L'ANALISI

Bundesliga post emergenza: più tempo effettivo e performance migliorate, ma meno dribbling

I giocatori si sarebbero detti "meno esausti" per l'assenza di continue interruzioni. L'assenza del pubblico incide

  • A
  • A
  • A

Chi si aspettava ritmi blandi e giocatori esausti dopo la pausa dovuta alla pandemia di Covid-19, è rimasto sorpreso dai dati della prima giornata della Bundesliga alla ripresa. Non solo sono migliorati aspetti come velocità, precisione nella giocata e intensità, ma addirittura i giocatori avrebbero riportato di sentirsi "meno esausti" del solito. Questo perché ci sono state meno interruzioni e un tempo effettivo di gioco decisamente più alto della media, su tutti i campi.

La preoccupazione delle varie associazioni di calciatori in giro per l'Europa riguarda in prima istanza il ritorno in campo repentino dopo un lungo stop forzato. La prima giornata di Bundesliga post emergenza però ha fornito dati incoraggianti che mostrano come sia possibile tornare in campo subito con buoni ritmi, senza particolari problemi e soprattutto con risultati spesso anche migliorati.

I dati raccolti in Germania hanno mostrato un maggior atletismo in campo e una maggiore precisione nei passaggi. I dati dei singoli giocatori hanno viaggiato sugli stessi livelli di sempre con le squadre che in media hanno corso 116 chilometri a partita, ma registrando degli incrementi in termini di valori di velocità e intensità dello sforzo.

Ovviamente una differenza si è notata dal punto di vista del contatto fisico. Non solo si è tirato e segnato di meno, ma i calciatori si sono risparmiati sui contrasti; soprattutto c'è stato un crollo dei dribbling (-25%, da 38,5 di media a partita a 29). Questo per evitare contatti troppo ravvicinati con gli avversari.

Un altro dato interessante riportato da The Athletic ha fatto partire una riflessione sull'influenza del pubblico anche sulla performance atletica. Nel corso delle gare di Bundesliga giocate a porte chiuse si è registrato un aumento del tempo effettivo di gioco su tutti i campi (da 55'6'' a 57'7''), con diversi giocatori che avrebbero riferito di sentirsi "meno esausti del solito" proprio per le minori interruzioni del ritmo.

Si è perso meno tempo per falli, proteste, infortuni pur essendo aumentato il numero di punizioni e ammonizioni. Questo starebbe ad indicare l'influenza del pubblico nello sviluppo delle partite. Dato a sua volta confermato anche dai risultati maturati: solo il Borussia Dortmund ha vinto in casa, con cinque vittorie esterne e tre pareggi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments