Bayern, Ribery incorona Coman

Il francese: "Guardiola vuole vincere la Champions come noi"

  • A
  • A
  • A

Passaggio di consegne tra connazionali. E' quello che spera di fare Franck Ribery, il quale ha scelto Kingsley Coman come suo erede al Bayern Monaco. "Spero che Coman possa diventare il nuovo Ribery" - ha detto il francese in un'intervista a Goal.com - "Per lui finora non è stato facile perchè al Psg non giocava e anche alla Juventus ha giocato poco. Qui a Monaco invece è libero di testa e gioca a calcio".

"Sta facendo un buon lavoro ma ha ancora ampi margini di miglioramento" - ha proseguito Ribery - "Coman ha solo 19 anni e può imparare tanto dai più vecchi".

L'ex Marsiglia è tornato poi sulla sfida di Champions League contro la Juventus: "Gente come me, Xabi Alonso, Müller o Lahm è importante in situazioni come quella. In 45 minuti tutto può succedere, bisognava solo attaccare, attaccare e attaccare. C'è una cosa che non dobbiamo dimenticare: abbiamo segnato quattro gol alla Juventus. Decisivi i cambi della panchina? L'anno scorso ci sono mancati. In semifinale, contro il Barcellona, io, Alaba e Robben eravamo infortunati. Ora invece abbiamo più qualità e Guardiola può ruotare i giocatori. Il mister vuole vincere la Champions come noi. Gli manca solo quella per andare sereno al Manchester City".

Infine Ribery ha spiegato di non aver temuto di smettere per via dei numerosi infortuni. "E' stato difficile per me aspettare il momento di scendere nuovamente in campo. Nell'ultimo anno ero spesso triste, mi mancava giocare a calcio. Ora però fisicamente mi sento al 100%. Non ho idea di quanto tempo potrò giocare ancora ma finchè il fisico me lo permette giocherò, giocherò e giocherò. Ho ancora fame di successi", ha concluso.