Coppa Italia: Genoa-Perugia 4-3

A Marassi finisce 4-3 per la squadra di Juric: decisiva la doppietta di Pandev. Agli ottavi, i rossoblù troveranno la Lazio di Simone Inzaghi

  • A
  • A
  • A

Il Genoa deve sudare parecchio per avere ragione del Perugia, nel quarto turno di Coppa Italia. I rossoblù vanno sul 2-0 con la zampatadel Cholito Simeone (al 3') e il siluro dalla distanza di Pandev (al 37'), ma nel secondo tempo gli ospiti impattano grazie a Bianchi (53') e Drole. Ai supplementari ancora Pandev e Ninkovic regalano il passaggio del turno al Genoa, che agli ottavi trova la Lazio. Inutile il gol di Di Nolfo per il definitivo 4-3.

Pronti-via e il Genoa è subito in vantaggio. Dopo i due gol segnati alla Juventus Simeone non si ferma più e al 3' sblocca il risultato con un colpo di testa. Il Perugia accusa al colpo e rischia di capitolare nuovamente nei minuti successivi, ma un paio di interventi decisivi di Elezaj su Simeone e Ocampos permettono all'undici di Bucchi di restare in partita. Dopo un tentativo degli ospiti firmato Guberti (Lamanna è attento), i liguri trovano il raddoppio al 37' con un eurogol di Pandev che da fuori area fa partire un missile che finisce sotto la traversa per il 2-0.

Sul finire del primo tempo il Perugia tenta una timida reazione: Dezi trova sulla sua strada Lamanna, Ricci poco dopo è sfortunato con una bella conclusione al volo che termina sul fondo di un soffio. Nella ripresa il Genoa, forte del doppio vantaggio, commette l'errore di considerare già archiviato il discorso qualificazione e subisce in meno di venti minuti la rimonta di un Perugia mai domo. Dopo un paio di occasioni di Drolé e Bianchi, all'8' è proprio l'ex attaccante del Torino ad accorciare le distanze con un tocco facile facile da due passi dopo il palo colpito da Drolé. Gli ospiti continuano a premere e al 18' trovano il 2-2 con un colpo di testa nell'area piccola di Drolé.

Il Genoa si sveglia a quel punto dal torpore della ripresa e sfiora nuovamente il vantaggio con Ninkovic, subentrato nel secondo tempo e tra i più attivi. Nel finale è Burdisso a colpire la traversa da due passi in spaccata prolungando così la sfida ai tempi supplementari, dove torna ad emergere la maggior qualità dei padroni di casa, complice anche la stanchezza del Perugia. Al 4' Pandev di testa fallisce l'appuntamento con il 3-2, ma ha modo di riscattarsi cinque minuti dopo riportando avanti i liguri con un potente tiro sotto la traversa. Nel secondo supplementare Ninkovic da posizione defilata firma il 4-2 che mette in cassaforte la qualificazione. In pieno recupero infine arriva un'altra splendida rete, questa volta messa a segno da Di Nolfo, che rende meno amara la sconfitta del Perugia per il 4-3 finale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments