Mondo, poi va al cross dalla sinistra su cui arriva la spettacolare sforbiciata di Sarabia, al quindicesimo gol in stagione. Valverde rinuncia agli esperimenti e manda in campo Suarez e Coutinho al posto di Boateng e Malcom (Messi non si trova nemmeno a Siviglia). I padroni di casa devono anche rinunciare a Sarabia e Jesus Navas, fermati da problemi muscolari: in campo le vecchie conoscenze della serie A Franco Vazquez e André Silva. Ma invece di soffrire il Siviglia si porta addirittura sul 2-0, grazie a un'azione da manuale: brutta palla persa a centrocampo da Coutinho, proprio Vazquez e André Silva disegnano il contropiede poi finalizzato da Banega e Ben Yedder. Strepitoso l'assist del primo a tagliare tutta l'area del Barcellona, bravissimo il secondo a insaccare. E la successiva dedica a Emiliano Sala ("Per mio fratello, forza E. Sala", recita la sua canottiera) è da pelle d'oca. Il minuto è il 76', il che lascia al Barça un quarto d'ora per provare a rendere meno improba l'impresa da centrare al ritorno del Camp Nou. Ma l'unico brivido al popolo andaluso arriva da una conclusione di Suarez deviata in corner dalla difesa di casa. E alla fine gli applausi sono tutti per un grande Siviglia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments