IN AGGIORNAMENTO
TEMPO REALE

Il Covid spaventa il calcio: la situazione nelle squadre in giro per l'Europa

Serie A nel caos dopo il boom di contagi alla ripresa della preparazione. Anche all'estero casi in aumento

  • A
  • A
  • A

La Serie A riparte nel caos più totale. È boom di contagi Covid dopo i tamponi effettuati alla ripresa della preparazione dopo la sosta natalizia e casi di positività sono emersi praticamente in tutte le squadre. E anche all'estero la situazione è complicata.

LA SITUAZIONE SQUADRA PER SQUADRA
Atalanta
: Musso e Palomino
Bologna: Molla, Viola, Dominguez, Hickey, Medel, Vignato, Santander e Van Hooijdonk
Cagliari: Nandez
Empoli: sono tornati negativi i 3 positivi nel gruppo squadra
Fiorentina: 2 giocatori positivi e tre tesserati vicini alla prima squadra
Genoa: Criscito, Serpe e un altro giocatore
Inter: Dzeko, Cordaz e Satriano
Juventus: Chiellini, Pinsoglio e Nedved
Milan: Tatarusanu. Annunciati altri 3 positivi 
Napoli: Osimhen (quarantena in Nigeria), Lozano, Malcuit, Mario Rui, Meret, tre membri dello staff e un magazziniere, oltre a Spalletti. Zielinski, Rrahmani e Lobotka in quarantena per contatti con positivi
Roma: Mayoral, Fuzato e un altro giocatore
Salernitana: positivi 9 giocatori e due membri dello staff
Sampdoria: Augello, Falcone
Sassuolo: positivi 3 giocatori della prima squadra, uno è Peluso, e un membro dello staff
Spezia: Hristov, Kovalenko, Nzola, Manaj e un collaboratore
Torino: sei calciatori e due membri dello staff. 
Venezia: positivi 2 tesserati
Verona: 10 giocatori positivi e tre membri dello staff
Udinese: 7 calciatori e 2 membri dello staff

TORINO, ALTRO GIRO DI TAMPONI
E' fissato per la giornata di domani un nuovo giro di tamponi in casa Torino. I granata, bloccati dall'Asl per cinque giorni e dunque impossibilitati a partire oggi per Bergamo e a sfidare domenica la Fiorentina, faranno nuovi test: il bilancio attuale è di otto positivi, con sei calciatori e due membri dello staff contagiati dal Covid. Il Filadelfia, intanto, resterà chiuso, con tutto il gruppo squadra costretto alla quarantena domiciliare. 

COPPA D'AFRICA, DUE POSITIVI NELLA TUNISIA
Si avvicina l'inizio della Coppa d'Africa, ma il Covid non fa sconti, e dopo i tre positivi del Senegal e i tre del Gabon, ora ce ne sono due anche nella Tunisia. La federcalcio locale fa infatti sapere che, dopo l'ultimo 'giro' di tamponi, sono risultati positivi Youssef Msakni e Seifeddine Jaziri. Così, per evitare altri problemi, è stato deciso di annullare l'amichevole delle 'Aquile di Cartagine' contro la selezione under 23. Tra le cui file il ct Mondher Kebaier potrebbe attingere per prevenire eventuali defezioni legate al virus. Non a caso, Kebaier ha messo in preallarme sette giocatori della Under. 

PSG, POSITIVI ANCHE DI MARIA E DRAXLER
Si allarga il focolaio Covid-19 in casa del Paris Saint-Germain. Il club della capitale francese ha infatti comunicato che sono risultati positivi, dopo l'ultimo giro di tamponi, anche Angel Di Maria e Julian Draxler. I due sono stati posti in isolamento come previsto dal protocollo sanitario della Ligue 1, e si aggiungono a Donnarumma, Messi, Bernat, Sergio Rico, Bernat e Danilo Pereira trovati positivi nei giorni scorsi.

JUVE, POSITIVO NEDVED
Pavel Nedved è positivo al Covid-19. Il vice-presidente della Juventus ha ricevuto l'esito positivo dal tampone cui si è sottoposto. Nessun problema per la squadra di Massimiliano Allegri, infatti l'ex calciatore non ha avuto contatti con gli altri bianconeri. 

VENEZIA, COLLAUTO: "CERTE COSE VANNO CONCORDATE PRIMA"
"Noi l'abbiamo preparata come sempre, come una partita di estrema importanza per noi, siamo venuti qui per giocare, adesso non giocheremo, ritorneremo a casa nostra a preparare la partita di domenica. È chiaro che stiamo rispettando quello che gli organi competenti ci dicono, la partita non è stata rinviata per cui adesso staremo a vedere se le regole e la regolarità del Campionato saranno rispettate". E' quanto dice Mattia Collauto, direttore sportivo del Venezia, durante il "prepartita" contro la Salernitana. I lagunari sono andati a Salerno per la trasferta quando si sapeva già dalla vigilia che la gara sarebbe stata difficile da disputarsi. Il ds veneziano prosegue commentando il regolamento last minute prodotto dalla Lega: "Queste cose andavano concordate prima, ci troviamo in una situazione di disagio perché gli organi competenti a cui noi sottostiamo ci danno indicazioni e poi altri organi naturalmente prendono decisioni diverse. Questo è sinonimo di poca chiarezza, va prima fatta chiarezza tra le parti e poi va stabilito un regolamento che deve valere per la regolarità del campionato. Questa è la cosa più importante, speriamo che succeda perché noi ci stiamo giocando tanto, tutte le squadre hanno investimenti in ballo, quello che si pretende é chiarezza". 

MALDINI: "SERVE SOLUZIONE COMUNE PER ARRIVARE A FINE CAMPIONATO"
"Direi che sarebbe il caso di arrivare ad una soluzione comune, che preveda un documento che faccia sì che si possa arrivare alla fine del campionato e che sia approvato anche dal governo. L'emergenza non finirà domani. L'unica maniera per metterci d'accordo è sederci e cercare di affrontare le partite anche con le assenze". Cosi' Paolo Maldini, direttore dell'area tecnica del Milan, sulla situazione Covid in campionato. "È un problema? Sì. Ci tiriamo indietro? No. È sempre stata la nostra idea, sin dall'inizio, la pandemia ha creato ben altri disagi, ha spiegato ai microfoni di Dazn prima della sfida con la Roma. "Non ci sentiamo penalizzati, ogni Asl ha una competenza territoriale. Finché non si fa un documento comune credo che purtroppo i trattamenti saranno dispari ma non mi devo sentire penalizzato, assolutamente", ha aggiunto.

COPPA D'AFRICA, TRE POSITIVI NEL GABON
"Arrivato questa mattina a Yaoundé' con un volo speciale, il gruppo delle Pantere del Gabon è stato sottoposto, come tutte le delegazioni partecipanti, a tamponi antigenici all'aeroporto di Nsimalene. Il capitano Pierre Emerick Aubameyang, Mario Lemina e l'assistente allenatore Anicet Yala sono risultati positivi". Con questo post sui propri social la federcalcio del Gabon fa sapere che ci sono tre casi di positività' al Covid nella sua nazionale arrivata in Camerun per disputare la Coppa d'Africa che comincia domenica. "Come prevede il protocollo - è scritto ancora -, i tre in questione sono stati sottoposti a test Pcr, i cui risultati confermeranno o meno quelli del primo tampone".

AIDACON: "GOVERNO IMPONGA STOP"
"Il calcio deve fermarsi, intervenga il Governo e imponga lo stop a tutti i campionati di calcio in Italia": l'allarme viene lanciato da Carlo Claps, presidente di Aidacon Consumatori, che aggiunge "le ultime vicende che hanno coinvolto il mondo del calcio rendono l'idea perfetta della confusione in cui il nostro Paese è ripiombato a causa della pandemia da Covid". Per Claps "il problema è generale, non riguarda soltanto la serie A" e i consumatori "sono pronti a rivolgersi alla magistratura. Stiamo assistendo ad un vero e proprio caos nel calcio italiano, i casi di tesserati positivi si sono moltiplicati nelle ultime settimane dalla serie A in giù: questo - prosegue la nota di Aidacon - dimostra l'esigenza di fermare a tutti i costi i vari tornei per tutelare innanzitutto tutelare la salute dei calciatori e di quanti lavorano nei vari club. Se non interviene il Governo, lo faremo noi consumatori ricorrendo al Tar". 

ASL TORINO: AL MOMENTO NON CI SONO ALTRI POSITIVI
Al momento all'Asl Città di Torino non risultano ulteriori casi Covid nella squadra del Napoli, oltre a quelli già noti. "Se dovessero emergere altri positivi li prenderemo in carico e verranno isolati come è previsto dalla procedura", precisa il direttore generale Carlo Picco.

ASL TORINO: "ZIELINSKI, RRAHMANI E LOBOTKA NON POSSONO GIOCARE"
"Se c'è un provvedimento, va rispettato. Quindi i tre giocatori che l'Asl di competenza ha messo in quarantena (Zielinski, Rrhamani e Lobotka, ndr) perché hanno avuto contatti con soggetti positivi al Covid, non essendo in possesso di Super Green Pass, non possono scendere in campo e devono restare in stato di isolamento per il tempo stabilito". Lo precisa il direttore generale dell'Asl Città di Torino Carlo Picco, raggiunto telefonicamente dall'ANSA. Zielinski, Rrahmani e Lobotka sono arrivati a Torino con il resto della squadra per la partita in programma questa sera contro la Juventus, ma devono stare in isolamento, per decisione dell'Asl Napoli 2, in quanto sono considerati contatti di positivi senza terza dose. "Il provvedimento va applicato, ma non siamo gendarmi. Non spetta a noi vigilare sull'applicazione - aggiunge Picco - Se poi qualcuno viola il provvedimento spetta all'autorita' competente intervenire".

MERCOLEDI' CONFERENZA GOVERNO-REGIONI-LEGA SERIE A
Il governo sta lavorando a un intesa tra le Regioni e la Lega di Serie A per "stabilire una regolamentazione uniforme e con criteri precisi" per "garantire la regolarità del campionato e la sicurezza di giocatori e appassionati". Lo dice il ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini annunciando che mercoledì ci sarà una riunione della Conferenza Stato-Regioni per trovare l'intesa con la Lega, alla quale parteciperanno anche il ministro della Salute Roberto Speranza e il sottosegretario con delega allo Sport Valentina Vezzali. 

VERONA, SETTI: "IL CAMPIONATO NON PUO' FERMARSI"
"Abbiamo dovuto fare questo per evitare che si fermi il campionato. Stiamo parlando di milioni in ballo e non si può fare a meno di avere regole perché si vada avanti. Ora le regole ci sono, in vigore da subito, e penso che ora non ci saranno problemi perché le partite vengano disputate. L'obiettivo dell'Hellas è sempre quello di salvarsi, anche in un periodo come questo, in cui abbiamo tanti assenti, ma ci presentiamo in campo ugualmente, veniamo a giocarcela, rispettando le regole". Lo ha detto il presidente del Verona, Maurizio Setti, ai microfoni di Dazn nel pre partita di Spezia-Verona, a proposito delle decisioni della Lega A sui protocolli Covid. 

VERONA: POSITIVI 10 CALCIATORI E TRE ELEMENTI DELLO STAFF
Il Verona comunica che i calciatori attualmente positivi al COVID-19 sono Lorenzo Montipò, Alessandro Berardi, Giangiacomo Magnani, Mert Çetin, Diego Coppola, Marco Davide Faraoni, Gianluca Frabotta, Matteo Cancellieri, Daniel Bessa e Antonino Ragusa, tutti regolarmente vaccinati e in isolamento domiciliare, al pari di tre componenti dello staff, risultati anch’essi positivi. "La Società sta seguendo scrupolosamente tutte le procedure, nel rispetto delle normative vigenti, ed è in costante contatto con le autorità sanitarie competenti".

CITY: GUARDIOLA POSITIVO AL COVID
Pep Guardiola positivo al Covid. Lo comunica il Manchester City. Il tecnico non sarà in panchina domani nella sfida di FA Cup in casa dello Swindon Town.

PORDENONE: 2 POSITIVI AL COVID NEL GRUPPO SQUADRA
Il Pordenone comunica che "dallo screening preliminare alla ripresa degli allenamenti sono emersi due casi di positività al Covid-19 tra i componenti del gruppo squadra. Gli stessi, non entrati in contatto con il resto del gruppo, sono stati presi in carico dalle rispettive Asl di competenza". 

LEGA SERIE A: "CON 13 GIOCATORI DISPONIBILI SI GIOCA"
Il Consiglio di Lega di Serie A ha appena deliberato il regolamento per la gestione dei casi di positività covid e rinvio gare del campionato di calcio. In sostanza si stabilisce che da subito i club con uno o più calciatori positivi devono comunque disputare la gara prevista in calendario nel caso abbiano a disposizione 13 giocatori (di cui almeno un portiere) nelle rose della prima squadra e della Primavera nati entro il 31 dicembre 2003 negativi ai test entro le 24 del giorno precedente. Qualora il club abbia questa situazione e non si presenti in campo varra' l'articolo 53 delle Noif (0-3 a tavolino).

NAPOLI: POSITIVO UN COMPONENTE DELLO STAFF
Il Napoli comunica che in seguito al giro di tamponi effettuato questa notte al gruppo squadra presente a Torino è emersa la positività al Covid-19 di un componente dello staff tecnico. Il membro dello staff, regolarmente vaccinato, è stato posto in isolamento come da protocollo. "Si informa inoltre che alcuni tamponi sono ancora in attesa di essere riprocessati".

JUVE-NAPOLI A RISCHIO: ALTRI TRE AZZURRI POSITIVI
Resta a rischio la disputa di Juventus-Napoli. Ci sarebbero altri tre positivi nel gruppo squadra del club campano. E sarà la Asl di Torino a decidere. Anche se probabilmente prima attenderà l’esito dei nuovi test di conferma (o smentita) appena effettuati. Gli azzurri sono arrivati a Torino mercoledì sera già con una squadra decimata dal Covid. Ora le nuove positività renderebbero impossibile lo svolgimento regolare della partita.

FIORENTINA: "IL FRANCHI RESTA CHIUSO"
Lo stadio Franchi resterà chiuso oggi al pubblico. A comunicarlo la società viola attraverso una nota ufficiale: il provvedimento è stato preso "dato l'annullamento della gara con l'Udinese che avrebbe dovuto svolgersi questa sera alle 20,45 in seguito alla decisione dell'Asl Friuli che ha imposto 5 giorni di quarantena domiciliare per tutto il gruppo squadra dell'Udinese. Pertanto - conclude la nota - al fine di evitare ogni tipo di disagio ai tifosi lo stadio Franchi rimarrà chiuso". Nei prossimi giorni la società viola comunicherà le modalità per il rimborso o riutilizzo degi biglietti. 

MAROTTA: "VA LIMITATA COMPETENZA DELLE ASL"
"C'è una grande confusione, stiamo assistendo a situazioni anomale. Mancano le linee guida tra lo sport e il Ministero della Salute, bisogna decidere sul protocollo da attuare. La competenza delle Asl va limitata". Lo ha detto l'ad dell'Inter Giuseppe Marotta. "Ci sono partite rinviate e altre che si giocheranno, questo perché ogni ASL decide in maniera autonoma. Ci sono così casi come quello di Bologna-Inter, che non si giocherà, o quello di Spezia-Hellas, che si giocherà nonostante gli 11 positivi nella squadra veneta. La Lega Serie A avrà un nuovo protocollo ma serve un confronto col Governo". 

CASSANO DIMESSO DALL'OSPEDALE
L'ex calciatore Antonio Cassano, che era stato ricoverato per Covid a Genova, è stato dimesso. Lo comunica la Direzione sanitaria dell'Ospedale Policlinico San Martino di Genova. Ancora positivo, pressoché asintomatico, Cassano proseguirà le cure presso la sua abitazione, seguito come prassi dopo le domiciliazioni assistite, dall'equipe del professor Matteo Bassetti.

SERIE C: 250 POSITIVI, VERSO RINVIO 22.A GIORNATA
Attualmente ci sono 250 calciatori positivi al covid su 1700 nei club di Lega Pro: i modelli matematici ci dicono che i contagi aumenteranno nella popolazione nei prossimi giorni, dobbiamo prenderne atto". Francesco Ghirelli, presidente della Lega di Serie C al telefono con l'Ansa, annuncia che si va verso il rinvio anche della 22/a giornata di campionato, in programma il 16 gennaio, dopo quello della 21/a già deliberato. "La salute - aggiunge Ghirelli - è un bene primario, noi come calcio dobbiamo ragionare da sistema: domani parlerò con il consiglio direttivo e deciderò in base ai dati aggiornati, ma la tendenza mi pare chiara".

MILAN: TUTTI NEGATIVI I TAMPONI DI QUESTA MATTINA
AC Milan comunica che tutti i calciatori testati nella giornata odierna sono risultati negativi al Covid-19.
Nei prossimi giorni, continuerà un monitoraggio stretto con tamponi secondo le indicazioni fornite dalle autorità sanitarie locali.

SALERNITANA, IERVOLINO: "LA LEGA DI A SOSPENDA LE PROSSIME GIORNATE"
"Ritengo ragionevole che la Lega di serie A adotti gli opportuni provvedimenti al fine di sospendere le prossime giornate di campionato la cui regolarità, peraltro, potrebbe essere compromessa dalle numerosi defezioni che ogni club, purtroppo, conta tra i suoi tesserati". È quanto afferma in un post Danilo Iervolino, nuovo proprietario della Salernitana. "I livelli di contagio raggiunti nelle ultime settimane sono un effetto preoccupante del diffondersi della pandemia. In questo quadro epidemiologico sarebbe auspicabile che tutti, congiuntamente, ci adoperassimo al fine di frenare l'avanzata del virus. Non puo' sottrarsi da una simile responsabilità il mondo dello sport, che ha l'obbligo di preservare la salute di tutti i suoi affiliati e appassionati".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti