NAINGGOLAN

Nainggolan e l'addio all'Inter: "Conte è stato un uomo, altri invece…"

Il Ninja torna a San Siro e parla di futuro e del suo rapporto coi nerazzurri: “Se vince lo scudetto non lo vince la Juve, quindi sono contento”.

  • A
  • A
  • A

Il Cagliari è stato travolto 4-1 dall'Inter e ha detto addio alla Coppa Italia, ma la sfida di San Siro è stata l’occasione per rivedere a Milano Radja Nainggolan, centrocampista dei sardi ma ancora di proprietà dei nerazzurri. Il belga è tornato in Sardegna in prestito e dopo la gara non si è sbilanciato sul suo futuro “Quando si fa un prestito di un anno non si può decidere di tornare domani. L’Inter sta bene, io sto bene, poi si vedrà come andrà a finire tutto questo. Sono concentrato su quello che devo fare, sto facendo un campionato importante per il Cagliari e sono contento di quello che sta facendo l’Inter” le parole del Ninja. 

“L’affetto dei tifosi fa sempre piacere, sono contento. Vuol dire che qualcosa di buono l’ho lasciato” ha proseguito commentando la calorosa accoglienza che gli ha riservato il pubblico nerazzurro Nainggolan, che poi con un certo orgoglio ha dichiarato: “Io non faccio il mercato, non faccio il direttore, io faccio il calciatore. Sono convinto delle mie qualità, per me ci potevo stare, ma loro hanno fatto altre scelte ed io le ho accettate. Il calcio è fatto così, io sono un uomo e quando non mi vogliono non sto lì a piangermi addosso. Voglio giocare, voglio divertirmi ancora e quindi la decisione è stata presa per il bene di entrambi”.

Il discorso si è poi spostato sul rapporto con Conte e per il tecnico dell'Inter sono arrivati solo complimenti: “Io non ho mai avuto problemi con Conte. Mi ha detto le cose in faccia ed io gli ho sempre detto cosa pensavo. Apprezzo quando le cose vengono dette in faccia, per me la cosa importante è quella. Siamo uomini prima di tutto, lui con me è stato uomo, non si può dire lo stesso per tutti. Questa è la vita”.

Infine un commento sulla lotta scudetto che sta infiammando la Serie A: “Io ho lasciato uno spogliatoio buono, sono sempre stato bene con tutti. A differenza di quello che si dice non ho mai creato problemi - ha spiegato il Ninja - Tifo per i miei ex compagni, se poi lo scudetto lo vince l’Inter non lo vince la Juve e quindi io sono contento”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments