Europa League, Atalanta bloccata

Al Mapei Stadium i nerazzurri dominano e creano tante occasioni, ma finisce senza reti l'andata del playoff che vale l'accesso alla fase a gironi

  • A
  • A
  • A

Atalanta bloccata sul pareggio nell'andata del playoff di Europa League che vale l'accesso alla fase a gironi. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, contro il Copenaghen finisce 0-0 con il portiere degli ospiti Joronen autore di interventi miracolosi. La squadra di Gasperini domina e crea tante occasioni, ma Gomez e compagni non trovano il guizzo giusto. Il ritorno in programma giovedì prossimo in Danimarca sarà decisivo.

Ultimo ostacolo prima dei gironi di Europa League per l'Atalanta, che dopo aver superato Sarajevo e Hapoel Haifa nei turni preliminari, si è ritrovata ad affrontare i danesi del Copenaghen nell'andata dei playoff al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Per l'occasione Gasperini sceglie Barrow e Gomez coppia d'attacco con Pasalic alle loro spalle, Zapata inizialmente in panchina. Nel primo tempo gli orobici partono alla grande e dopo pochi secondi Barrow spreca una buona occasione. Al 5' il Papu Gomez ci prova addirittura da metà campo, ma Joronen blocca in presa. I nerazzurri ci riprovano un minuto dopo con un sinistro dal limite, forte ma troppo centrale, di Pasalic che vede la sua conclusione deviata in angolo da Joronen. Al 16' dalla distanza Freuler impegna ancora il portiere dei danesi che si allunga per evitare il peggio. Il Copenaghen soffre e al 32' l'Atalanta troverebbe anche il gol, con una conclusione di Gomez deviata in maniera fortunosa da Barrow in rete, ma quando l'attaccante era già in fuorigioco e così l'arbitro annulla.

Il primo tempo finisce senza reti e nella ripresa Gasperini lancia Zapata al posto di Pasalic. Al 47' il colombiano si fa subito notare servendo Gomez che dal limite spara alto. Al 60' altra grande occasione per la Dea con Zapata che la mette al centro dalla sinistra e trova la conclusione volante di Hateboer, palla nell'angolino ma Joronen è ancora una volta miracoloso. Al 65' ancora Gomez protagonista con un destro a girare che sfiora il secondo palo. Tre minuti e Zapata si ritrova solo davanti a Joronen che fa muro, poi Gosens sbaglia sulla ribattuta. Poco dopo un sinistro di Hateboer viene deviato di un soffio al lato. È un vero e proprio assedio della Dea che, purtroppo, contro i danesi non appare bendata. Al 78' ci prova Barrow con un sinistro al volo dal limite, respinge ancora Joronen. A dieci minuti dalla fine Gasperini lancia l'ex della partita, il danese Cornelius, fuori Barrow. A tre minuti dalla fine ancora Gosens: sinistro al volo ma vola anche Joronen che salva ancora. Triplice fischio e il muro del Copenaghen regge portando a casa uno 0-0 prezioso in vista della gara di ritorno, in programma nella capitale danese giovedì prossimo.

Atalanta-Copenaghen 0-0
Atalanta (3-4-1-2): Gollini sv; Toloi 6, Mancini 6.5, Masiello 6; Hateboer 6.5 (46'st Castagne sv), De Roon 6, Freuler 6, Gosens 6.5; Pasalic 6 (1'st Zapata 6.5); Barrow 6 (35'st Cornelius sv), Gomez 6. A disp.: Berisha, Djimsiti, Pessina, Adnan. All. Gasperini 6.
Copenaghen (4-4-2): Joronen 8; Ankersen 6.5, Vavro 6, Bjelland 6, Boilesen 6; Skov 5.5, Zeca 5.5 (1'st Kvist 5), Thomsen 5.5, Fischer 5.5 (35'st Kodro sv); Sotiriou 5 (32'st Gregus sv), N'Doye 5. A disp.: Andersen, Bengtsson, Papagiannopoulos, Holse. All. Solbakken 5.5.
Arbitro: Pavel Kralovec (Repubblica Ceca)
Ammoniti: Ankersen (C), N'Doye (C), Gosens (A), Kvist (C), Joronen (C).

Gian Piero Gasperini è deluso per lo 0-0 col Copenaghen, ma crede ancora nella qualificazione. “E' un discreto risultato, non buono ma neanche negativo. L'atteggiamento è stato positivo, la gara decisiva è quella del ritorno ma lo sapevamo. Avremmo voluto un piccolo vantaggio. Abbiamo la convinzione di poter fare bene al ritorno, nei 90' siamo in grado di poterci giocare la qualificazione. Se tiri in porta 19 volte devi fare gol, abbiamo giocato tre giorni fa e magari c'era un po' di stanchezza in più nelle gambe. Però la prossima settimana arriveremo meglio all'appuntamento”, ha detto l'allenatore della Dea. Su Rigoni: “In Europa non può giocare, almeno i preliminari. Potrebbe giocare eventualmente nei gironi, domani si aggregherà in modo definitivo. Sarà utilizzabile per il campionato, magari in questo momento è mancato Ilicic per questo tipo di gare. Devo tuttavia elogiare i ragazzi, è stata un'ottima partita. Non siamo stati premiati, ma nel calcio bisogna guardare anche le prestazioni e sono soddisfatto. L'Europa sarebbe un grande traguardo per noi, ci piacerebbe avere una nuova chance nella competizione. Arrivare ai gironi è il nostro obiettivo, almeno al momento. Poi si vedrà".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments