Serie B,arrestato patron del Foggia

Un altro terremoto dopo l'arresto a dicembre dell'ex vice presidente Ruggiero Curci

  • A
  • A
  • A

Fedele Sannella, patron del Foggia Calcio, è stato arrestato a Milano per riciclaggio. L'indagine è la stessa che ha portato agli arresti lo scorso anno dei manager che gestivano la vigilanza privata del tribunale milanese e alcune succursali dei centri Lidl. Il 4 dicembre scorso, nell'ambito dell'operazione Security, era stato arrestato l'ex socio del Foggia Calcio e vicepresidente onorario, Massimo Curci.

I militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Varese e personale della Squadra Mobile della Questura di Milano hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del patron della squadra calcistica del Foggia, Fedele Sannella, accusato di riciclaggio. Il provvedimento è stato emesso dal gip Giulio Fanales su richiesta dei magistrati della Dda Ilda Boccassini e Paolo Storari, nell'ambito dell'operazione "Security" che nel maggio 2017 aveva già portato all'esecuzione di misure cautelari personali a carico di 15 persone accusate, a vario titolo, di far parte di un'associazione per delinquere che ha favorito gli interessi, in particolare a Milano e provincia, della famiglia mafiosa catanese dei "Laudani".

I finanzieri hanno eseguito numerose perquisizioni a Foggia e provincia presso gli uffici e le abitazioni nella disponibilità di Fedele Sannella e del fratello, nonché presso la sede del Foggia Calcio. Nel dicembre dello scorso anno, le indagini avevano condotto all'arresto di Ruggiero Massimo Curci, ex vice presidente della citata squadra calcistica, accusato di aver "autoriciclato" quasi due milioni di euro (provenienti da numerosi delitti di frode fiscale, bancarotta fraudolenta aggravata, appropriazione indebita aggravata e indebita compensazione di imposte dal medesimo commesse) finanziando, relativamente alle stagioni 2015/2016 e 2016/2017, la società sportiva del Foggia calcio.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments