Atalanta, Gasperini vola basso

Il tecnico sul giallo a Zapata: "Un gesto istintivo"

  • A
  • A
  • A

La vittoria con il Bologna porta l'Atalanta a un punto dal 4° posto del Milan, ma Gasperini tiene i piedi saldi a terra. "Non è il nostro obiettivo la Champions - ha detto - Se supereremo altri test, allora potremmo esserci anche noi. L'obiettivo nostro è l'Europa e la Coppa Italia". Sul giallo a Zapata che salterà l'Inter. "Dei regolamenti non ci capisco più niente. Mi fermo. Per il regolamento sarà stato così. Sono attimi, è un gesto istintivo".

Da manuale del calcio i primi 15' giocati dalla Dea. "Siamo partiti in modo straordinario anche se nel primo quarto d'ora abbiamo fatto quattro gol bellissimi. Abbiamo avuto un approccio fortissimo. Eravamo reduci dall'ultima gara interna col Chievo dove eravamo partiti male, poi abbiamo rimediato con un pareggio ma il risultato ci bruciava".

La zona Champions è solo a un punto. "Non è il nostro obiettivo la Champions, noi giochiamo ancora al meglio delle nostre possibilità ogni partita. Il campionato è lì, ci sono tante squadre, ci vogliono altre risposte. Noi siamo contenti di tornare in Europa, o attraverso il campionato o attraverso la Coppa Italia che però noi è un obiettivo forte. Per parlare di Champions ci vorrà ancora qualche giornata per noi e per le squadre che ci sono dalla Samp in su. Il fatto che non sia un obiettivo non vuol dire che non ci proviamo. L'obiettivo nostro è l'Europa e la Coppa Italia. Ora abbiamo degli scontri diretti, in casa abbiamo delle gare sulla carta migliori che dovremo sfruttare al massimo. In trasferta avremo gare difficilissime. Serviranno altri test, se li superiamo dirò che puntiamo alla Champions".

Delle squadre in lotta per l'Europa che conta, l'Atalanta è quella che gioca meglio. "Quando si arriva in questo momento della stagione bisogna mettere il meglio di tutto quanto. Noi facciamo tanti gol, ne creiamo altrettanti. C'è un entusiasmo incredibile e questo è una spinta in più ma le trappole sono ancora tante. Per esempio, io stavo sostituendo Zapata, aspettavo che la palla uscisse ed è capitato il fallo di mano e a San Siro non ci sarà. Questi sono gli inconvenienti che possono accadere".

ZAPATA: "LA SQUALIFICA? PRIMA O POI DOVEVA ARRIVARE" Con il gol al Bologna, Duvan Zapata è salito al 2° posto della classifica cannonieri, ma un'ammonizione lo lascerà fuori dal big match con l'Inter. "Squalificato a San Siro? Prima o poi doveva arrivare, ero diffidato. Ma l'importante è che la squadra dal primo momento abbia cercato i tre punti - ha spiegato l'attaccante colombiano - L'Atalanta può vincere anche senza di me, davanti abbiamo grandi attaccanti come Barrow".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments