Serie A, Cagliari-Torino 0-0: Cragno salva i rossoblù

Le parate del portiere dei sardi salvano il risultato, i granata non riescono ad agganciare il Parma al sesto posto

  • A
  • A
  • A

Finisce senza reti il posticipo della tredicesima giornata di Serie A tra Cagliari e Torino. Dopo un primo tempo molto bloccato, i granata ci provano più volte nella ripresa soprattutto con Belotti, ma Cragno salva il risultato specie nel finale. Lo 0-0 va bene alla squadra di Rolando Maran che raggiunge il Genoa a quota 15, non al Torino che fallisce l'aggancio al sesto posto occupato dal Parma e sale a 18.

Alla Sardegna Arena il Torino cerca i tre punti per agganciare il Parma al sesto posto senza Walter Mazzarri, dopo il malore di sabato. In panchina c'è il suo vice Nicolò Frustalupi che recupera Ansaldi a sinistra e Meité davanti alla difesa al posto dello squalificato Rincón. Il Cagliari dovrà fare a meno del Pata Castro fino a fine stagione e Maran decide di sostituirlo con Ionita come trequartista rilanciando capitan Dessena da mezz'ala.
Il primo tempo è molto bloccato, complici anche il vento e la pioggia e caratterizzato da tanti errori e contrasti a centrocampo e dalle difese attente: ci sono pochi spazi per gli attaccanti, sempre anticipati. Zero tentativi fino al 27', quando Dessena prova la girata di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo spedendo il pallone a due metri dal palo difeso da Sirigu.
È durante i quattro minuti di recupero assegnati dal signor Pasqua per lo scontro tra Belotti e Romagna che si vivono le prime emozioni, ma non arriva ancora il primo tiro in porta. Meité al 48' spara alto col destro in area di rigore dopo una buona azione dei granata e Barella sul ribaltamento di fronte riesce nella percussione ed effettua un tiro-cross deviato da Djidji che pizzica la parte superiore della traversa e spaventa Sirigu.

Nella ripresa i ritmi sono più alti, le squadre danno subito l'impressione di volerci provare di più, soprattutto il Torino, che al 61' effettua il primo tiro in porta della partita: Belotti si coordina bene sul cross di Ansaldi dalla sinistra e calcia al volo di destro, ma Cragno respinge sul primo palo. Nello stesso minuto è costretto a lasciare il campo Pavoletti per un problema muscolare, proprio il giorno del suo compleanno.
Frustalupi vuole la vittoria e inserisce Zaza al posto di uno spento Soriano per giocarsela con le tre punte. Al 70' Iago Falque sugli sviluppi di un calcio d'angolo conquistato dall'ex Valencia ci prova da fuori area col rasoterra: Cragno vede il pallone all'ultimo e salva in tuffo.
Anche l'altro cambio offensivo di Frustalupi produce una occasione da gol: Parigini (per Ansaldi) va via sulla sinistra e mette in mezzo trovando Zaza che calcia di prima e trova ancora pronto Cragno.
Il portiere rossoblù si supera sulla conclusione forte e velenosa con rimbalzo a terra di Belotti dai 25 metri all'89' e salva il risultato.
Nel primo dei 4' di recupero arriva a sorpresa l'occasione per il Cagliari: ci prova al volo Dessena, ma non trova la porta.
È l'ultima delle (poche) emozioni regalate dalla partita. Il pari va bene ai padroni di casa, mentre il Torino ha da recriminare per le occasioni mancate.

Cragno 7 - Dopo una prima frazione da spettatore, nella ripresa diventa il protagonista. Grandiosa la sua parata su Belotti nel finale, che vale il punto ai rossoblù. 
Pavoletti 5.5 - Festeggia male i 30 anni senza praticamente mai toccare il pallone nell'area di rigore granata e uscendo dopo un'ora per problemi muscolari. Sfortunato.
Belotti 6.5 - Il capitano ci prova più volte e trova un portiere davvero in palla. Ma se l'obiettivo è il rientro in nazionale la strada è quella giusta. 
Barella 6 - Partita piuttosto ordinata e tanti duelli a centrocampo. Quando riesce a liberarsi va anche vicino al gol. 
Dessena 6.5 - Gli unici tiri verso la porta di Sirigu sono del capitano, che ha il merito di provarci fino alla fine. 
Ansaldi 6.5 - Buon rientro dell'argentino: in 75' tanti spunti sulla sinistra, poi lascia il campo a Parigini. 
Zaza 6 - Entra per cambiare la partita e in effetti il Torino diventa più pericoloso, ma quando ha la palla sul sinistro non riesce a spaventare Cragno.

CAGLIARI-TORINO 0-0

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 7; Srna 6, Ceppitelli 6, Romagna 6, Lykogiannis 5.5; Dessena 6.5, Cigarini 6 (40' st Bradaric 6), Barella 6; Ionita 5.5; Joao Pedro 5.5 (34' st Sau sv), Pavoletti 5.5 (16' st Cerri 5.5). A disp.: Aresti, Rafael, Andreolli, Klavan, Pajac, Pisacane, Bradaric, Farías, Sau. All.: Maran 5.5

TORINO (3-5-2)
: Sirigu 6; Izzo 6.5, Nkoulou 6, Djidji 6; De Silvestri 6, Meité 6, Baselli 6 (31' st Lukic 6), Soriano 5.5 (23' st Zaza 6), Ansaldi 6.5 (29' st Parigini 6); Iago Falque 6, Belotti 6.5. A disp.: Rosati, Ichazo, Moretti, Bremer, Lyanco,  Berenguer, Edera, Damascan. All.: Frustalupi 6

Arbitro: Pasqua (Tivoli)
Var: Maresca (Napoli)
Marcatori: -
Ammoniti: Joao Pedro, Ceppitelli (C)
Espulsi: -

- Il Torino non registrava nove trasferte consecutive senza sconfitta nel massimo campionato dal novembre 1992.
- Il Torino è rimasto imbattuto in tutte le ultime 10 partite disputate dopo la pausa Nazionali, grazie a quattro successi e sei pareggi.
- Nessuna squadra ha pareggiato più partite di Torino e Cagliari in questo campionato: sei ciascuna (come la Fiorentina).
- Solo 4 tiri tentati dal Cagliari in tutto il match (due nel primo tempo), meno che in qualsiasi altra partita di questo campionato per i sardi.
- Il Cagliari resta l'unica squadra dell'attuale Serie A a non aver ancora trovato il gol con nuovi acquisti.
- Soltanto 3 tiri totali nel primo tempo di Cagliari-Torino, meno che in qualsiasi altra prima frazione di questo campionato.
- Al 3' minuto di recupero del primo tempo è arrivato il primo tiro nel match del Torino.
- Una sola conclusione tentata dal Torino nella prima frazione, meno che in qualsiasi altro primo tempo di questo campionato per i granata.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments