Juve-Inter e lo scudetto 2006: la Cassazione chiude il caso. "L'ha vinto l'Inter"

L'ultimo grado di giudizio riguardo al "litigio" che dura 12 anni. Moratti: "Tutto regolare. Ora gli juventini accettino"

Juve-Inter e lo scudetto 2006: la Cassazione chiude il caso. "L'ha vinto l'Inter"

Inter-Juventus-scudetto 2006: fine del tormentone? Alla domanda, ultra-decennale, andrebbe posto un sigillo: sì, tutto finito. Almeno stando all'ultimo atto che è la pubblicazione della sentenza della Cassazione che ha respinto il ricorso della Juve riguardo alla revoca dello scudetto 2006, assegnato -come è noto- all'Inter. Oltre la Cassazione non esiste un altro grado di giudizio, dunque di possibilità di ricorso.

Erano i tempi di Calciopoli, di sentenza clamorose (la Juve in Serie B) e dei due scudetti 2005 e 2006 rimossi dalla bacheca bianconera: il primo annullato e dunque non assegnato; il secondo assegnato all'Inter per una serie di motivi, non ultimo l'input dell'Uefa che imponeva alla Federcalcio italiana di dare un nome al club cui dare lo scudetto tolto ai bianconeri. Toccava all'Inter.
Da allora, passata la tempesta dei primi mesi post-Calciopoli, fra Juventus e Inter non c'è mai stata pace riguardo a quel "passaggio". In tutte le sedi competenti, la Juve ha fatto ricorso per vedersi riconsegnato il titolo o comunque che quel titolo non venisse assegnato al club rivale, etichettato come "scudetto di cartone"; l'Inter ha sempre opposto il suo fiero orgoglio arrivando spesso a dire (parole di Massimo Moratti) che dei 5 scudetti consecutivi vinti dal 2006 al 2010, quello del 2006 "era il più bello".

Solo in questi ultimi due-tre mesi, i rapporti Inter-Juve si sono -per così dire-. normalizzati su questo fronte con la pace siglata da Massimo Moratti e Andrea Agnelli, una sorta di non parliamone più, ferme restando le vie legali da percorrere o in corso d'opera. Come questa della Cassazione che ha confermato che la controversia "rientra nell'ambito degli organi sportivi in nome del principio di autonomia dell'ordinamento sportivo". E dunque stop, no al ricorso e -visto che siamo all'ultimo grado di giudizio- quel no andrebbe esteso come "pietra tombale" sul tema. Lo scudetto 2006 revocato alla Juve è confermato che resta nella bacheca dell'Inter.

Curioso, poi, che tutto accada nel giorno di Beppe Marotta all'Inter. Il cerchio si è chiuso.

MORATTI: "ORA GLI JUVENTINI ACCETTINO"

"Tutto regolare, conseguenza di quello che è successo. Comunque bene, è sempre uno scudetto assicurato: ora devono accettarlo gli juventini". Al telefono con l'Ansa Massimo Moratti, ai tempi di Calciopoli presidente dell'Inter, si compiace per la decisione della Cassazione di sancire che lo scudetto del 2005-2006 va assegnato alla squadra nerazzurra. "Ma io - aggiunge - ne ero certo. Con Agnelli ho fatto pace? Siamo sempre stati amici, diciamo che questo sentimento adesso è più pubblico...".

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X