L'INIZIATIVA

Tortona a canestro per Simone Carniglia e la ricerca sul diabete

La Bertram Derthona scenderà in campo in Champions League con l'Igokea con l'obiettivo di sensibilizzazione sul diabete

  • A
  • A
  • A
Tortona a canestro per Simone Carniglia e la ricerca sul diabete - foto 1
© IPA

In campo per provare a battere i bosniaci dell'Igokea m:tel, ma anche per dare un forte contributo nella campagna di sensibilizzazione sul diabete. Ancor prima della palla a due, la Bertram Derhona va a canestro, con l'iniziativa a supporto di Simone Carniglia, nella gara di Champions League di domani sera al PalaFerraris.

La società ha supportato la proposta di Simone, un ragazzo di 36 anni a cui è stato diagnosticato il diabete di tipo 1 (T1D) nel 1999 e che ha sempre praticato attività di squadra per divertirsi e tenere sotto controllo il diabete. Nel 2018, dopo aver preso peso, ha iniziato a correre gare podistiche, con il campione olimpico Stefano Baldini come riferimento. Il 5 novembre scorso ha completato le 6 Marath on Majors (Tokyo, Boston, Londra, Berlino, Chicago e New York), correndole con una media inferiore alle 2 ore e 45 minuti: un risultato che garantisce a Simone l'ingresso nel Guinness dei primati.

Tortona a canestro per Simone Carniglia e la ricerca sul diabete - foto 2
© ufficio-stampa

Tortona ha scelto di supportare la sua causa mettendo all'asta alcuni capi indossati dai giocatori della prima squadra e donando il ricavato al JDRF (Juvenile Diabetes Research Foundation), la più grande organizzazione al mondo nella ricerca per la cura al T1D. Oggi è la Giornata mondiale del diabete e domani Simone Carniglia sarà ospite d'onore al PalaFerraris, per tifare Tortona e per ricevere tutto il calore e il supporto possibile per la sua sfida.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti