QUI ATALANTA

Atalanta, Gasperini: "Parlerò di scudetto quando saremo primi"

Il tecnico dopo la vittoria al Maradona: "Arrivare in Champions è il nostro scudetto"

  • A
  • A
  • A

Gian Piero Gasperini si gode il successo di Napoli, anche se non pronuncia la parola scudetto. "E' un tormentone che continuano a dirci, un po' per convinzione e un po' per metterci pressione - ha detto -. Per lottare per lo scudetto dobbiamo posizionarci primi in classifica. Se dovesse succedere, potrò dirlo anche io. Al massimo in questi anni abbiamo toccato il secondo posto. L'obiettivo è arrivare in Champions, è questo il nostro scudetto".

Getty Images

La Dea è sempre più casa sua. "L'Atalanta è indubbiamente un famiglia, composta da più persone con una capacità di rispetto e regole che condividiamo tutti quanti su cui basiamo il rapporto - ha detto a Dazn -. Poi viene l'aspetto tecnico, che diventa secondario a questo. Su questo si può sbagliare in campo, sul primo aspetto no".

In cosa la Dea può migliorare. "Dico sempre che la nostra è una squadra con caratteristiche fantastiche sotto certi aspetti. Dobbiamo migliorare sotto l'aspetto tecnico. Quello che non mi stancherò mai di dire è che nella testa siamo forti, devo fare i complimenti ai miei ragazzi".

Nel rinnovo c'è il premio scudetto. "Chi ve lo ha detto questo? Mi sa che lo ha messo Percassi, ma l'ha messo al ribasso".

Al Maradona è andata in scena una gara spettacolare. "L'applauso lo abbiamo fatto noi al pubblico per quello che ci hanno rivolto alla fine della partita. A tutte e due le squadre, a noi che eravamo in campo. Io mi ricordo a Napoli, c'è sempre stata questa grande sportività. Quella di stasera credo sia stata una partita molto bella, me la rivedrò di sicuro. Quando vinci è anche più bello".

La più bella del campionato. "Per noi sicuramente sì, ma ce ne saranno altre. Ci sono squadre nel nostro campionato che giocano bene a calcio quest'anno. Credo che il campionato sia migliorato tantissimo. L'Atalanta mi dà la possibilità di fare il mio gioco. Un difensore può inserirsi con qualità, non avrà quella di Ilicic, ma questo è un qualcosa da raggiungere. Devo ringraziare i miei giocatori".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti