QUI ATALANTA

Atalanta, Gasperini: "Due settimane decisive, non voglio distrazioni"

Il tecnico nerazzurro dopo i cinque gol al Parma: "La qualità della nostra rosa è importante, i cambi sono decisivi"

  • A
  • A
  • A

Cinque gol anche al Parma, l'Atalanta corre spedita verso un posto nella prossima Champions grazie alla ricchezza della propria rosa: "Si gioca di pomeriggio e con un clima diverso, con più pressioni - ha commentato Gasperini -. Chi subentra nel modo giusto può fare la differenza, per diversi motivi. Sicuramente giocare con questo caldo è diverso che farlo a dicembre". I cambi della Dea sono ancora una volta andati in gol: "La qualità della rosa è importante e lo è anche capire che è importante anche chi entra dopo, perché si trovano condizioni diverse in cui si è avvantaggiati. Muriel è stato un maestro in questo. Entrare dopo o uscire prima, non è per forza una punizione".

Il finale di stagione può portare secondo posto e Coppa Italia: "Il nostro obiettivo è un posto Champions anche se come tutte abbiamo qualcosa da recriminare. Siamo soddisfatti, ma ogni partita a questo punto rischia di essere decisiva". L'asticella è da spostare verso lo scudetto per fare meglio di così: "Difficile metterlo come obiettivo per una società come l'Atalanta, c'è una disparità economica molto elevata. Il nostro obiettivo è migliorare la nostra squadra e posizionarsi così in alto, ma non possiamo competere per vincere il campionato con questi criteri nel calcio e meccanismi. Se cambierà qualcosa vedremo, c'è molta incertezza per quanto riguarda coppe e campionato. Il calcio ha bisogno di una organizzazione uguale per tutti che possa permettere a tutti di competere, per favorire chi riesce a lavorare in modo adeguato e a ottenere i risultati. Altrimenti è difficile".

Ancora una volta Malinovskyi ha sbloccato il match: "Dipende dalle partite, le cose migliori le fa da attaccante ma nelle corde può fare anche il trequartista. Là davanti fa gol e assist, mentre arretrandolo è un po' sprecato nel gioco anziché determinare in attacco".

Nel mercato estivo la Dea vuole migliorare la rosa, obiettivo non semplicissimo: "E' troppo presto per pensarci, prima cerchiamo di raggiungere la Champions. Mancano due settimane in cui può accadere di tutto, non dobbiamo farci distrarre. Ringrazio i giocatori perché sono concentrati e mi spiace per alcuni giocatori che utilizzo meno. Ho fatto una scelta di affidarmi in questo momento a 15-16 giocatori, ma mi spiace per loro. Il nostro vantaggio è di poter lavorare con tranquillità in un ambiente come quello di Bergamo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments