NBA

Nba: Boston sgambetta Toronto, i Clippers eliminano Doncic, Murray fa esultare Denver

I Raptors campioni perdono Gara-1 delle semifinali contro i Celtics. Fuori Dallas: i californiani se la vedranno con Jazz o Nuggets

  • A
  • A
  • A

Inizia male il primo capitolo delle semifinali Nba per i Toronto Raptors, travolti dai Boston Celtics e mai in partita, come il 112-94 finale suggerisce senza tema di smentite. Entrano invece in semifinale i Clippers, che guidati da un fenomenale Kawhi Leonard battono 111-97 Dallas a cui non bastano i 38 punti di un Luka Doncic da applausi. Vanno invece a Gara-7 Utah e Denver, dopo il trionfo Nuggets (119-107, con 50 punti di Jamal Murray).

TORONTO RAPTORS-BOSTON CELTICS 94-112
I Raptors campioni in carica della Nba hanno confermato in queste settimane uno stato di forma generale che li rendono tra le squadre più in forma dell'intero roster dei playoff, ma i Celtics sono sempre i Celtics. Nella prima uscita valida per le semifinali a Est, infatti, è Boston a prevalere. E lo fa con una prestazione destinata a spaventare non poco i canadesi. Sin da subito Marcus Smart prende il controllo della partita, mentre Toronto è nervosa (lo dimostra un fallosissimo Pascal Siakam). Boston si porta anche sul +19 nel corso del primo quarto, poi va all'intervallo lungo sul 59-42. I Raptors tentano una reazione, ma la verità è che più che una loro rimonta si assiste a un secondo tempo in cui Boston può permettersi di controllare. Tanto più che anche Jayson Tatum entra definitivamente in partita, che chiuderà con 21 punti a referto (gli stessi di Smart). Dall'altra parte Kyle Lowry risponde fermandosi a quota 17: troppo poco per spaventare i Celtics, che iniziano queste semifinali come meglio non avrebbero potuto.

DALLAS MAVERICKS-LOS ANGELES CLIPPERS 97-111
Sono invece indietro di una tappa Dallas e Clippers, anzi non più. Perché i losangelini chiudono i conti a Gara-6 e entrano a loro volta in semifinale, anche se a Ovest. Un esito crudele per Dallas e in particolare per la stella dei texani, un Luka Doncic a lungo da favola nel corso di queste settimane. La sua parabola, che ha vissuto anche l'amarezza dello stop per infortunio solo per dare ulteriore slancio alle sue successive imprese sul parquet, si arresta con una nuova prestazione memorabile: 38 punti all'attivo, e tripla doppia sfiorata grazie a 9 rimbalzi e 9 assist. Ma alla lunga si è fatta dolorosamente sentire in casa Mavericks l'assenza di Kristaps Porzingis, specie di fronte a un attacco che si può avvalere di un certo Kawhi Leonard. Proprio lui decide di chiudere le ostilità guidando i Clippers con i suoi 33 punti, 14 rimbalzi e 7 assist, ridando ai suoi anche la lucidità che stava evaporando già nel primo quarto dopo l'espulsione diretta di Marcus Morris (duro e gratuito il suo colpo a Doncic). E per i Clippers in semifinale sarà Denver o Utah.

UTAH JAZZ-DENVER NUGGETS 107-119
Non sembra proprio voler finire mai l'infinita serie tra Utah e Denver, quella che determinerà la prossima avversaria dei Clippers in semifinale. E invece quello che verrà sarà necessariamente l'ultimo capitolo di una saga che ha visto sicuramente tra i principali attori protagonisti un Jamal Murray ancora una volta decisivo e autore di una prestazione da urlo. Per lui arrivano infatti qualcosa come 50 punti in Gara-6, frutto di percentuali da urlo: 17/24 dal campo, 9/12 dai tre punti. Proprio lui tiene Denver aggrappata ai playoff, negando in un finale in cui segna a ripetizione una vittoria che Utah non avrebbe senz'altro demeritato. Infatti in casa Jazz c'è Donovan Mitchell, a sua volta autore di una prova da fuoriclasse assoluto con 44 punti, 14/25 al tiro e 9/13 dall'arco. La differenza, forse, la fanno quindi gli altri: per Utah ci sono 21 punti per Mike Conley e 11+11 per Rudy Gobert, Denver risponde con i 22 (+ 9 assist) di Nikola Jokic e i 18 di Jerami Grant. Perché, come in ogni saga appassionante, gli eroi catturano l'attenzione, ma i loro alleati decidono il finale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments