Serie A, Bologna-Juventus 1-2: decide tutto Kean al 94'

Al Dall'Ara Taider sblocca la gara e Dybala pareggia. Poi la rete del gioiellino bianconero chiude i conti

di STEFANO RONCHI

La Juve chiude il campionato con una vittoria in rimonta e si prepara alla finale di Champions contro il Real Madrid. Al Dall'Ara contro il Bologna finisce 2-1 per i Campioni d'Italia. Dopo un primo tempo giocato a ritmi blandi, Taider sblocca la gara al 52' con uno splendido destro a giro che beffa Audero. La reazione bianconera poi porta le firme di Dybala, che pareggia i conti al 70', e del giovane Kean, che realizza il gol partita al 94'.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Lapresse

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19

Lapresse

Foto 20

Lapresse

Foto 21

Lapresse

Foto 22

Lapresse

Foto 23

Lapresse

Foto 24

Lapresse

Foto 25

Lapresse

Foto 26

Lapresse

Foto 27

Lapresse

Foto 28

Lapresse

Foto 29

Lapresse

Foto 30

Lapresse

Foto 31

Lapresse

Foto 32

Lapresse

Foto 33

Lapresse

Foto 34

Lapresse

Foto 35

Lapresse

Foto 36

Lapresse

Foto 37

Lapresse

Foto 38

Lapresse

Foto 39

Lapresse

Foto 40

Lapresse

Foto 41
Foto 42
Foto 43
Foto 44
Foto 45

LA PARTITA

Col sesto scudetto consecutivo in tasca e il pensiero fisso sulla finale di Champions, la Juve chiude il campionato nel migliore dei modi. Per Allegri il bottino stagionale in Serie A dice 29 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte. Un dominio assoluto, praticamente mai in discussione. E al Dall'Ara va in scena l'ultimo atto di una sceneggiatura praticamante perfetta. Una rimonta che porta la firma di Kean, il futuro in casa Juve. Nel mirino bianconero del resto c'è uno storico Triplete e continuare a vincere è sicuramente la ricetta migliore per non perdere l'abitudine e tenere alta la tensione in vista del Real. Lo sa bene Allegri, che col Bologna vara un discreto turnover senza snaturare però meccanismi e modulo. Con la difesa rivista (debutto per Audero) e Sturaro al posto di Mandzukic, la Juve si presenta al Dall'Ara col solito 4-2-3-1. L'obiettivo è fare un buon allenamento, senza spendere troppe energie e rischiare giocatori in vista della Champions. 

E così è. Con tanto di brivido nel finale. Con la testa a Cardiff e il corpo a Bologna, la Juve parte bene e prende in mano il pallino del gioco. Cuadrado e Sturaro aprono il campo, con Dybala che si piazza subito tra le linee per cercare il guizzo giusto. Ordinata e corta, la squadra di Donadoni sceglie di difendere bassa, lasciando campo ai bianconeri e serrando poi le linee al limite. A ritmi blandi, è la Juve a fare la partita. Dybala prova a sfondare con la tecnica, ma il muro rossoblù è compatto e non si passa. Così tocca a Higuain attaccare la profondità e inventare per i compagni. Intorno al quarto d'ora Dybala ha sul sinistro la palla buona per il vantaggio, ma sbaglia tutto. Da una parte la Juve manovra e attacca, dall'altra il Bologna si difende e riparte cercando la fisicità di Mbaye. Nelle fila rossoblù si fa notare anche Okwonkwo, gioiello grezzo di Donadoni, ma Barzagli e Banatia non si scompongono. Sturaro segna, ma è in fuorigioco e Mariani annulla. Poi Da Costa ferma senza difficoltà un destro debole del Pipita. In vista di Cardiff, la Juve gioca un po' in punta di piedi e il Bologna prova ad affacciarsi dalle parti di Audero, alla prima in Serie A. Al Dall'Ara però si gioca a sprazzi, con tanti errori, passaggi in orizzontale e poche verticalizzazioni. Higuain prova a rompere gli indugi dal limite, ma il suo destro esce di poco e il primo tempo si chiude senza gol e occasioni clamorose. 

Nella ripresa Khedira ha subito la palla buona per segnare, ma non riesce a trovare la zampata giusta. Dybala prova a inventare qualcosa, ma il Bologna si copre bene e dopo sette minuti affonda il colpo con Taider, bravo a beffare Audero con un destro a giro che si infila a fil di palo. Un gol che sveglia la Juve dal suo torpore e avvia la girandola dei cambi. Allegri leva Marchisio e Khedira e getta nella mischia Mandzukic e Pjanic. Con più qualità e cattiveria in campo, i bianconeri guadagnano metri e attaccano a testa bassa, pressando il Bologna. Da Costa ferma il Pipita lanciato a rete, poi blocca un sinistro a giro di Dybala diretto all'incrocio dei pali. E' un assedio bianconero, che la "Joya" concretizza al 70' pareggiando i conti dopo l'ennesima parata di Da Costa su Higuain. Una rete che accende il match. Allegri fa entrare anche Kean e prova a piazzare il colpo del ko, il Bologna invece si chiude, appoggiandosi a Destro e cercando di sfruttare le ripartenze. Nel finale piovono occasioni. Viviani prova a sorprendere Audero su punizione, ma la palla finisce a lato di poco. Dall'altra parte invece ci provano Mandzukic, Sturaro e Pjanic, ma la mira è sbagliata. Così la rete che decide la gara arriva all'ultima occasione buona. Ci pensa Kean a risolvere tutto con un colpo di testa al 94'. E' il gol che chiude il campionato. Un segno del destino. La Juve del presente vede già il suo futuro. E nel frattempo continua a vincere. Un buon segno per Cardiff. 

LE PAGELLE

Kean 7: entra e decide la gara al 94'. E' l'uomo del destino, il futuro che avanza in casa Juve. Tre presenze in Serie A e un gol. Non male per un 2000
Dybala 7: quando si accende, la Juve cambia passo. Dal suo sinistro arrivano le occasioni migliori. Segna e impegna Da Costa
Khedira 6,5: buon rientro in vista di Cardiff. Il passo è quello giusto. Allegri potrà contare anche su di lui col Real
Higuain 5,5: tanto movimento, buone intuizioni, ma mira sbagliata. Sbatte contro Da Costa. Anche quando basterebbe poco per segnare
Taider 7: il gol che sblocca la gara vale il prezzo del biglietto. Un destro a giro perfetto che si insacca a fil di palo. Roba alla Del Piero...
Da Costa 7: tiene a galla il Bologna con i suoi interventi. La parata sul sinistro di Dybala è da applausi. Vince il duello con Higuain
Mbaye 5: fisicità e ottimi mezzi, ma carattere ancora da plasmare. Fatica a capire i momenti della partita e si fa travolgere dalle situazioni perdendo lucidità

IL TABELLINO

BOLOGNA-JUVE 1-2
Bologna (4-3-3): Da Costa 7; Krafth 5,5 (30' st Petkovic 5,5), Torosidis 6, Gastaldello 6, Mbaye 5; Pulgar 6 (40' st Nagy sv), Viviani 6, Taider 7; Okwonkwo 6, Destro 6, Krejci 5,5 (22' st Masina 5,5). 
A disp.: Mirante, Sarr, Helander, Oikonomou, Donsah, Verdi, Rizzo, Sadiq. All.: Donadoni 5,5
Juventus (4-2-3-1): Audero 6; Lichtsteiner 6, Barzagli 6, Benatia 6, Asamoah 5,5; Khedira 6,5 (14' st Mandzukic 6), Marchisio 6 (11' st Pjanic 6); Cuadrado 5,5, Dybala 7 (33' st Kean 7), Sturaro 6; Higuain 5,5.
A disp.: Buffon, Neto, Bonucci, Rugani, Alex Sandro, Lemina, Rincon, Mattiello. All.: Allegri 7
Arbitro: Mariani 
Marcatori: 7' st Taider (B), 25' st Dybala (J), 49' st Kean (J)
Ammoniti: Viviani, Okwonkwo, Gastaldello (B); Cuadrado (J)
Espulsi: -

TAGS:
Serie a
Bologna
Juventus

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X