Calcio

Mentre il calcio italiano va verso lo stop definitivo, in Germania (dove i casi di Coronavirus accertati sono ormai oltre 1000), si comincia a discutere dell'ipotesi di giocare a porte chiuse. Il ministro dello sport tedesco Jens Spahn è intervenuto raccomandando la sospensione di tutti gli eventi con oltre 1000 partecipanti, ma al suo monito ha risposto la stessa Bundesliga, che in un comunicato ufficiale ha sottolineato l'impossibilità di fermare il campionato: "La salute della popolazione e quindi di tutti gli appassionati di calcio rappresenta una priorità assoluta. Naturalmente, i club della Bundesliga e della 2. Bundesliga continueranno a coordinarsi da vicino con le autorità responsabili per quanto riguarda il programma delle prossime partite. Allo stesso tempo, non c'è dubbio che la stagione debba continuare a giocarsi fino a metà maggio, per determinare promozioni, retrocessioni e squadre qualificate alle competizioni internazionali. Questo è l'unico modo per i club e la federazione di pianificare con certezza la prossima stagione, nonostante le circostanze difficili", si legge nella nota.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A