Serie A, Atalanta-Sassuolo 3-1: la Dea è in Champions

Clamorosa impresa dei ragazzi di Gasperini: Zapata, Gomez e Pasalic stendono i neroverdi

L'Atalanta di Gasperini ha scritto la storia. I nerazzurri hanno vinto 3-1 col Sassuolo nell'ultima giornata di campionato e hanno conquistato un'incredibile qualificazione alla prossima Champions League. Al Mapei Stadium decisive le reti di Zapata, Gomez e Pasalic per ribaltare il vantaggio iniziale di Berardi, espulso dopo una mischia furibonda a fine primo tempo. Nel finale espulso anche Magnanelli.

Atalanta-Sassuolo, il film della partita

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

LA PARTITA

Per la gara decisiva della stagione Gasperini ripropone il tridente con Ilicic-Zapata-Gomez e di conseguenza Pasalic si accomoda in panchina; con l'assenza di Hateboer, spazio a Gosens dal 1'. Nel Sassuolo c'è Pegolo per Consigli in porta e in attacco Boga viene schierato dall'inizio in coppia con Berardi.

L'Atalanta è all'appuntamento con la storia e parte subito forte, Freuler ci prova con un destro da fuori che mette i brividi a Pegolo dopo soli 3'. Il Sassuolo non rinuncia a giocare e prova a fare possesso, ma la Dea è molto più aggressiva, pressa alto e ha tutto lo stadio che la spinge (si gioca al Mapei Stadium per via dei lavori di ristrutturazione dell’Atleti Azzurri d’Italia). Ilicic al 9' non controlla bene a tu per tu col portiere, due minuti più tardi Demiral salva tutto sullo sloveno lanciato in rete e poi Pegolo salva sul tiro di Gomez ( 14' ). Nelle prime battute molto meglio l'Atalanta, che ha il controllo del campo, subisce molti falli e arriva prima sui contrasti, ma commette anche l'errore di scoprirsi e alla prima occasione il Sassuolo punisce in contropiede: bella azione corale conclusa dal geniale tacco di Boga per l'accorrente Berardi, che la mette nell'angolino lontano (18') e gela il Mapei Stadium. La reazione dei nerazzurri è immediata, Zapata scappa alla difesa neroverde e mette in mezzo per Ilicic, che però manca la deviazione a porta vuota (24') prima che Gomez sia fermato da Demiral nell'istante del tiro da ottima posizione. L'Atalanta spinge forte alla ricerca del pari, che arriva al 34' sugli sviluppi di un corner: Zapata mette in rete dopo tanti rimpalli, forse con un braccio, ma Doveri convalida la rete dopo il controllo del Var e l'Atalanta diventa ufficialmente il miglior attacco del campionato per la prima volta nella sua storia (75 reti). Nel finale ottima occasione per il Sassuolo, ma la conclusione di Berardi viene respinta dai difensori nerazzurri. Dall'altra parte Gomez chiude troppo il diagonale e dopo il duplice fischio succede di tutto: De Roon resta a terra in area, Berardi cerca di rialzarlo e si accende una mischia furibonda che coinvolge anche le panchine. Doveri decide per 2 ammonizioni (De Roon e Magnanelli) e un cartellino rosso diretto per Berardi, che lascia i suoi in dieci per tutto il secondo tempo.

La ripresa comincia senza cambi e con un altro cartellino giallo, questa volta per Demiral, che stende Ilicic al limite dell'area, poco più tardi Gomez sfiora il vantaggio con un tiro da fuori area che si spegne sul fondo (5'). L'appuntamento con il 2-1 però è solo rmandato, perché due minuti più tardi il Papu arriva per primo sulla respinta di Pegolo e fa esplodere lo stadio di Reggio Emilia (che esulta anche per il pareggio della Spal col Milan). Una volta avanti l'Atalanta abbassa leggermente il ritmo e controlla il gioco forte della superiorità numerica, dopo un quarto d'ora Gasperini richiama in panchina Masiello e mette Pasalic passando ad un più coperto 4-4-2. L'Atalanta comunque non smette di attaccare e due minuti dopo il suo ingresso in campo l'ex Milan chiude la partita siglando il 3-1 con un colpo di testa su bellissimo assist di Gomez. Una volta segnato il tris e messa in cassaforte la partita l'Atalanta abbassa ulteriormente i ritmi e controlla il gioco facendo possesso palla, nel finale il Sassuolo resta addirittura in 9 per l'espulsione di Magnanelli per proteste e tutto il pubblico aspetta soltanto il triplice fischio per un'esplosione da Champions. Che arriva puntuale 5' dopo il 90', l'Atalanta di Gasperini ha scritto la storia: prima qualificazione in Champions League di sempre e miglior attacco del campionato per la prima volta. Complimenti.

LE PAGELLE

Gomez 7 - Fin dalle prime battute sembra tra i più in palla, da capitano suona la carica e sfiora più volte il gol, poi nella ripresa sale in cattedra ed è semplicemente decisivo con un gol e un assist.
Zapata 6,5 - Ha il merito di segnare il gol del pari, l'ennesimo di questo campionato, in un momento di difficoltà della sua squadra. In generale però non è stata la sua prestazione migliore.
Ilicic 6,5 - Sempre al centro dell'azione, tiene in costant apprensione la difesa neroverde e dispensa giocate di grande qualità. Da un suo tiro nasce il 2-1 di Gomez, decisivo come lo è stato tutto l'anno.

Berardi 5 - Ottimo primo tempo impreziosito dal gol del vantaggio e da alcune giocate di grande classe, ma nel finale della pima frazione perde la testa, strattona in modo evidente De Roon che era a terra e si fa cacciare lasciando i suoi in inferiorità numerica.
Pegolo 5,5 - Non ha grandi colpe sui gol subiti, ma è apparso troppo spesso incerto sia nelle uscite sia tra i pali. 

IL TABELLINO

ATALANTA-SASSUOLO 3-1

Atalanta (3-4-1-2) Gollini 6 (48'st Rossi sv); Masiello 6 (18'st Pasalic 7), Palomino 6,6, Djimsiti 6; Gosens 6,6, Freuler 6,5, De Roon 6, Castagne 6; Ilicic 6,5; Gomez 7 (48'st Mancini sv), Zapata 6,5. A disp: Berisha, Rossi, Ibanez, Mancini, Pasalic, Pessina, Piccoli, Reca. All: Gasperini 8
Sassuolo (4-3-1-2) Pegolo 5,5; Lirola 6 (47'st Raspadori sv), Demiral 6,5, Ferrari 5,5, Rogerio 6; Duncan 6, Magnanelli 5, Bourabia 6; Locatelli 5,5 (29'st Djuricic 6); Berardi 5, Boga 6 (40'st Sernicola sv).​ A disp: Consigli, Brignola, Adjapong, Di Francesco, Djuricic, Ghion, Matri, Odgaard, Raspadori, Marlon, Satalino, Sernicola. All: De Zerbi 6 

Arbitro: Doveri
Marcatori: Berardi 19'pt (S), Zapata 35'pt, Gomez 8'st, Pasalic 20'st (A)
Ammoniti: Ilicic, De Roon (A), Rogerio, Magnanelli (S)
Espulsi: Berardi, Magnanelli (S)

LE STATISTICHE

L'Atalanta per la prima volta nella sua storia ha chiuso un campionato di Serie A al terzo posto e per la prima volta nella sua storia giocherá la Champions League.
L’Atalanta ha raccolto 69 punti in questo campionato; soltanto una volta i bergamaschi hanno fatto meglio in una stagione intera di Serie A: 72 nel 2016/17.
Per la prima volta nella storia della Serie A, l’Atalanta ha chiuso la stagione come migliore attacco del campionato (77 reti all’attivo).
Dei 10 gol segnati in Serie A da Pasalic, questo é il primo realizzato subentrando dalla panchina.
Domenico Berardi ha ricevuto 5 cartellini rossi in Serie A, piú di qualsiasi altro attaccante dal 2013/14 ad oggi, cioé da quando lui gioca nel massimo campionato. 4 gol al Sassuolo per Duvan Zapata: solo contro l'Atalanta (5) ne ha segnati di piú in A.
Ottavo gol per Berardi in questo campionato: era dal 2014/15 (15 reti) che non arrivava almeno a questa cifra in un torneo di Serie A.
Il Sassuolo è la squadra che ha subito più reti (13) a seguito di calcio d’angolo nel torneo in corso.
L’Atalanta è la squadra che ha segnato pìu gol nei secondi tempi di questo campionato: 49 (su 77), compresi 10 degli ultimi 12.

TAGS:
Serie a
Atalanta
Sassuolo
Partita
38. a giornata

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X