Garcia: "Nainggolan è leader vero"

L'allenatore, intervistato da France Football, non vuole perdere il Ninja: "Lui è un vero leader". Oggi altro incontro per risolvere la comproprietà

  • A
  • A
  • A

Toglietemi tutto, ma non il mio Nainggolan. La sintesi del Garcia-pensiero può essere grossomodo questa. Il tecnico giallorosso non usa giri di parole per descrivere il Ninja: "È un giocatore su cui conto veramente tanto per la prossima stagione. Esistono pochi giocatori che come lui sanno pressare e strappare palloni dai piedi degli avversari. È una vera forza della natura, con una mentalità eccezionale ed il carattere del vincente: è un leader".

"Parliamo di un giocatore completo, a centrocampo può giocare ovunque. Non si limita al dinamismo e alla grande voglia, e' un giocatore fortissimo tecnicamente, bravissimo anche nell'ultimo passaggio. Se c'è un campo dove può ancora migliorare è proprio quello: deve trarre vantaggio dal suo tiro e della sua grande capacità di proiettarsi velocemente in avanti per segnare più gol e per fare più assist decisivi". Le parole di Garcia a France Football suonano come una vera e propria investitura per il centrocampista belga, ma anche da sprono per il ds Sabatini: oggi è previsto un altro (l'ennesimo) incontro per definire la situazione di Nainggolan, che la Roma non vuole e non può farsi sfuggire. Il giocatore sembra ormai in pugno ai giallorossi (ultima offerta 16 milioni più il giovane Daniele Verde), ma dalla parte del Cagliari spingono Juventus, PSG e Real, che potrebbero anche finanziare i sardi in caso si finisse alle buste. Eventualità che Sabatini non vuole però prendere in considerazione: poi chi lo dice a Garcia?

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments