BOLOGNA-ATALANTA 0-1

Serie A, Bologna-Atalanta 0-1: decide un gol del baby-Cissé

Al Dall'Ara Orsolini e Arnautovic sprecano, poi il classe 2003 entra e segna il gol partita all'esordio in Serie A. Dea aggrappata al treno Champions

  • A
  • A
  • A

L'Atalanta non sbaglia e resta aggrappata al treno per la Champions League. Nel posticipo che chiude la 30.ma giornata di Serie A la squadra di Gasperini batte 1-0 il Bologna e sale quota 51 punti. Al Dall'Ara nel primo tempo Scalvini centra un palo, poi Orsolini si fa ipnotizzare da Musso. Nella ripresa Arnautovic calcia fuori una grande occasione, poi il giovane Cissé (82') entra al posto di Muriel e decide la gara con freddezza all'esordio in Serie A. 

LA PARTITA
Senza Sansone e Bonifazi, Mihajlovic dietro si affida a Theate, Medel e Soumaoro e davanti piazza Soriano e Orsolini a completare il tridente accanto ad Arnautovic. Con Toloi, Boga e Malinovskyi fuori causa e Zappacosta squalificato, Gasperini invece si presenta al Dall'Ara con Demiral, Scalvini e Djimsiti a protezione di Musso e Pasalic e Koopmeiners alle spalle di Muriel. Disposte quasi a specchio, in avvio le squadre faticano a trovare spazi e la gara resta bloccata in mediana. Più alta e aggressiva, è l'Atalanta a prendere in mano il possesso e a manovrare in ampiezza cercando la superiorità sugli esterni. Il Bologna invece difende basso, chiude le linee di passaggio e prova a ripartire appoggiandosi ad Arnautovic. Con tanta pressione e pochi guizzi nell'uno contro uno, nel primo quarto d'ora non si segnalano grandi occasioni, poi Pessina e Koopmeiners non sfruttano due grandi intuizioni di Muriel, Maresca lascia correre su un contatto in area tra De Silvestri e Pezzella e Scalvini centra il palo sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Forcing che aumenta i giri della manovra nerazzurra, ma che presta però anche il fianco alle ripartenze rossoblù. Da una parte Pessina non centra il bersaglio grosso dopo una buona incursione a destra di Hateboer. Dall'altra Orsolini fallisce invece una grande occasione a tu per tu con Musso e il primo tempo si chiude a reti inviolate.

La ripresa inizia con l'ingresso in campo di Palomino e Mihaila al posto di Scalvini e Pessina. Ma è il Bologna a creare subito una grande occasione in ripartenza. Pescato col contagiri da Soriano, Arnautovic sorprende Demiral in profondità, ma poi sbaglia tutto davanti a Musso. Errore che grazia la Dea e trasforma la gara. Con le squadre più lunghe, il Bologna prova ad alzare il pressing e ad aumentare i giri tra le linee. L'Atalanta invece si abbassa e cerca il guizzo tra le linee. Un tentativo di Hateboer finisce largo, poi Koopmeiners sfiora il vantaggio con un destro velenoso che finisce fuori di poco. Occasioni a cui gli uomini di Mihajlovic rispondono con un destro di Orsolini neutralizzato da Musso. A caccia di forze fresce, Gasperini leva Muriel e Freuler e getta nella mischia il giovane Cisse e Pasalic. Mossa che non incide sull'inerzia del match nell'immediato, ma che risulterà fondamentale per il risultato finale. Più aggressivo e dinamico, a mezz'ora dal termine è il Bologna a verticalizzare meglio e ad attaccare la profondità con più convinzione. Una mezza rovesciata di Medel finisce larga, poi Demiral mura Arnautovic. Pericoli che nel finale svegliano la Dea e, grazie alla carica dei nuovi entrati, danno la scossa alla gara. Pescato perfettamente in area da Pasalic, il baby Cissé bagna il suo esordio in Serie A con un sinistro preciso che batte di Skorupski e innesca un finale ad alta tensione. A caccia del pari, il Bologna attacca a testa bassa, ma la Dea non trema e dopo un tentativo di Medel largo di poco e un gol di Pasalic annullato per una posizione irregolare di Cissé l'Atalanta porta a casa tre punti pesantissimi per continuare a lottare per un posto in Champions. 
 

LE PAGELLE
Soriano 5,5: parte a sinistra nel tridente, ma non entra mai nel vivo del gioco. Meglio quando Mihajlovic lo sposta alle salle di Arnautovic e Orsolini, ma non brilla. Nella ripresa lancia Arnautovic a rete, ma l'austriaco spreca tutto
Orsolini 5: pressa e lotta, ma corre spesso a vuoto. Nel primo tempo si fa ipnotizzare da Musso e spreca una grandissima occasione. Nella ripresa ci riprova con un destro velenoso dal limite, ma il portiere nerazzurro è attento
Arnautovic 5: lavora come al solito spalle alla porta, ma Demiral gli sta addosso e non riesce a far valere la sua fisicità. Nella ripresa sbaglia tutto davanti a Musso in contropiede. Errore che insieme a quello di Orsolini pesa sul risultato
Musso 7: nel primo tempo il Bologna si vede poco, ma si fa trovare pronto a tu per tu con Orsolini. Nella ripresa Arnautovic lo grazia e poi vola ancora su un destro velenoso di Orsolini 
Pessina 5: non trova la posizione giusta tra le linee e l'Atalanta perde spesso un tempo di gioco quando attacca. Gasperini lo leva all'intervallo
Muriel 5,5: buone idee col pallone tra i piedi, ma poca lucidità nell'attacco della profondità e nel dialogo con i compagni di reparto. Lascia il posto a Cissé
Cissé 7: esordio show in Serie A per il classe 2003. Fino a pochi mesi fa giocava in seconda categoria, ora è il protagonista del match che tiene vive le speranze Champions dell'Atalanta
 

IL TABELLINO
BOLOGNA-ATALANTA 0-1
Bologna (3-4-3):
Skorupski 6; Soumaoro 6, Medel 6,5 (49' st Falcinelli sv), Theate 6; De Silvestri 5,5 (42' st Kasius sv), Schouten 5,5, Svanberg 5,5 (42' st Barrow sv), Hickey 5,5 (42' st Vignato sv): Soriano 5,5 (49' st Dijks sv), Arnautovic 5, Orsolini 5.
A disp.: Molla, Bardi, Binks, Viola, Aebischer. All.: Mihajlovic 5
Atalanta  (3-4-2-1): Musso 7; Scalvini 6,5 (1' st Palomino 6), Demiral 6,5, Djimsiti 6; Hateboer 6, De Roon 6, Freuler 6 (25' st Pasalic 6,5), Pezzella 6 (35' st Maehle 6); Pessina 5 (1' st Mihaila 6), Koopmeiners 6; Muriel 5,5 (20' st Cissé 7).
A disp.: Sportiello, Rossi, De Nipoti. All.: Gasperini 7
Arbitro: Maresca
Marcatori: 37' st Cissé (A)
Ammoniti: Demiral (A)
Espulsi: -


LE STATISTICHE
- Solo Amad Diallo (17 anni e 108 giorni) è più giovane di Moustapha Cissé (18 anni e 187 giorni) tra i giocatori dell’Atalanta che hanno trovato il gol all’esordio in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria.
- Moustapha Cissé è il quarto giocatore della Guinea a trovare il gol in Serie A dopo Kevin Constant, Pedro Obiang e Amadou Diawara.
- Moustapha Cissé il terzo giocatore nato dal 2003 in avanti a segnare in Serie A dopo Cristian Volpato e Felix Afena-Gyan.
- L’Atalanta ha trovato il successo in una gara esterna di Serie A per la prima volta dal 9 gennaio 2022 (6-2 v Udinese).
- L’Atalanta ha vinto una gara esterna di Serie A mantenendo la propria porta inviolata per la prima volta dal successo per 1-0 contro la Juventus il 27 novembre 2021.
- Il Bologna non ha segnato in tre gare consecutive di Serie A per la prima volta dal dicembre 2018, quando in panchina c'era Filippo Inzaghi.
- L’Atalanta ha ritrovato il gol in trasferta 70 giorni dopo l’ultimo gol messo a segno da Mattia Pessina contro l’Udinese il 9 gennaio scorso.
- Mario Pasalic ha stabilito il suo record di partecipazioni attive al gol in una singola stagione nei maggiori cinque campionati europei:15, nove gol e sei assist.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti